F1 | Todt: “I top team spendono troppo e questo priva gli appassionati del fattore affidabilità”

"La Formula Uno e lo sport non hanno bisogno di tutto questo" ha aggiunto

F1 | Todt: “I top team spendono troppo e questo priva gli appassionati del fattore affidabilità”

Jean Todt ritiene che il livello di affidabilità della vettura in Formula Uno sia troppo alto. Secondo il Presidente della Federazione Internazionale, infatti, le squadre sono riuscite a raggiungere un livello di manifattura delle componenti troppo alto e questo è dovuto ai tanti soldi che girano attorno al Circus.

Riferendosi a Lewis Hamilton, l’ex Ferrari ha sottolineato l’enorme talento del pilota inglese, precisando però come la sua cavalcata sia stata aiutata da una vettura assolutamente straordinaria. L’obiettivo comune con Liberty Media deve assolutamente essere il ritorno del fattore “affidabilità”, introducendo delle unità più semplici.

Ecco le parole di Jean Todt: “Lewis non ha commesso errori e per gran parte della stagione è stato perfetto, ma tutto questo è stato possibile grazie a una vettura strepitosa. La sua auto è stata competitiva per tutto l’arco della stagione, rivelandosi forte in termini di prestazioni e affidabilità. Anche se la Mercedes non è stata sempre la più veloce in pista, Lewis è riuscito a chiudere a punti ogni gara del campionato. Cosa voglio dire con ciò? Che le vetture sono troppo affidabili”.

“I top team possono contare su un affidabilità esagerata e questo ha privato gli appassionati di un fattore molto rilevante nelle corse. Ferrari e Mercedes si sono dimostrate troppo affidabili e questo è stato possibile grazie ai soldi, ai test e a tutti i simulatori che sfruttano per lo sviluppo dell’auto. La Formula Uno e lo sport non hanno bisogno di tutto questo” ha aggiunto.

Roberto Valenti

F1 | Todt: “I top team spendono troppo e questo priva gli appassionati del fattore affidabilità”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. pepiona

    15 dicembre 2017 at 10:03

    ormai credo che l’affidabilità ce l’abbiano tutti, anche le squadre di fondo classifica.

    • Paolo C.

      15 dicembre 2017 at 10:49

      Sì, come no? Vallo a dire ai motorizzati Honda e a quelli Renault.

  2. Paolo C.

    15 dicembre 2017 at 10:52

    La mancanza di affidabilità, e una maggiore incertezza, si aveva quando si lasciava liberi i motoristi di inseguire le prestazioni, senza badare a quante unità propulsive si potevano usare durante l’anno.

  3. Raphael

    15 dicembre 2017 at 14:44

    Ale, già la vedo la nuova norma, se la monoposto non si rompe almeno tre volte durante il campionato verranno penalizzati sottraendo punteggio.

  4. attilio

    15 dicembre 2017 at 16:59

    Todt si lamenta?
    ma chi a voluto questi motori ed elettronica.
    mi sembra sia stato proprio lui su pressioni mercedes
    che essendo pronta da due anni minacciava di abbandonare il circus.
    non capisco con chi se la deve prendere.

  5. attilio

    15 dicembre 2017 at 17:05

    inoltre regole cervellotiche ( assurde ) che nessuno
    capisce, e quando le hai ben capite ti chiedi, ma questi ci sono oppure sono altrove.
    fanno ferrari e Company a tenere duro.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati