Il GP d’Australia si correrà nel tardo pomeriggio

Il GP d’Australia si correrà nel tardo pomeriggio

Melbourne ospiterà anche per quest’anno una gara serale. L’edizione 2010 del Gp è stata criticata dai piloti, i quali affermavano che l’affievolimento della luce verso la fine del Gp rendeva pericolose le ultime fasi di gara.

Ma Ron Walker, presidente dell’Australian Grand Prix Corporation ha negato la voce secondo cui i piloti erano riusciti a coalizzarsi per ottenere una anticipazione dell’orario di partenza. Al contrario, Ecclestone sosteneva l’idea di correre al crepuscolo per favorire i telespettatori europei.
“Partire alle 5 del pomeriggio non è affatto pericoloso. Non possiamo accontentare i piloti, sono solo un gruppo di pigroni che non farebbero nulla per aiutare lo sport”, ha dichiarato Walker.
La FIA ha quindi annunciato, venerdì, che la gara in programma il 27 marzo prenderà il via alle 17.00. Non è stato ancora deciso nulla circa l’orario di partenza del Gp dell’India, in programma a ottobre.

Filippo Ronchetti

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

19 commenti
  1. Kimi F1

    5 febbraio 2011 at 17:12

    “Partire alle 5 del pomeriggio non è affatto pericoloso. Non possiamo accontentare i piloti, sono solo un gruppo di pigroni che non farebbero nulla per aiutare lo sport” Voglio vedere senza piloti se esistesse la F1,ma che cavolo di dichiarazioni sono?!?!?!

  2. jacvil87

    5 febbraio 2011 at 17:20

    Che i piloti siano ormai diventati dei pigroni lo testimonia il Gp di Corea 2010 sotto il diluvio universale. Dopo 20 giri dietro la Safety Car il solo Hamilton ha avuto le p**** di dire via radio “si può correre, qui è da gomme intermedie!”. Tutti gli altri piloti (Trulli in primis) si ostinavano a voler addirittura fermare la gara in nome di chissà quale sicurezza. Adesso fanno storie anche per il Gp d’Australia che parte alle 17.00
    Beh, chi non se la sente di rischiare… che re4sti a casa, non è nemmeno degno di essere definito pilota! Il coraggio e l’essere sprezzanti del pericolo dovrebbero essere le prime qualità che un pilota deve avere! Walker ha ragione.

  3. strige

    5 febbraio 2011 at 17:25

    @ kimi f1: morto un papa se ne fa un altro. Se i piloti non vogliono correre, si assume chi vuole correre al posto loro. Se hai visto il film “le riserve” con keanu reeves ti dico che quella storia è vera per il 60% del film….

    I piloti non corrono? prendiamo dei semi-professionisti, magari con i loro errori ci divertiamo di più. Quanto era bella la A1GP….

  4. giov

    5 febbraio 2011 at 18:06

    Beh nel 2010 vedere una F1 con un circuito che non drena acqua è alquanto ridicolo.
    Il non voler correre sotto il crepuscolo non mi sembra una semplice lamentela visto che è un orario in cui iniziano a smettere di funzionare alcune cellule fotosensibili dell’occhio e iniziano ad attivarsene altre.
    Non a caso e sconsigliabile a qualsiasi automobilista guidare in quelle condizioni, fra l’altro si è parlato di togliere la licenza i F1 a quei piloti che commettono infrazioni al codice stradale per dare il buon esempio, e si promuove un altro atteggiamento sbagliato?
    Corressero la sera tanto noi europei la vedremmo alle 11 di mattina!
    E poi se la F1 fosse divertente come un tempo gli orari sarebbero l’ultimo problema.
    P.S. Hamilton stava indietro in classifica quindi in quelle condizioni c’era la possibilità che chi gli stava d’avanti si ritirasse, se lui era primo avrebbe detto le stesse cose dei piloti Red Bull, inoltre Trulli non correva su una McLaren, ma su una macchina che anche nelle migliori condizioni meteo era poco stabile.

  5. alberto

    5 febbraio 2011 at 18:46

    piloti piagnoni o telespettatori piagnoni che vogliono far correre al crepuscolo pur di non alzarsi presto alla mattina? se poi la gara viene interrotta, che si fa? si chiude per oscurità come è già successo

  6. Paolo93

    5 febbraio 2011 at 19:34

    Già che ci siamo, perchè non la fanno in notturna con l’illuminazione artificiale?
    comunque a me non dispiace alzarmi alle 4 di mattina per vedere la Formula 1.

  7. nix

    5 febbraio 2011 at 19:46

    Ecclestone insiste per rendere più “umani” gli orari dei GP per gli spettatori europei.
    Sarà mica per evitare che qualcuno si chieda se lo spettacolo vale la levataccia?
    Ricordo con nostalgia la sveglia puntata alle 4.00 per seguire l’eterno duello Senna Prost in Giappone. Altri tempi…

  8. D-Lord

    5 febbraio 2011 at 21:56

    I piloti hanno ragione è fastidiossisimo andare in giro con il sole basso a 50 all’ora, non sono di certo dei piagnoni ma pensano solo alla loro sicurezza!

    Se non corrono si assume chi vuole correre? ma che è mentalità da terzo mondo questa?

  9. Marvin

    6 febbraio 2011 at 00:40

    Che gli organizzatori dei GP siano una banda di
    deliquenti-deficienti passi, ma che i lettori di questo sito diano loro ragione è una vergogna! Costa troppo mettere l’impianto di illuminazione e correre il GP d’Australia in notturna? Bene lo si sostituisca con un altro GP, le richieste non mancano di certo ed i GP sono troppi!

  10. Davide

    6 febbraio 2011 at 08:16

    Marvin, i piloti di Formula 1 sono pagati milioni di euro proprio perchè si prendano dei rischi, se non sono disposti a farlo quanto meno si riducano lo stipendio che così si risolve anche la diatriba dei costi! Tranquillo che Gilles Villeneuve non avrebbe mai detto no a un gp alle 5 del pomeriggio perchè negli ultimi 10 giri di gara la visibilità si riduce leggermente …

  11. jumpy

    6 febbraio 2011 at 10:07

    @ Davide
    veramente hai ragione!!!!……e poi il problema maggiore secondo me è quando hai il sole in facccia ma loro anno della visiere super-tecnologiche quindi…

  12. D-Lord

    6 febbraio 2011 at 10:11

    Ma va la! allora ammazziamo pure tutti gli operai, tanto sono pagati per morire, se non lo fanno loro troveremo sicuramente qualche straniero che schiatta al loro posto! I piloti sono pagati per CORRERE, sono pagati tanto perchè ce ne sono POCHI che riescono ad andare forte come loro e non ci certo per fare incidenti! Se volete situazioni pericolose guardate 400 giri sugli ovali americani, non la F1!

  13. Alexandro HAMALORAI

    6 febbraio 2011 at 11:02

    @ D-Lord

    concordo con te al 100%.

    Pensate che nel 2009 quando si corse alle 17, dal camera car di button il sole basso dava fastidio pure a me!

    E comunque questo spettacolo basato sulle notturne e sui tramonti comincia a stancare, io un gp me lo vedo a qualsiasi ora e ad un orario normale per il paese in questione e cioè le 14.

    E poi a chi parla di soldi e rischi, muoiono più operai in fabbriche o cantieri che piloti di f1, l’ultima morte risale a 17 anni fa, con senna!
    E gli operai correndo i loro rischi quotidiani, vengono pagati 1000 euro al mese, vediamo quale dei due mestieri è quello che vale di più la candela!

  14. Rezz

    6 febbraio 2011 at 11:08

    Quoto Marvin assolutamente!
    Ma siete impazziti? I piloti sono pagati per prendere dei rischi? Mettete davvero a paragone milioni di € con una vita umana?

    @ Davide: chiedi a Jacques quanto apprezzi il fatto di aver avuto un padre così spericolato. Senza contare che se fosse ancora vivo il buon Gilles credo che avrebbe 2 o 3 cose da dire riguardo la tua opinione. Gli piaceva azzardare, ma non era un folle.

    Se la F1 fosse appassionante come anni fa il gp d’apertura lo farebbero alle 4.00 come hanno sempre fatto e la gente si alzerebbe per vederlo, come ho sempre fatto io e tanti altri…
    Il problema non è l’orario, è il poco divertimento!

  15. AlexMah

    6 febbraio 2011 at 11:28

    ma Walker ha avuto modo di conoscere brunetta?

  16. Alexandro HAMALORAI

    6 febbraio 2011 at 11:30

    @ Rezz

    hai ragione, è il poco divertimento che fa spostare l’orario dei gp così da beccare anche le casalinghe in calore ad accendere la tv durante il gp mentre la domenica mattina preparano i maccheroni al forno e la parmigiana.

    Spettacolo che ad onor del vero però nel 2010 è risalito ad alti livelli.
    Ho visto una statistica qualche mese fa, in cui si notava che il numero di sorpassi fatti in totale nel 2010 era il più alto degli ultimi 20 anni!La media era pari a quella di fine anni 80, col gp del canada 2010 da record con più di 60 sorpassi!

    Speriamo lo spettacolo si veda anche nel 2011 e le indicazioni sono favorevoli, bisogna però mettere uno stop alla standardizzazione delle auto e al divieto di inventiva per i tecnici.
    Poi per quello che riguarda il 4 cilindri ci sarà tempo e modo di ridiscuterne.

  17. nix

    6 febbraio 2011 at 11:32

    @ Tutti
    Grave incidente per Kubica al rally ronde di Andora.
    Il pilota sembra non essere in pericolo di vita anche se avrebbe riportato seri danni ad una gamba e a un polso.
    http://www.savonaeponente.com/2011/02/06/robert-kubica-non-in-pericolo-di-vita-il-rally-ronde-di-andora-riparte/

  18. ridas22

    6 febbraio 2011 at 11:35

    Walker ha esagerato, ma sul fatto che i piloti facciano i difficili ultimamente non ha torto.

  19. AlexMah

    6 febbraio 2011 at 12:02

    cavolo ragaa! si è fatto male kubica

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Ecclestone, un premio per il suo lavoro in Formula 1

L'ex-CEO della Formula 1 ha ricevuto la prestigiosa medaglia d'oro, conferita da BARC, per il suo lavoro e il suo contributo nel mondo del motorsport
L’ex-CEO della Formula 1, Bernie Ecclestone, ha ricevuto la prestigiosa medaglia d’oro conferita da BARC – British Automobile Racing Club –
News F1

F1 | Pronti a portare anche un GP in Vietnam

Si parla di una gara su un circuito cittadino a Hanoi. L'annuncio probabilmente nelle prossime settimane
Liberty Media continua a pensare a idee nuove, stravaganti, originali e sicuramente innovative per ridare vigore alla Formula 1. Tra