Raikkonen: “Voglio vincere e possiamo farlo presto”

In Ungheria la Lotus conta sulle temperature elevate che l'avvantaggiano nel minor degrado delle gomme

Dopo il terzo posto "regalato" a Hockenheim il finlandese vuole incrementare i risultati, puntando a quella vittoria che finora gli manca
Raikkonen: “Voglio vincere e possiamo farlo presto”

Dopo aver ereditato il gradino più basso del podio al Gran Premio di Germania, Kimi Raikkonen arriva molto carico in Ungheria, in quella che per i finlandesi può essere definita la gara di casa.

Infatti vista la vicinanza relativa tra la Finlandia e l’Ungheria, sono moltissimi i tifosi scandinavi che vanno sull’Hungaroring a tifare i propri beniamini e quest’anno è il campione del mondo 2007 l’idolo assoluto. “Se mi avesse detto in gennaio che stai stato quarto a metà stagione, penso che sarei stato abbastanza soddisfatto”, ha spiegato l’asso della Lotus. “Non è un brutto posto, ma penso che abbiamo una buona macchina in grado di conquistare più punti. Voglio vincere e tutto il team sta spingendo duramente per farlo presto, quindi vediamo cosa possiamo fare nella seconda metà della stagione, magari già in Ungheria. E’ sempre bello andare a Budapest. Il circuito non è il più difficile, ma è molto impegnativo. E’ anche l’ultima gara prima della pausa estiva: ho vinto una volta qui e sono arrivato secondo per tre volte. E’ molto caldo e una gara davvero impegnativa: solo quando si vince che non si soffre all’Hungaroring. Spero di non soffrire questa volta”.

Nonostante il terzo posto a Hockenheim, ottenuto grazie alla penalizzazione per manovra scorretta di Sebastian Vettel, il finnico non è soddisfatto del suo GP di Germania: “Sicuramente speravamo in una gara un po’ migliore, ma la vettura ha funzionato bene per tutto il tempo e i punti conquistati sono stati tanto. Quindi ci sono alcuni aspetti positivi per portare a Budapest. Il team ha lavorato duramente nello sviluppo della nostra macchina e siamo fiduciosi che dovremmo essere competitivi in ​​Ungheria. Di solito abbiamo un weekend con temperature torride all’Hungaroring, e questo è quello che abbiamo atteso con ansia per tutta l’estate (la Lotus è avvantaggiata con le temperature elevate, n.d.r.). Non è mai bello andare ai media dopo una gara senza una vittoria. Mi piace vincere, non spiegare perché non siamo stati in grado di vincere. Speriamo di poter ottenere il risultato che ci manca e che stiamo cercando”.

La pista dell’Hungaroring è molto lenta e i sorpassi sono quasi impossibili: per questo Raikkonen pensa a fare una qualifica migliore di quelle a cui la Lotus ha abituato. “E’ una pista lenta e tortuosa e servono una buona accelerazione e una buona trazione. Se si dispone di queste caratteristiche, avrete una macchina competitiva in Ungheria. Questo è poi uno di quei circuiti dove è molto difficile sorpassare. Ovviamente, è necessario arrivare molto in alto in qualifica e anche si vuole evitare il lato sporco della pista sulla griglia. Non siamo stati i migliori in qualifica finora, ma siamo stati bravi in ​​gara in condizioni di caldo e in grado di provare diverse strategie di lavoro per le gomme. Non sarà la fine del mondo se non ci qualificheremo davanti ma certo ci renderebbe le cose meno difficili. Vediamo cosa succede, dal mio punto di vista è il GP più vicino ai tifosi finlandesi, che vengono ogni anno a vederci: spero di poterli festeggiare con una vittoria”, ha concluso il pilota della Lotus.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

26 commenti
  1. Ridateci Imola

    24 luglio 2012 at 11:12

    Daje Kimi che se anche non vinci qui dopo c’è Spa!

  2. Maria

    24 luglio 2012 at 11:15

    dovete qualificarvi meglio, però che bei sorpassi domenica 😀
    Finalmente si é rivisto il vecchio Kimi!

    • MG

      24 luglio 2012 at 11:22

      Ed oltre a questo dovrebbero capire (e farci capire) perché cominciano ad andare forte da metà gara in poi.

      • Maria

        24 luglio 2012 at 11:27

        perché Kimi finisce l’acqua nella borraccia e mette la vodka 😉

      • pacho

        24 luglio 2012 at 11:29

        forse perchè la Lotus è in difficoltà con il pieno di carburante?

      • crashkid

        24 luglio 2012 at 11:33

        No!!!

        E’ in difficoltà col pieno di quell’altra cosa…

        scritta sopra la tua testa!

        Insomma sul post….dico!

  3. Uenj87

    24 luglio 2012 at 11:28

    Basta con le promesse..concretezza ora! Forza kimi!

  4. MG

    24 luglio 2012 at 11:32

    @Maria: ahahah a questo punto, fin dal primo giro, accontentiamolo! ..e vodka sia! 😀

    @pacho: potrebbe. o potrebbe essere sempre (dov’è la novità?) un problema di gomme.

    • Maria

      24 luglio 2012 at 11:43

      scherzavo comunque, penso anch’io che sia un problema con le gomme…

      • MG

        24 luglio 2012 at 13:00

        Scherzavo anch’io 😉
        In ogni caso, spero proprio che riescano ad esprimere tutto il potenziale, che c’è e si (intra)vede!
        Chissà come procederà la messa a punto del doppio DRS…

  5. DIE HARD

    24 luglio 2012 at 12:15

    per me vince a spa. è la sua pista vinse nel 2004 con una mclaren disastrosa e nel 2009 con la ferrari che fu la peggiore macchina(oltre al 2005 e 2007), addirittura abbandonarono da metà anno lo sviluppo della F60 per dedicarsi alla F10.

  6. Francesco_Iceman

    24 luglio 2012 at 12:28

    qui kimi è sempre andato forte quindi me lo aspetto di nuovo sul podio spero sia il primo ovviamente, lui nelle ultime gara sta dimostrando di esserci .. per adesso quarto è buono visto che ci siamo messi dietro 3 piloti dei 3 top team .. magari tra qui e spa si recupera ancora ..

  7. Federico Barone

    24 luglio 2012 at 12:30

    La vicinanza fra Finlandia ed Ungheria è proprio relativa…

    Se fa caldo, in Ungheria “teoricamente” dovrebbero andare forte Lotus e Sauber (e Williams).
    Ma forse non farà caldo, forse i top teams avranno trovato il sitema per rintuzzare gli attacchi degli altri. Io credo che non si possa dire con sicurezza chi andrà forte per tutta la gara, a Budapest. Una gara dura per le gomme. Wait and see…

  8. Walter76

    24 luglio 2012 at 12:36

    Ormai ogni gara è a se.In Ungheria potrebbe andare forte chiunque….anche se la RB è sempre in agguato per rendere al meglio (in un modo o nell’altro) in ogni occasione.

  9. Franz Iacobelli

    24 luglio 2012 at 14:50

    Kimi poteva già vincere in Barhain e quet’anno almeno una vittoria la merita!
    Io spero che ce la faccia almeno a Spa, il suo regno!

  10. reaper

    24 luglio 2012 at 18:26

    è difficile, perchè per Vincere, Kimi, deve fare, non solo un grande weekend, qualifiche comprese, ma augurarsi che almeno 5 macchine (1 Ferrari, 2 McLaren e 2 Redbull) abbiano tutte dei problemi, visto che il pacchetto pilota/macchina delle succitate è superiore all’accoppiata Kimi/Lotus, in più c’è anche il suo compagno di squadra.

  11. OverTheWall

    24 luglio 2012 at 18:52

    Kimi deve migliorare un po’ in qualifica, se partisse costantemente in seconda fila avrebbe più chance di vittoria. Sta facendo un ottimo campionato (nonostante 2 anni lontani dalla F1), e per quello che ha fatto vedere quest’anno, almeno una vittoria la meriterebbe.

    Go Kimi Go..!!!

  12. Alien

    24 luglio 2012 at 22:07

    Dove son finiti tutti i detrattori di Kimi?!? Allora, se il finlandese sbaglia due gare, è un bollito senza motivazioni… Se Grosjean su dieci ne sbaglia otto ma ne azzecca due, è talentuoso…

    • Beppe (Tifoso Redbull)

      25 luglio 2012 at 08:13

      Troppo discontinui, ma probabilmente non per colpa loro.

      Beppe

      • Francesco_Iceman

        25 luglio 2012 at 13:13

        kimi vorrei vederlo in un top team ( red bull o mclaren) e poi vediamo se è discontinuo …

  13. kroky78

    25 luglio 2012 at 12:56

    Mah, sono sempre più convinto che la scelta di Lotus e Mercedes di non sviluppare gli scarichi in chiave aerodinamica sarà sempre più penalizzante nel proseguo della stagione. La Mercedes è comunque riuscita a mettere in cascina una vittoria ad inizio stagine quando gli studi sull’ effetto Coanada erano agli inizi, ma adesso che Ferrari, Red Bull e Mclaren hanno perfezionato gli scarichi, per gli altri sarà sempre più difficile. Soprattutto in circuiti come quello ungherese dove il carico aerodinamico è fondamentale e gli scarichi sono fondamentali per incrementarlo. Qui favorita è la Red Bull, la Mclaren è un po’ un’ incognita perchè non si sa bene quanto valgono gli aggioramenti, comunque positivi e la Ferrari di Alonso è sempre una certezza. Una chance in più per la Lotus può derivare dal miglioramento in qualifica se il loro sistema di stallo dell’ ala si dimostrerà efficace, ma sono sempre ipotesi…

  14. GT

    25 luglio 2012 at 14:18

    Io domenica ho visto una Lotus forte sin dall’inizio, altro che Diesel!!! Anzi, nell’ultimo stint i suoi tempi si sono “normalizzati”, e si sono equivalsi con quelli dei primi. Con una qualifica da 2° fila, e un primo stint aggressivo, il finlandese vincerà!!

    • tatanka

      25 luglio 2012 at 23:30

      Allora devi aver seguito la gara con il live timing davanti…perchè anch’io domenica ho visto una Lotus veloce già dal terzo giro.
      Sono nel finale si è normalizzato probabilmente anche per le posizioni ormai stabili e per dei pit fatti con un paio di giri in anticipo

      • GT

        26 luglio 2012 at 14:02

        Si il live timing è fantastico, anche se praticamente mi ha distratto dalla televisione. Però mi ha permesso di vedere tutti i tempi giro per giro. E Kimi aveva gli stessi tempi dei top! Lui avevo solo 6 secondi di Button e 10 da Alonso dopo 20 giri,poi purtroppo ha dovuto percorrere 27 giri con le soft, e pur conservando il ritmo, perdeva dalle più performanti medium!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati