Hamilton: “Dobbiamo stringere la mano a Sebastian e alla Ferrari”

"E' stata una gara dura oggi"

Hamilton: “Dobbiamo stringere la mano a Sebastian e alla Ferrari”

Le prime parole di Lewis Hamilton sul podio sono state per Sebastian Vettel, che in pista a Sepang ha beffato entrambi i piloti della Mercedes, lasciandosi dietro di sé sia il britannico, secondo, che il compagno di squadra Rosberg, terzo.
Partito dalla pole, Lewis si è dovuto arrendere a una strategia migliore, quella degli uomini in rosso, che hanno magistralmente diretto una gara senza alcuna sfumatura, con Vettel attore protagonista in un’interpretazione da oscar. Il campione del mondo in carica non ha potuto fare altro quindi che tessere le lodi del vincitore, preparandosi d’ora in poi a un nuovo nemico in pista. Certamente è ancora presto per parlare, ma il Mondiale 2015 forse non sarà solo un’affare Mercedes. E sulla faccia di Lewis oggi, questa preoccupazione si leggeva molto bene…

“Per prima cosa, tantissime congratulazioni a Sebastian e alla Ferrari, bisogna stringergli la mano. Non mi aspettavo che sarebbero stati così veloci oggi, ma avevano davvero un passo notevole e si sono meritati la vittoria. E’ bello per i fan vedere la Rossa sul podio”, ha commentato a caldo Hamilton a fine gara.

Il pilota della Mercedes si è poi concentrato sulle dinamiche di gara: “E’ stata una gara dura oggi lì fuori: ho faticato con il bilanciamento e non mi sono mai sentito completamento a mio agio con la macchina a dirla tutta. C’era molto sottosterzo e gestire le gomme era complicato. Quando sono passato alla mescola medium è andata decisamente meglio, per questo mi sono stupito quando abbiamo montato le hard all’ultimo pit stop. Ho cercato comunque di fare del mio meglio e sono convinto che il team abbia scelto in quel modo per le giuste ragioni”.

Il due volte iridato è quindi tornato sulla strategia scelta dal team: “A un certo punto c’è stata un po’ di confusione via radio e non ero sicuro di quale strategia stessimo seguendo, ma alla fine non sono certo che se fossi rientrato nello stesso momento di Sebastian avrebbe fatto la differenza. Oggi la Ferrari era veloce tanto quanto se non più di noi, e quando ho dovuto colmare il gap con Vettel non ce l’ho fatta. Adesso non vedo l’ora che arrivi la prossima gara per tornare a combattere e conquistare di nuovo la prima posizione”.

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

11 commenti
  1. Emanuele

    29 Marzo 2015 at 15:37

    Oggi non c’erano strategie giuste o sbagliate, le ferrai con questo caldo erano più veloci della mercedes, e non è stato un tracollo mercedes ma una super prestazione ferrai, le williams sono arrivate 1 min dopo vettel, incredibile.
    Forza Seb sei il numero 1

    • ILLINOISF1

      29 Marzo 2015 at 16:24

      Hai ragione, Vettel fin da subito ha dimostrato di aver lo stesso passo di ham è Ros,poi con passare del tempo era addirittura piu veloce, grazie al degrado delle gomme di Mercedes, chiaro che è facile gestire le strategie a quel punto.
      Vettel e tornato, e insieme a lui la Ferrari. Quest’anno ce da divertirsi Sicuramente
      Forza Vettel,Forza Ferrari.

  2. W_IL_TURBO

    29 Marzo 2015 at 15:39

    “Oggi la Ferrari era veloce tanto quanto se non più di noi e quando ho dovuto colmare il gap con Vettel non ce l’ho fatta. Adesso non vedo l’ora che arrivi la prossima gara per tornare a combattere e conquistare di nuovo la prima posizione”…….che ne sai hamilton, magari la prox sarà: 1°ROS 2°VET 3°HAM oppure 1°VET 2°RAI 3°……. Cmq complimenti a Vettel e alla Ferrari! Tante emozioni! Bravi bravi bravi!!!

  3. kimi79raikkonen

    29 Marzo 2015 at 15:54

    ma rikkionen è sempre sfigato? inGula sempre la ruota posteriore sinistra!

  4. kimi79raikkonen

    29 Marzo 2015 at 15:55

    ma riKkKhionen è sempre s’igato? inGula sempre la ruota posteriore sinistra!

    • dj ultra

      29 Marzo 2015 at 21:38

      e non e’ il solo ad aver problemi con la ruota posteriore sinistra anche massa e altri , devono assumere piu meccanici mancini mi sa

  5. W_IL_TURBO

    29 Marzo 2015 at 16:03

    E poi, xke quando via radio hanno detto a ROS di fare da tappo, VET lo ha sorpassato senza tante perdite di tempo?????????? 2°me ROS se avrebbe fatto così forse HAM chiudeva 1° e credo ke a ROS gli rode un pò!!!!!!!!!!!!mah…

  6. Alecx

    29 Marzo 2015 at 16:52

    La verità è che la Mercedes doveva montare le medie ad Hamilton nell’ultimo stint, come tutti si aspettavano, credo che cosi avrebbe preso Vettel, magari non superato, ma preso si, considerando la differenza di prestazione tra le due mescole.

    • Emanuele

      29 Marzo 2015 at 17:44

      E come li faceva 17 giri con le medie? Avrebbero dovuto allungare il penultimo stint ma era in crisi anche con quelle, la mercedes mangiava troppo le gomme non potevano fare altrimenti…

    • AntonioX

      29 Marzo 2015 at 18:08

      Il primo set di medie sulle mercedes si era degradato dopo appena 13 giri (mentre Vettel ha saputo spremerle per ben 18 giri). Montare le medie a 18 giri dalla fine avrebbe significato fare gli ultimi 3-4 giri sulle “tele” e subire il sorpasso da Rosberg. Quindi in poche parole Hamilton non poteva fare meglio del secondo posto

  7. Controaltare

    31 Marzo 2015 at 13:31

    Vettel ha vinto con solo 2 soste ai box, mentre quasi tutti gli altri ne hanno fatte 3…
    Quindi la ferrari in queste condizioni lavorava meglio sulle gomme, mentre gli altri le consumavano di più..
    tutto qua !
    E’ presto per dire se la Ferrari potrà dire la sua in questo campionato, il vantaggio di 5 decimi che aveva la Mercedes prima di Sepang non può scomparire di colpo in una sola gara…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati