F1 | GP Azerbaijan 2021: anteprima e orari del weekend

Sesto appuntamento della stagione

F1 | GP Azerbaijan 2021: anteprima e orari del weekend

Orari

Venerdì 4 giugno

  • Prove Libere 1, ore 10:30 – 11:30
  • Prove Libere 2, ore 14:00 – 15:00

Sabato 5 giugno

  • Prove Libere 3, ore 11:00 – 12:00
  • Qualifiche, ore 14:00

Domenica 6 giugno

  • Gara, ore 14:00

(Orari su TV8 da confermare)

Vi ricordiamo che potrete seguire l’intero weekend motoristico anche sul nostro sito, F1GrandPrix, con live e aggiornamenti in tempo reale

Circuito

Nome: Baku City Circuit

Luogo: Baku, Azerbaijan

Costruzione: il tracciato di Baku è stato presentato nell’ormai lontano 2014 da Bernie Ecclestone e dal Ministro della gioventù e dello sport dell’Azerbaijan. Progettato dal fedele architetto Hermann Tilke, questo circuito si prefigge l’obiettivo di diventare in breve tempo un appuntamento fisso del Mondiale, unico per caratteristiche e spettacolarità. In lunghezza è la seconda pista più lunga del calendario, alle spalle di Spa Francorchamps, e vanta un rettilineo di ben 2,2 km, il doppio del rettifilo principale di Monza, preceduto oltretutto da un settore con curve molto veloci, da cui si esce già ad altissima velocità. Tuttavia il primo e il secondo settore sono formati da otto curve a gomito e una carreggiata stretta, caratteristica molto pericolosa e tipica dei tracciati cittadini. Con le nuove monoposto più larghe di 20 cm, già nel 2017 la sfida si era rivelata ancora più impegnativa, non solo per destreggiarsi tra le mura millenarie della città vecchia, ma anche per trovare il miglior assetto possibile che garantisca velocità e massima capacità di carico.

Distanza a giro: 6,003 km

Numero di curve: 20, dodici a sinistra e otto a destra

Senso di marcia: antiorario

Freni:

Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 11
Tempo speso in frenata: 19% del giro
Energia dissipata in frenata durante il Gp: 139 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il Gp: 58 tonnellate
Frenata più impegnativa: curva 3

Caratteristiche del circuito

Il punto più importante del circuito di Baku è sicuramente il lungo rettilineo di partenza; 2,2 km che metteranno a dura prova le Power Unit. In questa pista, non sono ammessi errori in quanto è piuttosto stretta e quest’anno per i piloti sarà ancora più complicato, date le dimensioni maggiori delle monoposto. Indubbiamente, la zona più suggestiva del circuito è quella vicina alle fortificazioni, vale a dire tra le curve 8 e 12. Fondamentale per i team sarà quindi trovare il giusto setup aerodinamico per il rettilineo e successivamente per i tratti guidati della pista.

Dati Tecnici:

Carico aerodinamico: Basso Medio Alto
Apertura del gas: 56% del giro
Consumo di carburante al giro: 2,1 kg
Velocità massima: 378 Km/h
Possibilità di Safety Car: 80%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: circa 22 secondi
Possibilità di sorpasso: Facile Medio Difficile
Vincitori dalla Pole Position: 1 su 2 edizioni in questo tracciato
Peggior posizione di partenza per un vincitore: decimo (Daniel Ricciardo 2017)

Gomme

Questo è il set Pirelli scelto per il GP d’Azerbaijan: C3, C4, C5

RECORD

Giro prova: 1:40.495 – V Bottas – Mercedes – 2019
Giro gara: 1:43.009 – C Leclerc – Ferrari – 2017
Distanza: 1h31’52″942 V Bottas – Mercedes – 2019
Vittorie pilota: 1 – N Rosberg, D Ricciardo, L Hamilton, V Bottas
Vittorie team: 1 – Mercedes, Red Bull
Pole pilota: 1 –N Rosberg, L Hamilton, S Vettel
Pole team: 2 – Mercedes
Migliori giri pilota: 1 – N Rosberg, S Vettel
Migliori giri team: 1 – Mercedes, Ferrari
Podi pilota: 2 – D Ricciardo
Podi team: 2 – Mercedes

Albo d’oro

  1. 2016 N Rosberg – Mercedes
  2. 2017 D Ricciardo – Red Bull Racing
  3. 2018 L Hamilton – Mercedes
  4. 2019 V Bottas – Mercedes

 

Leggi altri articoli in Anteprima

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati