F1 | Todt: “Schumacher mi presentò Vettel e disse che sarebbe diventato un grande pilota”

"C'è una grande differenza tra la storia di Michael in Ferrari e quella di Sebastian, sono arrivati in Ferrari in due momenti completamenti diversi", ha sottolineato il presidente della FIA

F1 | Todt: “Schumacher mi presentò Vettel e disse che sarebbe diventato un grande pilota”

Jean Todt parlando di Michael Schumacher, in un’intervista rilasciata alla testata tedesca Auto Bild, ha svelato un curioso retroscena del periodo in cui entrambi militavano in Ferrari riguardante anche Sebastian Vettel.

Prima di ogni GP di Germania Michael invitava l’intera squadra al suo kartodromo di Kerpen – ha svelato Todt -. All’epoca c’era un ragazzino di nome Sebastian con suo padre. Michael lo presentò al sottoscritto e mi disse che questo ragazzo era un grande talento e che sarebbe diventato un grande pilota. Così è stato. Oggi Vettel ha 31 anni, all’epoca ne aveva 13. C’è una grande differenza tra la storia di Michael in Ferrari e quella di Sebastian. Quando Michael arrivò in Ferrari, in una scala di valori da uno a dieci, la squadra era a quattro. Con Vettel invece era a otto su dieci”.

Continuando a parlare di Vettel, il presidente della FIA ha detto: “La gente sottovaluta quanto sia difficile vincere un campionato – facendo riferimento agli errori commessi dal tedesco durante l’ultima stagione -. Anche Alonso ha perso due volte il campionato proprio contro Vettel”.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati