Lotus, Boullier: “Le gomme sono le stesse per tutti”

Entro il Gp di Gran Bretagna i composti degli pneumatici cambieranno di nuovo

Lotus, Boullier: “Le gomme sono le stesse per tutti”

Se Mercedes e Red Bull stanno incontrando molte difficoltà nella gestione delle gomme, Ferrari e Lotus, invece, sembrano essere riusciti a trovare la quadratura del cerchio, specialmente il team di Enstone che in Spagna è riuscito addirittura ad effettuare una sosta in meno rispetto agli avversari.

Il team principal Lotus, Eric Boullier, non ritiene giusto modificare a questo punto gli pneumatici anche perché, come giustamente afferma, “Sono le stesse gomme per tutti”.

“Già qui in Spagna le gomme hanno subito piccole modifiche per compiacere chi si lamentava. E’ stato chiesto alla Pirelli di fare in modo che gli pneumatici durassero una ventina di giri e così è stato fatto – ha spiegato Boullier -. Se la nostra macchina va meglio con le gomme è perché in fase di progettazione abbiamo pensato anche a questo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Kimi Raikkonen che si sta dimostrando il mago degli pneumatici: “Se la nostra macchina può girare in un determinato modo con le gomme, il motivo è perché abbiamo fatto qualcosa per permetterlo alla nostra macchina. Questo è quello a cui dovrebbe pensare la gente”.

Pirelli ha comunque fatto sapere che per ragioni di sicurezza, entro l’appuntamento di Silverstone, cambierà nuovamente i composti degli pneumatici. “Credo che in un certo senso non sarebbe giusto, ma dobbiamo essere pronti ad affrontare un cambio se avverrà”, ha concluso Boullier.

Lorenza Teti

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

38 commenti
  1. Sbrillo

    13 Maggio 2013 at 19:12

    concordo con boullier.. ormai quest’anno non devono esserci più cambi… non sarebbe giusto per quelli che hanno lavorato in inverno per far andare le gomme favorendo chi non c’ha pensato o non c’è riuscito

    • ing. Cosimo

      14 Maggio 2013 at 00:38

      scusate tanto ma anche se le cambiano e la redbull e la mercedes vanno meglio, non sarebbe logico pensare che anche la lotus vada meglio di prima e che quindi riesca a fare assetti più aggressivi?

      quindi alla fine non dovrebbe cambiare nulla o sbaglio?

      • Angelus

        14 Maggio 2013 at 01:59

        Sbagli, sbagli e anche tanto, né Lotus né ferrari usano assetti estremi, se dovessero tornare pneumatici stile 2012 preparati a un mondiale monotono con la red truff e Mercedes a giocarsela.

      • Francesco

        14 Maggio 2013 at 10:34

        No Cosimo, sbagli!!!
        red truff non può più permettersi il carico mostruoso che aveva negli anni scorsi, pena un degrado esagerato delle mescole, ergo, devono “accontentarsi” di essere come gli altri, e il risultato è sotto gli occhi di tutti…
        La loro soluzione sarebbe quella di avere le gomme di marmo per potersi permettere ancora di correre sui binari, pur con meno velocità di punta, ma con velocità in curva da paura…
        è così che hanno vinto gli ultimi tre mondiali…

      • -Leon-

        14 Maggio 2013 at 23:21

        quoto francesco

        rb ha basato tutto sul carico aereodinamico e la percorrenza in curva, lotus e ferrari invece no.

  2. carlopower

    13 Maggio 2013 at 19:13

    Come dice boullier “Le gomme sono le uguali per tutti”,perciò niente lagne.

  3. W McLaren

    13 Maggio 2013 at 19:26

    Questi commentoni eccezionali, facile farli quando uno vince. Non è che se le gomme si squagliano vanno bene perché tanto sono uguali per tutti uguali.

    • Slauzy

      13 Maggio 2013 at 20:02

      si squagliano alle mercedes, non alle McLaren che hanno altri problemi

  4. anonimo tifoso alonso

    13 Maggio 2013 at 19:33

    ditelo alla REDBULLI

  5. anonima tifosa vettel

    13 Maggio 2013 at 19:43

    Io penso che se le gomme migliorano,migliora la F1,ci risparmiano di sentire richieste di rallentare ecc.Anche perche’ su un miglioramento ne giovano tutti non solo la RB,non solo la Mercedes,non solo la Mclaren.Percio’tutta questa paura in un miglioramento delle gomme non la capisco.

    • Weih

      13 Maggio 2013 at 20:12

      così come in Redbull non la capivano lo scorso anno, nonostante le gomme fossero altrettanto balorde. adesso l’hanno capita… c’entrerà qualcosa il fatto che siano in difficoltà? chissà!

    • Cris

      14 Maggio 2013 at 21:12

      certo che è giusto migliorare le gomme. Non a stagione in corso, però. In Red Bull ormai l’hanno presa a canzone di lagnarsi per ogni minima cosa che non gli va, tanto la Fia li ascolta sempre e comunque. Diamine, la Lotus ci riesce a non distruggere le gomme, e loro non hanno il c*** sfondato di soldi come la Red Bull. Zitti e lavorate, oche starnazzanti.

  6. anonima tifosa vettel

    13 Maggio 2013 at 19:49

    ps.almeno che il vero problema e non solo per la Lotus e’ partire con le vetture dove nessuno accusa problemi di gomme.Giustamente e’ piu’ difficile arrivare al podio. 😉 Con la RB e Mercedes e Mclaren in lotta senza problemi di gomma non credo che il risultato era il medesimo.

    • Slauzy

      13 Maggio 2013 at 20:04

      il fatto è che delle scuderie hanno investito molto per ottimizzare l’uso degli pneumatici. Cambiare significherebbe vanificare tutti i loro sforzi, favorendo chi sforzi non li ha fatti.

      • Francesco

        14 Maggio 2013 at 10:37

        sbagli, truff bull non ha fatto nessuno sforzo, la vettura è quella dello scorso anno con lievi modifiche, apposta chiedono di tornare alle mescole dello scorso anno perché, senza ulteriori e necessari sviluppi, avrebbero i risultati dello scorso anno… ergo, quarto titolo mondiale RUBATO!!!

    • faber

      14 Maggio 2013 at 06:42

      e invece le vetture delle scuderie che hai citato fan durare le gomme 3 giri e le disintegrano. secondo te perchè? è colpa della pirelli o Lotus e Ferrari son stati più bravi? e adesso non dovrebbero essere Red Bull e mercedes a sistemare la macchina per adattarla alle gomme, ma le gomme ad adattarsi alla Red Bull. ma ti rendi conto di che pretese avete? voi sareste sportivi?

    • faber

      14 Maggio 2013 at 06:45

      più leggo il tuo commento e più mi sembra delirante. lo rileggi bene per favore??????

    • faber

      14 Maggio 2013 at 11:19

      a corto di argomenti, he? 😉

    • -Leon-

      14 Maggio 2013 at 23:27

      anonima, redbull ha basato il suo progetto solo sul carico aereodinamico e la percorrenza in curva, il troppo carico distrugge le gomme ecco xchè la rb sta nella mer..da.
      l’anno scorso la ferrari non aveva carico e tardava a scaldare le gomme, mentre la rb ne aveva da vendere, e non sono state mica cambiate le gomme.
      ora spiegami xchè è giusto cambiarle visto che lotus e ferrari le fanno lavorare bene senza distruggerle e invece rb le manda in pappa dopo pochi giri xchè ha troppo carico e surriscalda le gomme e le distrugge.

      sii una sola volta veramente sportiva e non tifosa, e dimmi con sincerità……. è giusto?

      • Francesco

        15 Maggio 2013 at 11:55

        non ti risponderà mai, è una troll e non ha le competenze per parlare in merito, meglio lasciare perderla…

        piuttosto speriamo che la Ferrari abbia comunque migliorato rispetto allo scorso anno, se Fernando con la vettura 2012 è arrivato a TRE punti da fottel, quest’anno potrebbe rompergli il cul@ anche con le mescole dello scorso anno richieste da Mateschitz & Co!!!

  7. jack74

    13 Maggio 2013 at 20:06

    giusto , se a loro le gomme durano vuol dire che la loro macchina e’ stata pensata correttamente , sta chi non si trova bene adeguare la propia auto , la F1 e’ questa ; fatta di macchine e persone che competono per vincere e se lavori bene ci riesci tutto qui ( truffe RB apparte )

  8. Arturo

    13 Maggio 2013 at 20:28

    Si ma, quand’è che Raikkonen potrà fare una gara d’attacco? Con lo stesso numero di soste degli avversari? Il giochetto della sosta in meno non è un dovere, a parità di soste il finlandese potrebbe giocarsela alla pari anzicchè perdere 3-4 secondi al giro per 4-5 giri per ogni stint.

    • Slauzy

      13 Maggio 2013 at 21:06

      raikkonen è un mostro sacro, mai sufficientemente esaltato dai sostenitori. Ricordo che è il pilota che riuscì a beffare altri due mostri sacri come Hamilton e Alonso nel 2007 e vinse il campionato rimontando decine e decine di punti!

      • MSC Crociere

        14 Maggio 2013 at 08:39

        Senza nulla togliere a Kimi che dopo Schumi e Kubica e’ il mio pilota preferito nel 2007 vinse anche per demeriti degli altri..per me ha molto piu’ valore il 3 posto in campionato lo scorso anno del titolo 2007

  9. luciano

    13 Maggio 2013 at 20:51

    a questo punto devono fare delle gomme che rendono competitive anche le Caterham e le Marussia… altrimenti non vedo perche chi fa funzionare meglio le gomme deve essere svantaggiato, a favore di sole altre 2 scuderie… e scommetto che anche con le gomme del 2005 la mercedes non fa piu di 15 giri..

  10. Sbrillo

    13 Maggio 2013 at 21:25

    la verità è che la redbull porta tanti soldi a fia e fom e la mercedes ha sulla sua vettura lo “sponsor” “fia road to safety” o qualcosa del genere…

    in questa f1 che pensa solo ai soldi non è per niente un’utopia pensare questa cosa

  11. Angelus

    14 Maggio 2013 at 02:03

    Mi viene da vomitare a pensare a un cambio gomme ora, mi viene da vomitare a rivedere una macchina truffa viola-blu che vinca nuovamente perché si lagna

  12. faber

    14 Maggio 2013 at 05:25

    finalmente qualcuno dall’interno del circus comincia a dire quello che diciamo da sempre noi. basta deroge. basta cambiamenti. basta giochetti. basta”siete irregolari mettetevi a posto per la prossima gara”.
    se il genio non ha pensato a far durare le gomme come Lotus e ferrari han fatto, è un suo problema, è un problema della Red Bull, non della formula uno. certo i tifosi delle lattine saranno più competenti di Boiller….

  13. MSC Crociere

    14 Maggio 2013 at 08:34

    Se fosse cosi’ semplice non credo che Mercedes e RedBull avrebbero questi grossi problemi, gli basterebbe fare assetti meno aggressivi..il problema sta proprio nella concezione della vettura..
    io trovo che cosi’ le gare siano falsate e non permettono ne’ agli ingegneri ne’ ai piloti di esprimere il loro talento in termini di VELOCITA’ PURA, saper gestire le gomme e’ una capacita’ che i piloti devono avere ma non puo’ essere determinante fino a questo punto!
    Le gomme andrebbero completamente riviste pero’ e’ assurdo che si chieda di cambiare le mescole in corso d’opera solo perche’ non si e’ in grado di capirle fino in fondo, sarebbe irrispettovo e scorretto nei confronti di chi invece e’ riuscito con grande fatica (e forse un po’ di fortuna) a sfruttarle a dovere

  14. Iceman

    14 Maggio 2013 at 12:59

    spiegatelo alla red bull..

  15. Davide Alex

    14 Maggio 2013 at 19:14

    Cambiare radicalmente i pneumatici equivale a cambiare le regole in corsa, il che è assolutamente ridicolo e fuori discussione. Mercedes e Red Bull hanno problemi? Affari loro … vedano di recuperare senza lagnarsi con la FIA e la Pirelli.

  16. alo

    14 Maggio 2013 at 20:28

    vallo a dire a vet, bou… che a quest’ora stara’ piangiucchiando da newey!

  17. alo

    14 Maggio 2013 at 20:34

    non sono le gomme il vero problema della red-bull. Sono i piloti. vet e un pilota bravo solo sul giro secco, e a strada libera! non sa “ancora” gestire bene le gare, e le nuove mescole. Quest’anno vincera’ il pilota piú completo, e quello e ALONSO. PUNTO E BASTA. Se vet sbagliera’ ancora a monaco, il nervosismo lo buttera’ fuori dalla lotta al mondiale a partire dal gp di monza. Perche vet quando e in difficolta con la vettura non sa piú cosa fare. Come i bambini viziati.

    • MSC Crociere

      15 Maggio 2013 at 09:16

      Ancora con questi luoghi comuni, l’ha dimostrato un sacco di volte di essere un gran pilota anche quando la macchina non lo assiste a dovere e finora la classifica dice che le gare le ha gestite lui meglio di tutti..poi certo per uno che e’ abituato a stare costantemente in lotta per la vittoria un quarto posto puo’ fare scalpore ma da qui a darlo per finito ce ne passa.

  18. GOGOOO

    14 Maggio 2013 at 21:57

    Il titolo dice tutto.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati