F1 | Prost: “Se hai l’auto sbagliata non puoi fare miracoli”

L'ambasciatore Renault sa che il team nel 2018 avrà grandi avversari: "Sulla carta, non possiamo battere Red Bull e McLaren. Ma saremo meglio l'anno prossimo"

F1 | Prost: “Se hai l’auto sbagliata non puoi fare miracoli”

Nella Formula 1 moderna la maggior parte del lavoro è fatto dalla macchina: le vetture sono così moderne, così tecnologiche e complicate che determinano gran parte del successo di un pilota e di una squadra. Anche grandi talenti, come per esempio Fernando Alonso, due volte campione del mondo con Renault, nonostante i risultati che è stato capace di conquistare quest’anno, non ha potuto fare granché con una McLaren-Honda molto al di sotto delle aspettative, nonostante la sua bravura e la sua carriera non siano in discussione. A pensarla così anche Alain Prost: la Renault, infatti, ha l’obiettivo di migliorare un già positivo sesto posto conquistato nel 2017, con una macchina più competitiva.

L’ambasciatore della Renault confessa che, per ora, non è nei suoi piani battere le grandi squadre, ma ammette che dovrebbero farlo nel futuro a lungo termine: “Sulla carta, non possiamo battere Red Bull e McLaren. Ma saremo meglio l’anno prossimo. Il confronto con clienti aiuterà a guadagnare esperienza per avvicinarci alle migliori squadre”, ha detto in un’intervista ad Auto Motor und Sport.

“Saremo qui per molto tempo, è importante progredire ogni anno, e alla fine dovremo battere tutti se vogliamo vincere”, ha aggiunto. Ovviamente il potenziale è tutto da vedere – e da migliorare – ma il 2018 vedrà tre squadre molto forti disporre del motore Renault, tra cui proprio quella McLaren sofferente con la PU Honda ma di grande valore a livello di telaio: “Non è solo la macchina, abbiamo anche grande piloti rivali. Hamilton, Verstappen, Vettel, Alonso, anche Ricciardo. La differenza è che non tutti questi piloti hanno, oggi, una macchina per vincere. Se ti siedi nell’auto sbagliata,non hai alcuna possibilità, guarda Alonso”, ha continuato. “Ho sempre detto che ci vorrà tempo e, forse più di quanto pensiamo. Molto è accaduto negli ultimi due anni. Abbiamo ottime persone a bordo, giovani ingegneri e di grande talento, ma non in grado di ottenere risultati subito. Renault è in fase di costruzione, non ci si può aspettare risultati migliori di quelli che abbiamo”, ha concluso.

Fabiola Granier

F1 | Prost: “Se hai l’auto sbagliata non puoi fare miracoli”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati