McLaren, Button: “Un peccato la mia brutta partenza”

McLaren, Button: “Un peccato la mia brutta partenza”

Jenson Button è deluso per la sua brutta partenza nel Gran Premio d’Italia, perchè pensa che sarebbe potuto essere più vicino a Sebastian Vettel.

Button, partito dalla terza posizione, è sceso fino al settimo posto dopo la prima curva all’inizio, ed ha dovuto rincorrere durante la gara, passando prima Lewis Hamilton, poi Michael Schumacher e infine Fernando Alonso.

Il pilota inglese ha tagliato quindi il traguardo al secondo posto, una decina di secondi dietro Vettel.

Button ha ammesso di aver disputato una buona gara, ma è rammaricato del fatto che senza la sua brutta partenza, forse avrebbe potuto mettere pressione anche a Vettel.

“E ‘stata una gara davvero divertente,” ha dichiarato Button. “Combattere con Lewis, con Michael, e con Fernando. E ‘stata una buona gara, non fosse per la partenza, è sempre molto difficile quando si devono recuperare delle posizioni.”

“Ho avuto una partenza difficile ma è stato molto divertente, e l’atmosfera elettrizzante.”

Ha aggiunto: “Non so se potevo battere Seb oggi. E ‘un peccato ho avuto una brutta partenza, un piccolo problema ma che può costare un sacco di tempo…”

“Abbiamo fatto un ottimo lavoro anche con il pitstop.”

Button ha detto che passare Alonso per il secondo posto è stato un momento di “tensione”, anche se è stato in grado di superare lo spagnolo con il DRS e il KERS sul rettilineo.

“Ho fatto un errore alla Ascari, e Fernando si è allontanato e non ho potuto stargli più vicino, ma con le gomme medie Fernando ha avuto problemi di grip.”

“Questa è la cosa buona del KERS: si può prendere un pilota se fa un errore. E ‘stato un momento di tensione ma alla fine l’ho superato”.

McLaren, Button: “Un peccato la mia brutta partenza”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

24 commenti
  1. thomas

    11 settembre 2011 at 16:58

    “il talento di Mr.Button..”

  2. Cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari) [[ a tutela della F1 fuori: Mike Coughlan e Briatore]]

    11 settembre 2011 at 17:16

    ha beffato hamilton e scumacher che scannandosi hanno distrutto gomme e tempi su giro, anche se devo ammettere che ho preferito veder lottare serrati giro su giro piuttosto che una gara con sorpassi veloci.

  3. Lh

    11 settembre 2011 at 17:21

    grazie drs vero Jenson, solo così sai superare…sei ridicolo, il duello lewis-pippamacher mi ha ricordato la F3 quando Lewis rimase all’attacco per tutta la gara contro vettel che era primo, agli ultimi giri il mastino non ha mollato ed ha passato il tedeschino..grande Lewis!

    • altair

      11 settembre 2011 at 17:42

      ne scrivi di cazzate!

      • Angelo

        11 settembre 2011 at 22:37

        Ma va a cagare Lh! pippa ce sarai te, schumacher è un mito te sei na schiappa!

  4. Bart

    11 settembre 2011 at 17:24

    Un vero signore Button. In un giro ha sorpassato due piloti di “razza” come Schumacher e Hamilton. La partenza in effetti non è stata un gran chè e questo ha inciso sul resto della gara, ma non saprei se avesse potuto lottare con Vettel, l’austriaco era imprendibile oggi!!!! Continua così Button e vai McLaren Mercedes!!!!

    • Uenj87 (Tifoso dello spettacolo in pista)

      11 settembre 2011 at 18:00

      Concordo pienamente..Aggressività mischiata all’intelligenza..Ha attaccato Hamilton e Schumi nel momento in cui doveva attaccarli. Alla fine la sua partenza non ha influenzato tantissimo nel risultato finale. Vettel era una lepre oggi.

      • Francesco

        11 settembre 2011 at 19:05

        ma non diciamo sciocchezze, era come un avvoltoio: ha passato hamilton alla prima innumerevoli cazzate commesse dal pollo lewis e schumi era sulle tele quando paracarro button lo ha passato due curve prima di rientrare ai box per cambiare le gomme: onore al merito di schumi e lewis per il duello entusiasmante…!!!

  5. Uenj87 (Tifoso dello spettacolo in pista)

    11 settembre 2011 at 17:54

    Brutta partenza anche se dopo si è dato da fare..Gran pilota

    • Chris (tifoso J. Button, simpatizzante Schumacher, B. Senna e Ferrari)

      12 settembre 2011 at 03:53

      Se solo fosse partito decentemente… Tuttavia, terzo P2 consecutivo a Monza. Non male, ma se avesse vinto almeno una volta (cosa che ai punti avrebbe meritato l’anno scorso), di certo non mi sarebbe dispiaciuto! 😉

  6. Giulio

    11 settembre 2011 at 18:20

    Oggi ho visto solo due piloti correre nel vero senso del termine. Michael Schumacher e Fernando Alonso. Button è un furbo, che sa come far girare a suo favore una molteplicità di situazioni, in buona parte create dal compagno di squadra che, ultimamente, di assist gliene procura parecchi. Schumacher e Alonso hanno corso oltre alle capacità del mezzo che guidavano, a prescindere da Kers, DRS, gomme e quant’altro. Vettel altro non ha fatto che svolgere il compitino, e quanto ad Hamilton.. Stendiamo un velo pietoso.

    • Francesco

      11 settembre 2011 at 19:02

      …il problema, caro Giulio, come puoi leggere dai commenti, che sono in pochi a capirlo: paracarro Button ha passato Schumi mezzo giro prima che il Kaiser è stato costretto ad entrare ai box perchè ormai era sulle tele per aver tenute dietro Hamilton in un bellissimo duello serrato in cui tutti e due ci hanno rimesso, e poi bello bello butto li ha infilati alla prima occasione.
      ma a tutti sembra che ha fatto tutto solo lui, invece che criticare la partenza da culo che ha fatto, al contrario delle solite e superlative partenze degli unici due veri grandi piloti ancora rimasti: Schumacher e il suo erede, FERNANDO ALONSO!!!

      • Giulio

        11 settembre 2011 at 19:11

        Con questo non voglio certo dire che Button sia un pilota mediocre. Anzi, quest’anno sta facendo vedere i sorci verdi ad un Hamilton che, secondo molti, già al primo anno dopo il suo arrivo doveva asfaltare il neo-campione del mondo, mentre non è stato certamente così.
        Button è un ottimo pilota, e il punto di forza della Mecca è avere due ottimi piloti, in cui se uno va per prati, l’altro è sempre pronto a portare a casa un podio. E’ quello che manca alla Ferrari del resto. Hamilton deve maturare se vuole seguitare a vincere titoli mondiali. Perchè lo scorso anno qui, a Monza, è iniziato il suo declino stagionale. Quest’anno invece la sua stagione è finita già da un pezzo, mentre guarda caso Button gli è davanti di non poco in classifica. Ha bisogno di una ridimensionata.
        Alonso quando ci mette il cuore, fa queste cose. Se il cuore l’avesse messo in molte gare dello scorso anno, probabilmente sarebbe una Ferrari ad avere il numero 1 sul musetto.

    • 7

      12 settembre 2011 at 18:05

  7. MC-Nicky69

    11 settembre 2011 at 19:45

    Bravo Jenson bella gara peccato per la brutta partenza ma va bene cosi =)

  8. dale

    11 settembre 2011 at 22:27

    beh non commentare positivamente la prova di button è veramente una cosa poco realistica.. ha toppato la partenza (errore pesante) ma, dopo i primi 10 secondi di gara la sua performance è stata perfetta in tutto e per tutto.
    Ha aspettato il momento giusto (cosa che non hanno fatto webber e hamilton, gli unicic che potevano impensierirlo oltre a vettel),poi è stato fantastico: recupero su hamilton/schumy, sorpasso immediato e su schumy molto bello e cattivo, li stacca subito facendo il gap, riprende alonso con le morbide, cambia le gomme (e perde almeno un secondo causa barrichello), riprende nuovamente alonso e alla prima sua imperfezione lo passa.
    Diminuisce poi il divario da vettel.
    come fai a non giudicarlo bene.
    Davvero Bravo: gli manca solo di battere hamilton in prova, perchè secondo me nel complesso in gara gli è superiore, sopattutto con le regole di quest’anno.

  9. filippo82

    12 settembre 2011 at 01:03

    button quest’anno si incasina in qualifica o alla partenza. Altrimenti sarebbe comodamente in seconda posizione del mondiale.Ah il mondiale 2009 l’ha vinto forse senza brillare , ma se lo sta strameritando in questo biennio in McLaren. Mai un errore tattico mai una sbavatura. i MONDIALI ED i punti pesanti si costruiscono cosi non facendo autoscontro con kobayashi (spa 2011) o speronando il malcapitato di turno (maldonado, massa). Applausi per jenson, bagno di umità per hamilton, che siccome è nero si è trovato un anziano con il cappello che non gli lasciava strada x 20 giri…

  10. michele

    12 settembre 2011 at 10:47

    La gara di ieri mi ha molto rattristato.
    L’unica nota positiva è stato il terzo posto della ferrari, con quella partenza alla Gilles Villeneuve di Alonso.
    Tuttavia, venendo al punto, la gara ha confermato quello che ho sempre sostenuto in passato.
    Hamilton contro tutti? E’ proprio il caso di dirlo!!!!!!!!!!
    Ho letto che qualcuno si è sprecato in lodi verso Button ed altri. Ed anche questo me l’aspettavo.
    Andiamo per ordine.
    Gia dal venerdì il DS Ferrari Domenicali, nonostante la RB fosse certamente favorita, dava per vincente Hamilton, che dimostra che il vero uomo da battere è lui e che Domenicali farebbe carte false per averlo in squadra!!!
    In gara abbiamo visto un bel duello Hamilton-Schumacher.
    Tuttavia il tedesco, seppur molto combattivo, ha mostrato i suoi vecchi vizi e cioè egli non gradisce molto essere sorpassato e quando accade o sta per accadere adotta tutti i mezzi per evitarlo, anche quelli scorretti.
    Si spostava più volte per danneggiare Hamilton, senza suscitare però reazioni da parte della giuria.
    E’ proprio questo il punto. Qualcuno ha voluto fare capire ad Hamilton che le ferree regole della F1 che per lui sono ancora più ferree, quando vanno a suo favore non si applicano! E’ ovvio visto che Hamilton è l’unico che ha messo in discussione, anche senza volerlo lo status quo della F1!!!!!
    Per Hamilton, la pecora nera della F1, le regole non valgono come per gli altri.
    Una umiliazione che il ragazzo ha subito senza troppo ferire, perché è un signore!!!!!!!!!!
    Non solo, ma quando Button approfittando del suo tentativo di passare schumacher lo ha superato, dimostrando di non essere un vero compagno di squadra, egli non ha tentato di ostacolarlo, come invece Button ha fatto tante volte, vedi ad esempio Canada etc…
    Anche qui Hamilton contro tutti!
    Ma veniamo a schumacher. Nella stessa occasione button aveva superato pure schumi, ma il tedesco, invece di preoccuparsi di rincorrere button sfruttando alette varie, era concentrato solo a tenere dietro Hamilton, come se stare davanti al pilota di colore equivalesse a vincere un GP.
    Che dire…la prova che il vero n. 1 della F1 è Hamilton è garantita e che Hamiton è contrro tutti!!!!!!!!!!!
    E’ il destino di questo campione che alla fine ha totalizzato anche il best lap della gara, dimostrando che se avesse avuto strada libera le cose forse potevano assumere un piega diversa.
    Ma queste sono le corse, come diceva Senna,….. però Lewis è ora che cominci a svegliarti perché qui non ti tutela nessuno, Button ancora meno, che fa il compagno di squadra solo quando gli conviene!!! Per non parlare della Mc Laren che proprio non ti si fila per niente proprio nonostante sulla carta dovrebbe tenerti stretto stretto.
    E’ ora che ti guardi attorno, che è meglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Francesco Petri

      12 settembre 2011 at 19:13

      su certe cose sn d’accordo e altre no!
      sul comportamento di Schumacher x esempio ti dò ragione.
      e x dirla tutta io resto convinto del fatto ke la Mercedes, x precisa volontà di Ecclestone, ha deciso di favorire Michael: guardacaso in agosto Bernie disse “Mi dispiace che Schumacher vada male, la Mercedes dovrebbe sviluppare la macchina attorno a lui” traduzione: ” Schumy nel 2010 ha fatto schifo e il Grande Ritorno del Kaiser è stato solo un flop! se anche quest’anno Rosberg lo batte io perdo tutti i milioni ke ho investito sul suo ritorno”. di qui è facile capire anche il comportamento dei commissari in alcune gare.
      ma quello ke hai detto su Button e Hamilton proprio nn lo capisco!
      Lewis sicuramente ha talento ed è veloce, ma non si può negare ke anche senza sanzioni, di errori ne fa parecchi, e così perde molti punti utili! JB invece è stato spesso protagonista di ottime gare, fra cui quella del Canada, dove rimontò da 21° a 1°, e senza ordini di squadra o altre cavolate.
      del resto pure Hamilton nel 2007-08 commise alcune scorrettezze (es Fuji ’07), ma in quel caso non venne mai penalizzato! purtroppo,come nel calcio, è anche una questione di interessi di soldi e quello ke in quel momento deve farla da protagonista diventa intoccabile xkè se no qualke stronzo non ci guadagna i suoi bei milioni

  11. Boedo

    12 settembre 2011 at 11:10

    Da tifoso McLaren speravo di vedere entrambi i piloti sul podio. La partenza negativa di entrambi i piloti e la scarsa velocità di punta hanno condizionato negativamente la gara di entrambi. Il mio giudizio è che sono 2 campioni che meriterebbero di correre con una vettura migliore, tale da consentire un duello per il titolo tra di loro come ai tempi di Senna-Prost. Credo che il più grande peccato della Formula 1 di oggi sia questo, non poter vedere un duello dall’Australia al Brasile per l’iride tra Hamilton e Button, sarebbe veramente qualcosa di inredibile. Michele solo in parte concordo con te, nel senso che è vero che Lewis è tartassato poichè è il nemico giurato della Ferrari (quindi di Montezemolo) e di Alonso, però secondo me duelli duri come quelli tra lui e Schumacher o Button che ne approfitta sono l’essenza di questo sport, i veri tifosi di Hamilton e lui che è un grandissimo ce ne da l’esempio non lamentandosi accettano il risultato, Lewis risponde in pista e secondo me ha gia mostrato le capacità per poter mettere in riga tutti (Schumacher, Button, Alonso, Vettel) però alle volte il suo talento non basta, sia per limiti di vettura che per sua troppa frenesia, Hamilton è uno che le questioni le risolve in pista con il suo talento, non ha bisogno di richiedere aiuto piangendo al box come fa Alonso per passare Massa, Petrov, Kubica ecc.

  12. gerardo pontecorvo

    12 settembre 2011 at 13:04

    L’essenza, il fascino e la storia della formula 1 è racchiusa nei sorpassi di un pilota su un altro pilota. Il resto è dettaglio. Button è il migliore sorpassatore in circolazione e dunque il migliore pilota dal quale tutti gli altri hanno da imparare.

    • Francesco Petri

      12 settembre 2011 at 19:14

      preciso! E NON HA BISOGNO KE AL SUO COMPAGNO DI SQUADRA DICANO “PRESERVA LE GOMME”, “NON HAI ABBASTANZA BENZINA”, O “L’ALTRO E’ + VELOCE DI TE”

      • anonimo

        13 settembre 2011 at 13:45

        tacete che fate più bella figura..

  13. anonimo

    13 settembre 2011 at 13:49

    lewis era davanti è gli e stato detto di risparmiare carburante, allora li button la recuperato.. sorpassandosi una volta a testa, dopo di che è stato dato il messaggio..,. quindi shut up please

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati