F1 | Racing Point, freni acquisiti prima del vincolo FIA?

I "brake duct" sarebbero stato acquistati prima del 31 dicembre 2019

Continua a tenere banco la questione Racing Point all'interno del paddock
F1 | Racing Point, freni acquisiti prima del vincolo FIA?

Continua a tenere banco la questione Racing Point all’interno del paddock. Al termine dell’ultimo Gran Premio di Gran Bretagna, quarto appuntamento di questo mondale 2020 di Formula 1, Andy Green è tornato sulla protesta avviata dalla Renault subito dopo il round di Stiria, sottolineando come Racing Point abbia rispettato punto per pungo il regolamento sportivo.

Secondo il Direttore tecnico della scuderia capitanata da Lawrence Stroll, Racing Point ha acquisito i progetti dei freni prima dell’ingresso di tali componenti all’interno dei “listed part” (componenti soggette a ingegno), aspetto che di fatto esclude la squadra da qualunque attività irregolare e non conforme al regolamento sportivo per la stagione 2020.

La FIA, ricordiamo, dovrebbe raggiungere un giudizio nella giornata di domani, così da chiudere una volta per tutte una discussione che ormai va avanti da ben tre settimane.

“Tombazis deve averlo dimenticato”, ha affermato Green. “La protesta dovrebbe essere respinta perché abbiamo seguito le regole e usato disegni e dati per dimostrare la nostra integrità. E’ stato spiegato punto per punto il motivo per il quale le prese d’aria dei freni delle due auto (W10 ed RP20.ndr) sono così simili”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati