Renault, Bruno Senna: “Una qualifica decisamente deludente”

Renault, Bruno Senna: “Una qualifica decisamente deludente”

Il pilota brasiliano della Renault non va oltre la 14ma posizione nelle qualifiche del Gran Premio dell’India. Vitaly Petrov partirà due posizioni piu’ dietro in 16ma posizione.

Bruno Senna – 14 °: “E’ stata una qualifica decisamente deludente. Il circuito si è evoluto da questa mattina e le modifiche apportate alla vettura mi hanno portato, credo, nella direzione sbagliata, date le condizioni della pista ho faticato molto con l’equilibrio e ho pagato il prezzo per questo. Ho un set di gomme morbide nuove domani quindi sarà difficile, ma spero che magari la temperatura sarà più bassa e allora forse avremo un giorno migliore rispetto ad oggi.”

Vitaly Petrov – 16: “È stata una grande sensazione essere in vetta alla classifica al termine del Q1 questo pomeriggio, ed era pienamente giustificato – a quel punto il nostro passo era molto buono. In Q2 non sono stato in grado di migliorare il mio tempo perché ho fatto un paio di piccoli errori nelle ultime curve. Combinate questo con il fatto che i tempi di altre squadre sono migliorati e si ha la ragione per cui non ho fatto la Q3. Domani è il primo GP indiano quindi è molto più che un libro aperto in termini di ciò che potrebbe accadere. Rimango ottimista sul fatto che io possa recuperare un risultato rispettabile per la squadra.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

18 commenti
  1. Fernando

    29 ottobre 2011 at 16:28

    … più che deludente, direi confermante! Conferma quanto vali: nulla! Disonori il cognome di tuo zio, ritirati! In Belgio hai avuto un attimo di gloria, ma hai rovinato la gara di Algueruari con una partenza degna di un kamikaze, poi sei scomparso proprio nelle piste dove il pilota emerge, indipendentemente dalla monoposto…
    Come mi manca Robert!!

    • heidfeld

      29 ottobre 2011 at 17:47

      e pensare che qui sembra essere molto competitiva la renault..

      • Francesco Petri

        29 ottobre 2011 at 19:40

        evidentemente non lo è visto ke anche petrov nn ha fatto meglio

      • Fernando

        29 ottobre 2011 at 23:46

        …. Senna si è messo in evidenza solo in qualifica ed in un solo gp, salvo poi distruggere la gara degli altri già in partenza, poi ha fatto solo guai… se per voi è un pilota di F1, complimenti per la grande capacità di intendere e volere 😀

  2. Tuki

    29 ottobre 2011 at 16:30

    Basta Bruno Lalli, neanche nelle dichiarazioni sei sensato, mi dispiace dirlo ma di tuo zio non hai nulla. Un pilota dopo 2 giorni che prova le stesse curve le traiettorie migliori le trova..non è possibile che nelle qualifiche si facciano ancora ridicoli errori..se ci mettessimo a contare i fuoripista sono sicuro che lui sarebbe in testa alla graduatoria.
    Sinceramente sono contento che abbia ottenuto questa possibilità di provare una vettura di medio livello, così non ci saranno più scusanti sulle sue capacità di guida come è stato l’anno scorso. Non è all’altezza..e rimettete su quel benedetto sedile Heidfeld che non stava facendo nulla di schifoso nelle sue gare!

  3. Luca

    29 ottobre 2011 at 17:45

    Bruno la schiappa ancora una volta si conferma pilota mediocre e con poco talento, chissà Alessandro Secchi, grande estimatore di questa schiappa, quali scuse si inventerà per giustificarlo.

  4. Ale

    29 ottobre 2011 at 18:12

    ma Boulier sta zitto?

  5. lorenzo

    29 ottobre 2011 at 18:36

    Vedremo domani.

    • Originalibero

      29 ottobre 2011 at 18:55

      ..infatti, anche perchè è davanti a Petrov…vedremo domani!!

      • Fernando

        30 ottobre 2011 at 00:00

        … sisi, come lo scorso GP…

  6. F1

    29 ottobre 2011 at 18:53

    Pilota scarso amato solo da secchi.

  7. Arturo

    29 ottobre 2011 at 19:51

    In realtà Petrov è 11esimo e Bruno 15esimo con un distacco marcato nell’ultimo settore, più di 3/10. Senna ha bisogno di un ragionevole periodo di prove. Penso che ancora sia presto per giudicarlo. I paragoni con lo zio lasciano il tempo che trovano, sono cattiverie gratuite.

    • NR

      29 ottobre 2011 at 20:35

      Concordo con te Bruno non sarà mai come suo zio perchè nessuno riuscirà a raggiungere i suoi livelli di estasi di guida ma diamo tempo al ragazzo, io seguendo i suoi tempi noto come migliori giro dopo giro e questo qualcosa vorrà pur dire .

  8. massi

    29 ottobre 2011 at 23:29

    io mi chiedo come in renault facciano uscire i piloti con le gomme più morbide in Q1

    sprecano un treno di gomme quando anche con le dure passerebbero in Q2

    domani altro calvario per senna, ci sono almeno 10 vetture sugli stessi tempi, dal settimo al diciassettesimo, e se come in tutti i gran premi non ci capirà nulla lo ritroveremo nelle ultime posizioni

    speriamo si svegli in gara, ad oggi solo una buona prestazione, le altre da dimenticare

  9. Alex HAMALORAI

    30 ottobre 2011 at 07:23

    e pensare che Heidfeld aveva portato pure la Renault a podio quest’anno.

    Va bene che Senna e Petrov portano soldini…….ma ne vale la pena?!

  10. DavideAlex

    30 ottobre 2011 at 08:22

    A Senna va dato tempo e soprattutto bisogna smetterla di paragonarlo allo zio che era un pilota di un altro pianeta per tutti, però se la Renault non avesse cacciato l’incolpevole Heidfeld a quest’ora sarebbe tutta un’altra musica.

    • Manlio

      30 ottobre 2011 at 10:15

      Sono d’accordo, ma credo che nessuno lo paragonerebbe allo zio se non ne avesse acquisito il cognome solo per farsi largo e spintonare all’angolo gli altri piloti.

  11. lorenzo

    30 ottobre 2011 at 13:05

    buona gara oggi , considerando che non aveva nemmeno il kers funzionante.

    Putroppo sta renault fa cagare.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati