Pirelli porta a Valencia la mescola soft e medium

Pirelli porta a Valencia la mescola soft e medium

Le esigenze uniche del circuito stradale di Valencia fanno sì che in questo weekend, in Spagna, Pirelli introdurrà il suo nuovo pneumatico medium, che è stato provato durante le prove libere in Canada, due settimane fa.

Il PZero White medium non ha la stessa durata del pneumatico hard protagonista dei primi cinque gran premi della stagione, ma è più veloce e rappresenta uno step significativo nella gamma rispetto al PZero Yellow soft, che a Valencia sarà la mescola ‘option’.
Pirelli ha provato due volte a Valencia nel corso della preparazione alla sua prima stagione in Formula Uno, ma solo sul circuito permanente alle porte della città e non sui 5,419 km del tracciato stradale inaugurato nel 2008, che si snoda attraverso la modernissima Città delle Arti e delle Scienze, opera del celebre architetto locale Santiago Calatrava.
Valencia sarà il terzo circuito cittadino consecutivo quest’anno, dopo Monaco e Canada, gare in cui il risultato si è deciso solo negli ultimissimi giri.
Il tracciato di Valencia ha poco in comune con altri circuiti stradali ed è caratterizzato da un’ampia varietà di curve e da una percentuale relativamente elevata di tempo sul giro a piena velocità, oltre che dalla superficie liscia.
La natura ‘stop-start’, ovvero intermittente, del circuito e i frequenti cambi di direzione sollecitano pesantemente gli pneumatici in fase di trazione e frenata, senza contare che la scarsa aderenza si ripercuote sul supporto laterale nelle curve. La pista è utilizzata una sola volta all’anno, per cui la quantità di grip evolve in modo considerevole nel corso del weekend, man mano che la superficie si gomma.

Il commento del Direttore Motorsport Pirelli:

Paul Hembery: “Fino a questo punto della stagione abbiamo assistito a gare fantastiche sui circuiti stradali, con l’ultimo gran premio in Canada che è stato uno degli highlights dell’anno, quindi speriamo che Valencia confermi questa tendenza, anche se qui è notoriamente difficile superare. È probabile che il consumo degli pneumatici sia piuttosto elevato, per via del disegno del tracciato, della natura della superficie e anche delle condizioni meteo, con temperature che si preannunciano molto alte. Per tutti questi motivi, abbiamo scelto le mescole medium e soft, che dovrebbero offrire ai Team un buon livello di resistenza, numerose e diverse opportunità a livello di strategia e circa un secondo al giro di differenza tra le mescole. Gli pneumatici PZero White sono stati leggermente modificati rispetto alla specifica originaria per aumentarne un po’ la durata, in linea con quanto fatto per i PZero Silver hard in Spagna, e si tratta della mescola che i Team hanno provato durante le libere del venerdì in Canada, da cui abbiamo ricavato moltissimi dati utili.”

Il commento del pilota di Formula Uno:

Vitantonio Liuzzi (Hispania Racing Team): “Il giro a Valencia è molto lungo e tecnico, e per fare le migliori prestazioni occorre avere un buon bilanciamento. Dal punto di vista del pilota, la cosa più difficile è frenare e curvare, e trovare soluzioni per superare. Sarà una gara davvero impegnativa anche per gli pneumatici, specie per i posteriori, molto stressati alle basse velocità per via della trazione elevata. Sarà difficile non surriscaldare le gomme posteriori, vista la natura della superficie combinata con le temperature dell’asfalto. È un evento che attendo con impazienza, perché è un’altra gara di casa per noi e sicuramente sarà ricca d’azione. Per quanto riguarda gli pneumatici, Valencia rappresenta una grande sfida in termini di durata: anche se finora hanno reagito bene in numerose e diverse condizioni.”

Note tecniche:

* Con 25 curve numerate, Valencia è il circuito che vanta più curve nel calendario di Formula Uno, oltre al quinto maggior numero di cambi marcia per giro dell’anno. Questo weekend saranno 57 i giri da percorrere in gara.

* Le previsioni meteo indicano asciutto e caldo nel corso del weekend, con temperature ambientali di circa 29 gradi centigradi, mentre quelle dell’asfalto saranno tra le più elevate registrate finora nel corso dell’anno.

* Durante i tre gran premi svoltisi finora a Valencia, non c’è mai stato un numero particolarmente elevato di pitstop. Lo scorso anno le soste complessivamente furono 29: una media di 1,2 per monoposto.

Pirelli porta a Valencia la mescola soft e medium
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

9 commenti
  1. tuiostokaz

    20 giugno 2011 at 18:11

    ehhh magari per favorire la ferraglia..sempre ste pzero red e basta abbiamo capito che vi ha pagato montezumann…

  2. umberto

    20 giugno 2011 at 18:24

    la solita gente che deve offendere gratuitamente.a cchi non interessa la ferrari o la f1 che segua pure il calcio!

  3. Vinc

    20 giugno 2011 at 18:31

    @tuiostokaz

    Infatti non ci saranno le PZero Red ma quelle gialle.

    Sprovveduto!

  4. MITB

    20 giugno 2011 at 19:17

    No ha sbagliato il sito, pirelli porterà le supersoft.

  5. Turez

    20 giugno 2011 at 19:42

    Cosa centra la Ferrari? -.-

  6. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    20 giugno 2011 at 20:35

    MA CHE DIAMINE C’ENTRERà POI LA FERRARI con le gomme?!?!? Infatti quest’anno ha dominato in lungo e in largo eh?!?!?

    E il bello è che poi sono i Ferraristi ad esser rosiconi.
    Ma basta dai!
    uff..

  7. Spy Blog

    20 giugno 2011 at 22:34

    Io vi dico che MI SONO ROTTO I COSIDETTI di queste gomme. Ormai non si parla di altro, hanno loro l’importanza totale in questa F1.I piloti vengono dopo, perchè basta un treno nuovo per vedere cosa si può fare.. recuperare dalle ultime posizioni e vincere.

  8. fra93

    21 giugno 2011 at 01:19

    E’ VERO, QUESTE GOMME SONO SEMPRE PIU’ PROTAGONISTE.
    MA SAPETE CHE VI DICO?
    GRAZIE A QUESTE PIRELLI, CHE SODDISFANO IN PIENO LA FIA, CHE CHIEDEVA GOMME CHE SI CONSUMASSERO DI BOTTO ECC., PER PORTARE CAOS E QUINDI SPETTACOLO, QUEST’ANNO LE GARE MI PIACCIONO MOLTO!
    MI RENDO CONTO CHE IN UN CERTO SENSO E’ TUTTO UN PO’ “ARTIFICIALE”, PERCHE’ LE GOMME MATTE PORTANO A VOLTE A VALORI IN CAMPO SFALSATI, MA ALLA FINE TUTTO VA COME DEVE ANDARE, E VINCONO I MIGLIORI, E I PEGGIORI RECITANO IL MEA CULPA.
    E POI I PILOTI CONTANO TANTO COMUNQUE, PERCHE’ NON DEVONO SOLO ANDARE FORTE, MA ANCHE EVITARE ERRORI, E INVECE DI ERRORI NE VEDIAMO SEMPRE TANTI E GROSSI, E A VOLTE DETERMINANTI PER LE PRIME POSIZIONI, CON HAMILTON MAGGIORE FORNITORE DI RISATE!
    FINALMENTE GARE BELLE, SPETTACOLARI, INCERTE ED EMOZIONANTI!
    GRAZIE PIRELLI, GRAZIE F1!

  9. fra93

    21 giugno 2011 at 01:22

    E NON DOBBIAMO PIU’ SPERARE NELLA PIOGGIA PER VEDERE SPETTACOLO! SEMPRE A PATTO CHE SI CORRA SU PISTE VERE, NON COME LA PROSSIMA.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Valencia, addio alla F1?

Il circuito preso d'assalto dai ladri
Il futuro di Valencia in Formula 1 sarebbe ormai segnato e la città spagnola potrebbe non ospitare mai più un
Focus F1

La pazza idea di Ecclestone: un GP a Londra

Il patron della F1 sarebbe tentato dall'idea di una gara nel cuore della capitale britannica
Bernie Ecclestone a 81 anni pare immune dagli scandali finanziari che lo circondano e pensa a nuove gare sempre più
Focus F1

A Valencia spettacolo e 58 sorpassi

La bellissima gara di domenica scorsa fa crescere il rammarico per una pista che è a rischio eliminazione dal calendario
Descritto in anticipo come una corsa noiosa, il GP d’Europa di Valencia è stato uno dei gran premi più belli