F1 | Statistiche, Ferrari: 2017, l’anno del riscatto

Nell'ultimo campionato il Cavallino ha ritrovato la competitività smarrita nel 2016. La nuova stagione sarà, inevitabilmente, quella della verità in ambito iridato

F1 | Statistiche, Ferrari: 2017, l’anno del riscatto

Dopo aver archiviato un deprimente un 2016, chiuso a secco di successi, la Ferrari si è congedata positivamente da un 2017 che l’ha vista (almeno fino al trittico nefasto asiatico di fine settembre/inizio ottobre) combattere ad armi pari con la Mercedes per la supremazia iridata.

Rispetto all’antenata SF16-H, la SF70-H – figlia del nuovo regolamento tecnico – si è mostrata una monoposto solida, anche se poco affidabile nella parte finale della stagione.

I numeri, come sempre in questi casi, certificano l’ottimo anno disputato dalla scuderia del Cavallino: sono stati infatti 522 i punti conquistati nell’ultima stagione rispetto ai 398 del 2016, chiuso addirittura in terza posizione nel Mondiale costruttori alle spalle della Red Bull.

Nel 2017 inoltre Maranello ha ritrovato la via della vittoria, con ben cinque successi tutti firmati da Sebastian Vettel. La Rossa, inoltre, è tornata prestante anche sul giro secco con le cinque pole (4 firmate da Vettel, 1 da Raikkonen) ottenute lungo l’arco dei 20 venti appuntamenti che hanno composto il campionato.

Se il 2017 è stato l’anno del riscatto, la nuova stagione – al via il prossimo 25 marzo sul tracciato cittadino di Melbourne – dovrà essere rappresentare quella della verità in ambito iridato, in cui la Ferrari sarà chiamata a interrompere quel digiuno iridato che nella bacheca di Maranello dura oramai da un decennio.

F1 | Statistiche, Ferrari: 2017, l’anno del riscatto
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati