Formula 1 | Red Bull, Horner lancia la provocazione: “Inseriamo il parco chiuso anche per le mappature!”

"Bisogna inserire un settaggio unico per Q3 e gara" ha aggiunto

Formula 1 | Red Bull, Horner lancia la provocazione: “Inseriamo il parco chiuso anche per le mappature!”

In un’intervista rilasciata alle colonne di motorsport.com, Christian Horner ha parlato della situazione qualifica, sottolineando come il dominio Mercedes sia diventata una situazione difficilmente affrontabile. Secondo il Manager inglese, infatti, la Scuderia anglo-tedesca, nonostante lo sviluppo dei competitor, può vantare un vantaggio enorme in termini di cavalleria e mappature qualifica. Qualcosa che uccide letteralmente lo sport. Visto questo, Horner ha sottolineato come si potrebbe inserire un parco chiuso anche per i settaggi delle power unit, magari costringendo i piloti a effettuare Q3 e gara con la stessa mappatura. L’ennesimo congelamento per il bene dello sport, ma come accoglierebbero questa iniziativa i tanti tifosi che sperano in una competizione libera e senza giochetti tecnici?

Ecco la provocazione lanciata da Christian Horner a motorsport.com: “Ho proposto un’idea qualche giorno fa. Il dominio Mercedes in qualifica è ormai evidente e personalmente, come esiste il parco chiuso quando le macchine sono in qualifica, forse bisognerebbe inserire un regime di congelamento anche per le mappature al termine del Q3. Un software unico con cui si affronta l’ultima qualifica e la gara. Il tempo di Lewis, se guardate la qualifica di sabato, è arrivato principalmente tra Q2 e Q3, ragion per cui in Mercedes hanno una modalità qualifica che non hanno bisogno di usare nelle prime fasi della qualifica”.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. mrwolf

    28 Marzo 2018 at 10:19

    Ma questo non smette mai di lamentarsi?

    • Paolo C.

      28 Marzo 2018 at 10:41

      La penso come te.

      Se mercedes riesce a fare queste cose e gli altri no, il problema è degli altri, non di Mercedes.

      Da che so io poi, in qualifica non bisogna sottostare al tetto di consumi carburante, quindi…

      • Gianca

        29 Marzo 2018 at 20:01

        veramente anche in prova c’è il flussometro e i relativi limiti sui consumi…
        per me la fia dovrebbe indagare per bene sul perchè alcuni motori vanno molto più forte di altri, se è tutto regolare allora ok, son gli altri che devono svegliarsi, ma se qualcosa non è conforme deve essere subito bloccato e in caso anche data una sanzione, insomma proprio come hanno fatto ad esempio con la storia dell’olio, dicevano che sapevano il perché della supremazia della mercedes, poi dopo due anni quando ci sono arrivati tutti, in fia hanno deciso che era irregolare….sveglia i motori sono quasi identici per regolamento, solo oltrepassando i limiti dati dal regolamento si possono avere prestazioni molto migliori rispetto alla concorrenza. Guardiamo anche tra gli stessi motorizzati mercedes, per regolamento da quest’anno i motori tra ufficiali e clienti dovrebbero essere identici, sia meccanica che mappature, l’olio non può più essere usato come additivo alla benzina, la benzina deve essere ‘commerciale’, eppure gli ufficiali volano mentre gli altri arrancano… come è possibile????

  2. maurochia

    28 Marzo 2018 at 18:20

    Ma se ho la possibilità di settaggi da display in tutto il fine settimana, ed ognuno o una loro combinazione può essere la mappa da qualifica, come si può bloccare? Mi pare una cavolata…

  3. gtv916c

    28 Marzo 2018 at 19:46

    Giusto! mettiamo le mappature in parco chiuso, così le potrete cambiare solo voi (vedi comandi nascosti che azionavate quando fingevate di pulire in parco chiuso le sospensioni ma variavate tra qualifica e gara l’altezza da terra!)

    Magari però lasciamo le mappature che fanno soffiare gli scarichi anche in fase di rilascio, visto che ci siamo. E perchè no il muso di gomma che fa flettere l’ala?

    Questi qui sembrano i ladruncoli che denunciano per lesioni il proprietario se si fanno male quando entrano a svaligiare una casa.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati