Gp del Belgio: Vettel e Raikkonen si schierano contro Verstappen

Ai due piloti della Ferrari non sono piaciute alcune manovre dell'olandese

Gp del Belgio: Vettel e Raikkonen si schierano contro Verstappen

Il contatto allo start del Gran Premio del Belgio tra le due Ferrari e Max Verstappen ha spazzato via le possibilità della Rossa di arrivare a podio con entrambi i piloti, un obiettivo che, prima della partenza, sembrava possibile e avrebbe sicuramente permesso di iniziare nei migliori la seconda parte del campionato.

Se da una parte il giovane olandese ha subito accusato i piloti del team di Maranello di aver causato l’incidente, asserendo che si dovrebbero vergognare per aver causato quel crash con tutta la loro esperienza, dall’altra i due Ferraristi si difendono, mettendo in discussione l’aggressività e le manovre di Verstappen, a loro giudizio scorrette.

Ho provato a parlare con Max ma dopo la gara non penso che sia proprio il momento giusto. Cercherò di parlare ancora con Max” – ha detto Vettel nel dopo la corsa -. “Non son un grande fan delle penalizzazioni. Non è il modo per educare, bisogna parlare l’uno con l’altro faccia a faccia, bisogna avere rispetto. Penso che ci siano state una serie di manovre per le quali il resto della griglia non è felice del suo comportamento. Il modo migliore per educare è parlare piuttosto che creare un polverone attraverso i media. Siamo uomini ed è meglio stare uno di fronte all’altro e parlare tra di noi. Penso che sia corretto criticare, ma penso che sia invece sbagliato renderla più grande di quello che è. Lui mi piace, è aggressivo e penso che questo sia un suo punto di forza, ma certe manovre, specialmente in frenata, penso che non siano corrette” ha aggiunto il tedesco, abbastanza infastidito dai comportamenti dell’olandese.

Di diverso avviso è Kimi Raikkonen, che ha spiegato anche come la mossa di Verstappen di spostarsi di scatto sulla destra per bloccare il finlandese sul rettilineo del Kemmel sia stata molto rischiosa: “Il problema è quando gli sono arrivato dietro, ero con il DRS ed ero più veloce di lui. La differenza di velocità era abbastanza alta quindi ho dovuto frenare e rallentare per evitarlo. Non è ciò che dovrebbe accadere a quelle velocità così alte, ma gli stewards hanno ritenuto che fosse tutto ok. Se io non avessi frenato, avremmo avuto un grosso incidente e sono sicuro che prima o poi accadrà se non cambia. Sembra che tutto sia okay, perché Verstappen non è stato penalizzato, quindi sarà interessante capire di chi sarà la colpa quando succederà un grosso incidente” ha detto il pilota della Ferrari.

Secondo il campione del mondo 2007, in molti hanno bisogno di chiarirsi le idee sull’eccessiva aggressività di Verstappen, sperando che non sia necessario un incidente perché ciò accada: “Forse c’è bisogno di un incidente per far in modo che le cose si chiariscano per tutti, ma speriamo di no perché può essere un male per qualcuno e nessuno vuole che accada una cosa di questo tipo. Una battaglia intensa va bene, ma una cosa del genere non è corretta” ha poi concluso Raikkonen.

Gianluca D’Alessandro

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati