Pagelle GP Monaco – Hamilton e Verstappen danno spettacolo, Vettel risale

Leclerc entusiasma, ma esagera. Ottime gare di Sainz e Kvyat

Pagelle GP Monaco – Hamilton e Verstappen danno spettacolo, Vettel risale

Lewis Hamilton 10 e lode La numero 77 è piena di significati e simboli, è una lunga rincorsa che inizia in una settimana emotivamente difficile, costruita su una pole position letteralmente da urlo, per il modo con cui è cercata, per come questo ragazzo riesce a buttare la monoposto tra i muretti, blandendoli in una corrispondenza di amorosi sensi. E poi c’è una gara sofferta, giù a gestire gomme anteriori andate per troppi giri. Ma Montecarlo è anche questo, sofferenza che anela e consacra. Se ce ne fosse ancora bisogno… PRINCIPE

Sebastian Vettel 8 Una piazza d’onore scacciacrisi, ereditata più per le sfortune altrui che per meriti propri, ma va dato atto al tedeschino di non sbagliare nulla quando conta. L’errore in FP3 cancellato dalla grinta e dalla concentrazione che ci mette in qualifica e in gara, per massimizzare il potenziale evidentemente scarno della SF90. Prendi e porta a casa, bisogna anche sapersi far trovare al posto giusto al momento giusto. OPPORTUNISTA

Valtteri Bottas 8 L’improvvida foratura e la sosta in più gli tolgono la seconda piazza, ma la sua Monaco la perde in qualifica, battuto dalla guida spiritata di Hamilton. Primo podio nel principato, certamente sfortunato, ma la luce del team mate brilla troppo stavolta, anche per il prode boscaiolo. Così si fa dura. IN SORDINA

Max Verstappen 9,5 Quarto per caso, perché guida da primo della classe, da fenomeno, incollandosi agli scarichi di Hamilton per tutta la gara, pronto a sferrare il colpo ferale, e ha il coraggio di provarci anche se gli va male, trovando la gomma del rivale e non  il pertugio agognato. E però ce ne fossero di piloti così, che inseguono la vittoria a testa bassa, noncuranti di rivali e penalità. TRAVOLGENTE

Pierre Gasly 7 Il confronto con Verstappen è impietoso, ma è una delle sue migliori gare in Red Bull e ancora una volta mette a segno il giro più veloce. Un brodino che scalda un po’.

Carlos Sainz 7,5 Ispirato tra le stradine di Montecarlo, sia in qualifica che in gara, è sesto al traguardo dopo una grande partenza con sorpasso all’esterno su Kvyat prima del Casinò. Terzo risultato utile consecutivo e settimo posto in classifica Piloti. IN FORMA

Daniil Kvyat e Alex Albon 7,5 Impeccabili sia in prova che in gara, esenti da errori e imprecisioni, il più esperto Kvyat e il sempre più sorprendente rookie Albon, in tandem per un risultato di squadra che proietta la Toro Rosso vicina alle posizioni più nobili della classifica iridata. D’altronde Faenza si sta confermando presenza fissa in zona punti.

Daniel Ricciardo 7 Tra le stradine del Principato fa sempre la differenza a livello di guida, purtroppo per lui viene svantaggia dall’ingresso della safety car, scivolando in nona posizione. Punti comunque che fanno morale (con una posizione guadagnata grazie alla penalità inflitta a Grosjean).

Romain Grosjean 6,5 Da tredicesimo a decimo a Montecarlo è comunque un risultato positivo, in più dimostra maturità nel non insistere a difendersi su Leclerc alla Rascasse, anche se gli dà del kamikaze via radio… COMBATTIVO

Nico Hulkenberg 6 Non brilla come Ricciardo, ma la foratura patita nel contatto con Leclerc lo solleva da qualsiasi colpa per la gara per forza di cose diventata presto anonima.

Kevin Magnussen 5 Tanto sorprendente in qualifica quanto impalpabile in gara. Dice che non ha funzionato nulla. DESAPARECIDO

Lando Norris 5 Porta la McLaren a traguardo ma non guida bene come Sainz. Si fa uccellare al Loews da Leclerc…

Sergio Perez 5 Impalpabile, ma almeno ha i riflessi abbastanza pronti da evitare di investire i due improvvidi commissari ballerini…

George Russel 6,5 Alla fine si tiene dietro una “Force India o come si chiama adesso” (cit.) e le due Alfa Romeo. HA VINTO

Kimi Raikkonen 5 Involuzione preoccupante per l’Alfa Romeo e stavolta Kimi può fare davvero ben poco.

Antonio Giovinazzi 4,5 Male, con l’aggravante di beccare il povero Kubica alla Rascasse…ma come per Kimi anche per lui vale il discorso di una monoposto non certo performante tra le strade di Monaco.

Charles Leclerc 6 Che è la media per l’otto che si merita per il coraggio, l’abnegazione, la leggerezza e la velocità innata con cui si infila in spazi sconosciuti ai più a Montecarlo e il quattro per l’eccesso di irruenza che lo costringe ad un improvvido ritiro. Però entusiasma e non poco.

Altri: Robert Kubica (5,5); Lance Stroll (4,5)

GP Monaco 7,5 Ci ha tenuto incollati allo schermo e per una gara che spesso è noiosa non è cosa da poco

Antonino Rendina


Pagelle GP Monaco – Hamilton e Verstappen danno spettacolo, Vettel risale
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. Victor61

    28 maggio 2019 at 15:20

    Antonio, Antonio…ma coooome fino all’anno scorso a Lewis al massimo davi un 8 stiracchiato anche quando faceva cose strabilianti in pista e invece da quest’anno magicamente hai scoperto la grandezza del Fenomeno Nero e lo premi con 10 e lode in più di un’occasione…guarda Rendina che Lewis non ha ancora firmato per la Ferrari e non è detto che lo faccia soprattutto se quel cialtrone di Wolff la pianta di sabotargli la macchina per far andare più veloce in qualifica il suo pupillo Bottas…piacerebbe a tutti vedere Ham in Rosso che bastona quell’arrogante impunito di Wolff ma Lewis non è uno stupido e sa benissimo che se non vuole che Toto faccia vincere il suo compagno di box, dovrà rinunciare a qualche cosa nella sua carriera anche perché con la Merc si è quasi certi di poter vincere un mondiale anche l’anno prossimo mentre con la Ferrari molti dubbi rimangono…

  2. frency

    28 maggio 2019 at 17:20

    Non sono d’accordo con il voto 8 dato a Vettel, perche la seconda piazza l’ha presa non x merito suo…
    Poi vorrei dire a Victor, adesso come adesso anche se tornasse il grande Senna la ferrari non riuscirebbe a vincere……

  3. Roby Bad

    28 maggio 2019 at 22:18

    Verstappen ha fatto tutta sta gran gara ?
    Ha fatto due sole manovre e ha preso due Mercedes diverse…
    Unica bravura stare dietro a Lewis

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati