F1 | Pagelle GP Austria – Verstappen solido, Ferrari-Vettel in testa alle classifiche, Mercedes dalla prima fila… ai prati austriaci

Max fa il professore: zitto zitto e costante, fino alla bandiera a scacchi. La Ferrari si prende tutto quello che può. Doppio zero per Hamilton-Bottas... dov'è l'affidabilità Mercedes?

F1 | Pagelle GP Austria – Verstappen solido, Ferrari-Vettel in testa alle classifiche, Mercedes dalla prima fila… ai prati austriaci

L’Austria, terra Red Bull e di tribune interamente color arancio, diventa a sorpresa il GP più bello della stagione (voto 9). Tra clamorosi colpi di scena, gomme ballerine e sorpassi da campioni del mondo, Max Verstappen si trasforma in un pilota veterano, solido e costante, le Ferrari portano a gara una gara eccellente e tanti punti, per la leadership piloti e costruttori. La Mercedes, sorpresa, si prende un doppio 0 con il ritiro di entrambi i piloti.

Max Verstappen 9,5 Gara solidissima, altro che 20enne… ha dimostrato di aver capito – e molto – dagli errori del passato e da quelli di inizio stagione 2018, con un GP di forza, dove ha mostrato bravura nei sorpassi e nella gestione gara e pneumatici SAGGIO

Kimi Raikkonen 8 Parte come un filmine e finisce nel panino delle Mercedes, e per evitare contatti da campione del mondo sceglie di sacrificarsi e perdere qualche posizione piuttosto che perdere il GP… Qualche errorino e bloccaggio di gomma indesiderati… ma il grande sorpasso su Daniel Ricciardo e la prova di forza della sua Ferrari lo portano al secondo posto. ALTRO CHE BOLLITO

Sebastian Vettel 8,5 L’errore della Francia è stato messo da parte e in partenza sceglie di scansare ogni pericolo andando largo all’esterno, per poi recuperare in pista. Il sorpasso su Lewis Hamilton è da applausi e standing ovation e chissà se senza penalità in qualifica sarebbe andata diversamente. Alla fine tanti punti recuperati e leadership nel mondiale a +1 da Hamilton. CAMPIONE

Romain Grosjean 8,5 Le pressioni e gli errori degli ultimi GP non lo fanno di certo dormire tranquillo, ma il quarto posto con la sua Haas gli riporta in alto l’umore

Kevin Magnussen 7,5 Ottimo lavoro con la sua Haas, chiude dietro il compagno di team ma che successo per la squadra!

Esteban Ocon e Sergio Perez 7 I migliori motorizzati Mercedes: nel caos di gomme, cambi e PU impazzite, portano una Force India non brillantissima ai punti

Fernando Alonso 8 Parte addirittura dai box… ma chiude ottavo. Con la McLarenCERTEZZA 

Charles Leclerc 7 È un ragazzo bravo, forte, sorridente… elogiare le sue caratteristiche e qualità va benissimo… ma l’errorino all’inizio gara dimostra che, forse, questo salto in Ferrari merita di essere rimandato ancora un po’… Alla fine riesce a chiudere ancora a punti e questo non fa altro che confermare il suo talento SORPRESA FISSA, MA OCCHIO A NON ESALTARLO TROPPO

Marcus Ericsson 7 Alfa-Sauber numero 2 per l’ultimo punto a disposizione

Altri: Gasly 6, Sainz 6, Stroll 5, Sirotkin 5, Vandoorne 2, Hartley 5, Hulkenberg 6

Menzioni speciali:

Lewis Hamilton 6 Era primo, l’errore di strategia non è neanche colpa sua… gli pneumatici non riesce a farli girare bene – e questa è una colpa da dividere con la macchina – e si arrende per un problema tecnico. Va bene esultare e fare i proclami, ma attenzione che lo 0 punti è dietro l’angolo SFORTUNATO, MA NON TROPPO

Valtteri Bottas 7 Pole stupenda, applausi e complimenti… ma questa sfortuna proprio non lo abbandona. Partenza così e così

Daniel Ricciardo 6 Gara nella media, tanti problemi e difficoltà con la Red Bull. Un voto in più per il suo compleanno (tanti auguri). Il rinnovo? Boh, chi l’ha capito! Brutta gestione gomme e ritmo così e così. Rimane il sorriso

 

Fabiola Granier

F1 | Pagelle GP Austria – Verstappen solido, Ferrari-Vettel in testa alle classifiche, Mercedes dalla prima fila… ai prati austriaci
2.1 (41.47%) 68 votes
Leggi altri articoli in In Evidenza

Lascia un commento

7 commenti
  1. Magu

    1 luglio 2018 at 23:08

    Mi chiedo cosa deve fare Verstappen per prendere 10…oggi gara perfetta vinta grazie al bellissimo sorpasso fatto ad Hakkinen e grande gestione delle gomme…giusto non è pilota della rossa…

    • rearweeldrive

      3 luglio 2018 at 00:32

      effettivamente max ha fatto una gran gara e un 10- se lo meritava(il meno devi concedermelo in quanto ferrarista dovuto al quel contatto con kimi)ma una persona che ha una nomea addosso avrà da sudare per riabilitare il proprio nome e non può più permettersi di cadere in fallo(almeno per quest’anno),fossero pure i”ruota contro ruota”….

  2. Francesco

    2 luglio 2018 at 08:22

    Poi mi spiegherai che GP hai visto dove Verstappen supera Hakkinen…

    • Magu

      2 luglio 2018 at 10:09

      Dovrei farti la stessa domanda…cmq riguardati i primi giri del G.P.

      • Magu

        2 luglio 2018 at 10:10

        Chiaramente mi riferivo a Raikkonen

  3. Pingback: Orange is the new black! |

  4. Francesco

    2 luglio 2018 at 10:35

    ah, ecco, chiaramente…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati