Minardi: “Alonso aveva ragione sulla Ferrari”

L'ex patron di F1 deluso dalle prestazioni della Rossa

Minardi: “Alonso aveva ragione sulla Ferrari”

La notizia non stupisce più di tanto. Giancarlo Minardi ha dichiarato di essere d’accordo con il pupillo di una vita Fernando Alonso. Su che cosa allora vi chiederete. Risposta. Sulla Ferrari e le sue defaillance, come direbbe Naike Rivelli.

“Il distacco dalla Mercedes non è diminuito ed è stata solo brava a sfruttare le difficoltà di Red Bull e McLaren – il pensiero dell’ex patron dell’omonima scuderia di F1 espresso in un’intervista a Leo Turrini – Dovessi darle un voto, le darei 6,5”.

“Faccio comunque i complimenti al team principal Maurizio Arrivabene per i podi finora conquistati, tra cui ricordiamo proprio quello di domenica scorsa a Silverstone – ha proseguito – Il problema però è la prestazione pura. E’ bene ricordare che dal 2016 i motori verranno congelati di nuovo…”.

Interrogato infine sul nome più interessante da inserire in squadra al posto di Kimi Raikkonen il manager emiliano ha pronunciato senza esitazioni Nico Hulkenberg, pilota tornato alla ribalta del Circus-mercato dopo il successo del mese scorso alla 24 Ore di Le Mans.

Chiara Rainis

Minardi: “Alonso aveva ragione sulla Ferrari”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

13 commenti
  1. Thomas-1996

    8 luglio 2015 at 20:05

    7 podi su 9 gare, rispetto ai 2 podi su 19 l’anno scorso. Il gap è lo stesso?

    Goditi la pensione Giancà.

    • ale7485

      8 luglio 2015 at 20:27

      …considerando una RedBull nelle retrovie che non gli ruba più i podi (hai parlato di Williams?) diciamo che il miglioramento non è così puro come vorrebbero suggerire i numeri!
      Però si, un minimo il gap si è colmato.

    • Marcocelli

      8 luglio 2015 at 22:48

      Se Red Bull e Williams hanno fatto il gambero …., non è colpa del dott. Minardi.
      Bando alle chiacchiere, la Ferrari è migliorata nel motore ma sta sempre una spanna dietro alla Mercedes, ovvero a fare il solito asino che rincorre la carota senza la possibilità di acchiapparla.

      • stefanoabbadia

        9 luglio 2015 at 07:39

        e del telaio che manifesta le croniche difficoltà..temperatura gomme ecc…non ne parla mai nessuno? sempre colpa del solo motore che era stato realizzato volutamente leggerissimo e dagli ingombri ridotti con masse radianti davvero piccole rispetto alla concorrenza per dare vantaggi all’aerodinamica ( a discapito della potenza)..vantaggi mai visti..sempre e solo colpa del motore? cavoli..questo Allyson non lo si tocca proprio neh!!!!! e pensare che si mormora che lui sia in Ferrari dalla primavera 2013…e non si capisce come mai non sia mai colpa sua..

    • schumy2

      schumy2

      9 luglio 2015 at 08:46

      È vero che la Ferrari è dietro ma molto meglio di quella che guidava alonso

    • Marcocelli

      9 luglio 2015 at 23:43

      E quindi si può dire che Vettel è un pi**ne graduato dal momento che con questo missile rosso non riuscirà nemmeno a classificarsi 2° nel mondiale piloti.

  2. kimi-kimino

    8 luglio 2015 at 20:23

    Grande video e bellissima canzone quella di naike. Questa è musica…anche al samurai, pozzo di scienza (con la i) e di verità, di sicuro piacerà.

    • kimi-kimino

      9 luglio 2015 at 11:25

      Ho rivisto il video…spettacolo. cmq la hit si intitola défaillance non dafaillance!!

  3. Underdog

    8 luglio 2015 at 22:34

    A Giancà. …ti sei fissato con Alonso.
    Si lo sappiamo che l’hai lanciato tu, forse è l’unica per cui sei ricordato.
    Comunque quello che dici sono stronzate, perché quest’anno la Mercedes è più in forma dell’anno scorso e solo la Ferrari mette un po di pressione..
    Poi parli di difficoltà della Mclaren e Red bull..la prima, non sono difficoltà, li hanno proprio sbagliato tutto, e in f1 non vince solo chi è più veloce ma anche chi sbaglia di meno e tu dovresti saperlo, perché l’unica gara che ha vinto la tua ex scuderia(quando gia non era piu tua)fu proprio per merito di un pilota che non sbaglia quasi mai..
    La seconda è sempre stata super orgogliosa delle sue innovazioni sopraffine ricopiare da tutti e adesso si fa passare dalla sorella più povera.
    Tra te e Cesare Fiorio è una bella gara a chi ha il poster più grande di Alonso, che non vi si fila.

  4. 12cilindri

    9 luglio 2015 at 10:06

    infatti alonso aveva ragione con la ferrari?e invece con la mclaren?che doveva spaccare il mondo ad inizio stagione dove?ma minardi fammi il piacere hai fatto molto per la f1 di una volta,ma è giunta l’ora di andartene a chiudere in una casa di riposo,la ferrari 2015 non è altro che un evoluzione riveduta e corretta di quella del 2014,fatta in solo 3 mesi,che cavolo volete di più,il vero progetto interamente allison sarà nel 2016,regolamento permettendo e poi vedrai se alonso aveva ragione

  5. morriss

    morriss

    9 luglio 2015 at 11:07

    come sempre vanno rispettati i pensieri altrui, ma mi spiace non essere d accordo con giancarlo, unico proprietario di team (anni 90) che a monza pur non avendo 1 straccio di pass mi ha concesso (lui e la squadra) di poter stare all interno del loro box e fotografare tutto, risultando anche d intralcio ai meccanici che erano a lavoro sulla vettura di pierluigi martini, 1 gesto che non dimentichero mai e x il quale saro sempre riconoscente a giancarlo. Detto questo la sua affermazione (se correttamente riportata) non mi trova d accordo ma forse lui avra i suoi motivi x pensare cio!!!

  6. ecgf1

    9 luglio 2015 at 12:53

    Il miglioramento della Ferrari rispetto all’anno scorso c’è sicuramente ma in generale sono d’accordo con Minardi-Alonso-Briatore. La Red Bull quest’anno non è una minaccia per la Ferrari e questo è un fatto, la Williams invece lo sta diventando a causa del solito problema Ferrari, ovvero il mancato sviluppo della monoposto nel corso della stagione. Arrivabene si dice soddisfatto del metodo di lavoro, ma i risultati dove sono? Dove sono finiti i tanti sbandierati miglioramenti sulla power-unit e sull’aerodinamica? Ormai siamo a metà campionato. Mah…siamo alle solite

  7. Gianca

    9 luglio 2015 at 21:17

    ma cosa pretendete dall’aerodinamica? se qualcuno riesce ad avere un gran miglioramento significa che prima aveva lavorato male, nulla di più.
    I miglioramenti sono stati fatti grazie agli aggiornamenti ai motori, solo che con l’attuale regolamento per chi è in dietro è davvero complicato il recupero…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati