Pirelli, Paul Hembery: “In qualifica una differenza di due secondi al giro tra le mescole soft e hard”

Pirelli, Paul Hembery: “In qualifica una differenza di due secondi al giro tra le mescole soft e hard”

Un’altra pole position per il neo-Campione del Mondo Sebastian Vettel con gli pneumatici P Zero Yellow soft: la 13° dell’anno e la nona con la mescola morbida Pirelli. Vettel ha fatto un tempo di 1m24.178s, inferiore di oltre tre secondi a quello registrato venerdì nella prima sessione di prove libere.

Le condizioni polverose e ‘verdi’ del nuovo circuito di Buddh rendono ancora scivolosa la superficie, benché ieri si sia girato per tutto il giorno e nonostante la sessione di prove libere di questa mattina. Anche oggi, si è registrata una differenza considerevole -fino a due secondi al giro- tra gli pneumatici P Zero Silver hard e P Zero Yellow soft.

Questo ha fatto sì che, dalla seconda sessione di qualifica in poi, tutti i Team abbiano usato la mescola soft, con la maggior parte dei piloti passati agli pneumatici più morbidi già al termine della prima sessione. Unicamente i due piloti della Red Bull Racing, Sebastian Vettel e Mark Webber, i ferraristi Fernando Alonso e Felipe Massa e il pilota della McLaren Lewis Hamilton sono riusciti a utilizzare solo la mescola hard per passare alla seconda sessione.

Al fine di risparmiare la loro dotazione di pneumatici soft per la gara, alcuni piloti -inclusi i due della Force India, il Team di casa- hanno completato un solo run durante la seconda eliminatoria. In fondo alla top 10, nel Q2 la competizione è stata così serrata che i piloti in 10° e 11° posizione, Jaime Alguersuari e Vitaly Petrov, hanno registrato esattamente lo stesso tempo ma, dato che Alguersuari l’ha stabilito per primo, si è classificato davanti a Petrov, accedendo quindi al Q3.

Quattro monoposto (quelle di Alonso, Hamilton, Massa e Webber) hanno lasciato subito i box all’inizio della terza e ultima sessione di qualifica, mentre Sebastain Vettel della Red Bull Racing, il pilota della McLaren Jenson Button e quello della Mercedes Nico Rosberg sono usciti più tardi. La Force India di Adrian Sutil è scesa in pista senza, tuttavia, registrare un tempo, mentre le due Toro Rosso di Sebastian Buemi e Jaime Alguersuari sono rimaste all’interno dei rispettivi garage e quindi partiranno rispettivamente dalla 9° e 10° posizione, alle spalle di Sutil.

La consistenza del passo di Vettel sugli pneumatici P Zero Yellow soft si era vista anche nell’ultima sessione di prove libere di questa mattina quando, proprio nel giro finale, aveva stabilito un tempo di 1m24.824s, più veloce di quattro decimi di secondo rispetto a Jenson Button, il suo rivale più prossimo. Durante la gara si prevedono tra i due e i tre pitstop per la maggior parte dei piloti, anche se non è esclusa una strategia di una sola sosta per quei Team che volessero azzardare qualcosa di diverso.

Il commento del Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “Ciò che ha dominato le qualifiche è stata la differenza in termini di velocità di circa due secondi al giro tra le nostre mescole hard e soft, anche se abbiamo visto che, nella prima sessione di qualifica, sugli pneumatici hard Vettel è stato comunque più veloce di tutti i piloti che montavano le soft. Questo gap prestazionale tra le mescole ha indotto i Team a concentrarsi sugli pneumatici morbidi nella qualifica finale. Abbiamo visto durata e prestazioni ottime da parte degli pneumatici soft, che domani dovrebbero durare tra i 20 e i 25 giri, con gli hard in grado di percorrerne molti di più. Le informazioni raccolte finora sono già molto utili per quanto riguarda la scelta delle nostre mescole per il prossimo anno – una delle nostre priorità in questo finale di stagione.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

6 commenti
  1. Mattia

    29 Ottobre 2011 at 16:56

    Credo che tutti sarebbero in grado di fare un solo pit stop con queste gomme e su questo circuito, ma penso che la maggior parte delle squadre ne farà due per utilizzare per meno giri possibili quelle più dure.

  2. TIFOSO ALONSO E RAIKKONEN

    29 Ottobre 2011 at 17:23

    2 pit stop penso che sarà la strategia adottata dai top team

  3. Luca M

    29 Ottobre 2011 at 17:45

    Hembery non sa nemmeno come vanno le qualifiche? In Q1 Petrov con le soft è stato più veloce di Vettel con le hard, eppure Hembery afferma che Vettel è stato più veloce dei piloti con le soft… Mi chiedo dove viva.

  4. umberto(tifoso ferrari)

    29 Ottobre 2011 at 17:48

    quindi la ferrari dovrebbe andare un tantino meglio avendo posibilità di scegliere tra soft e hard?

  5. NR

    29 Ottobre 2011 at 20:46

    Penso che domani la Ferrari farà una bella gara purtroppo con le Hard il gap rispetto alle Red Bull sopratutto nei primi giri è davvero ampio.

  6. Slauzy

    30 Ottobre 2011 at 00:39

    La gara sarà come al solito una marcia trionfale per Vettel. La scelta degli pneumatici non è mai stata decisiva per lui, e nemmeno il numero dei pit stop, come ai tempi del Kaiser. Gli altri si arroveleranno con le strategie, con le acrobazie da circo e i calcoli matematici: ma è solo una lotta tra poveri.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati