Formula 1 | Mercedes, Bottas ammette: “Non posso permettermi altri passi falsi”

"Il Canada è stato un po’ un campanello d’allarme dal quale posso sicuramente imparare", ha aggiunto

Bottas è scivolato a ventinove punti dalla vetta della classifica, aspetto che lo costringerà a massimizzare ogni weekend da qui alla prossima pausa estiva
Formula 1 | Mercedes, Bottas ammette: “Non posso permettermi altri passi falsi”

In una chiacchierata concessa al quotidiano Iltalehti, Valtteri Bottas ha parlato delle sue performance durante l’ultimo Gran Premio del Canada, settimo appuntamento di questo mondiale 2019 di Formula 1, sottolineando come Montreal sia stato un piccolo campanello d’allarme, visto l’importante perdita di punti nei confronti del suo compagno di squadra, Lewis Hamilton.

Dopo il week-end in Canada, ricordiamo, Bottas è scivolato a ventinove punti dalla vetta della classifica, aspetto che lo obbligherà a massimizzare le proprie performance in pista. L’obiettivo per i round estivi del campionato, infatti, sarà quello di avvicinarsi il più possibile al suo compagno di squadra, così da potersi giocare il tutto per tutto negli appuntamenti che andranno in scena in autunno.

“Ero abbastanza fiducioso, ma durante la qualifica ho commesso alcuni errori e questo mi è costato un sacco di punti”, ha dichiarato l’alfiere della McLaren alla stampa finlandese. “In generale però posso essere abbastanza felice per il quarto posto, visto che ho guadagnato un paio di posizioni rispetto alla partenza e sono riusciti a conquistare il punto addizionale per il giro veloce”.

“Sono cosciente, però, che non posso permettermi altri week-end di questo tipo se voglio battagliare per il titolo mondiale. Il Canada è stato un po’ un campanello d’allarme dal quale posso sicuramente imparare”, ha aggiunto.

Formula 1 | Mercedes, Bottas ammette: “Non posso permettermi altri passi falsi”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. Victor61

    13 giugno 2019 at 17:40

    ragazzi ma Bottas, per quanto pilota veloce, senza gli aiutini dello zio Toto e a pari condizioni di macchina, contro Ham non vincerebbe nemmeno la coppa del nonno…se poi per necessità dello showbusiness, viste le difficoltà della Ferrari e solite asinate di Vettel, o per interessi personali di Wolff, lo metteranno in condizioni di vincere il mondiale 2019 sarà l’ennesima farsa inscenata dalla Merc come il mondiale 2016 regalato a Rosberg, altro che la vendetta del boscaiolo che piace tanto agli asini antisportivi italioti sia tifosi che giornalisti…

    • voicelap

      13 giugno 2019 at 21:19

      Io non credo in aiutini o che, ne per Rosberg ne per Bottas ma concordo che Bottas, di fatto, e’ un miracolato. Nel senso che da grande promessa con tanto di fanfare quando soffio il posto a Bruno Senna, in Williams stava dimostrando di essere si un buon pilota ma non un fenomeno (relativamente alla F1 ovviamente). Poi, chiaramente, non stiamo parlando di differenze assolute abissali tra lui e Hamilton eh, almeno secondo me. Pero’ insomma, Bottas e’ un perfetto secondo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren