F1 | GP Azerbaijan 2019: anteprima e orari del weekend

Quarto appuntamento del mondiale

F1 | GP Azerbaijan 2019: anteprima e orari del weekend

Con il GP d’Azerbaijan, si chiude la prima tranche delle gare extraeuropee. Dalla prossima gara poi, ci saranno degli importanti aggiornamenti aerodinamici che potrebbero cambiare le carte in tavola nel mondiale 2019. Ecco la nostra anteprima del weekend azero!

Orari (diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD)

Venerdì 26 aprile
PL1: 11:00 – 12:30
PL2: 15:00 – 16:30

Sabato 27 aprile
PL3: 12:00 – 13:00
QP: 15:00 – 16:00 (differita su TV8 a partire dalle 18)

Domenica 28 aprile
Gara: 14:10 (differita su TV8 a partire dalle 18)

Gara Precedente

Il Gran Premio di Shanghai, ha visto ancora una volta il dominio della Mercedes che si è aggiudicata la terza doppietta di fila. Vince la gara Lewis Hamilton, che si porta così in testa alla classifica del mondiale, seguito dal compagno di squadra, Valtteri Bottas. Terza posizione per Sebastian Vettel che ottiene così il primo podio stagionale dopo una gara piuttosto incolore. La Ferrari, ha cercato di salvare il salvabile con un team order ai danni di Charles Leclerc (quinto al traguardo), che non si è rivelato però utile, in quanto il gap dalle Frecce d’Argento era troppo grande da recuperare. Una cosa da questo gran premio l’abbiamo capita: il giovane monegasco, non ha nessuna intenzione di fare il numero due all’interno del team. La Red Bull di Max Verstappen, ha chiuso con il quarto tempo, davanti appunto a Leclerc. Seguono in top 10: Gasly, Ricciardo, Perez, Raikkonen ed un bravissimo Alexander Albon che non aveva preso parte alle qualifiche causa incidente durante le FP3.

Circuito

Nome: Baku City Circuit

Luogo: Baku, Azerbaijan

Costruzione: il tracciato di Baku è stato presentato nell’ormai lontano 2014 da Bernie Ecclestone e dal Ministro della gioventù e dello sport dell’Azerbaijan. Progettato dal fedele architetto Hermann Tilke, questo circuito si prefigge l’obiettivo di diventare in breve tempo un appuntamento fisso del Mondiale, unico per caratteristiche e spettacolarità. In lunghezza è la seconda pista più lunga del calendario, alle spalle di Spa Francorchamps, e vanta un rettilineo di ben 2,2 km, il doppio del rettifilo principale di Monza, preceduto oltretutto da un settore con curve molto veloci, da cui si esce già ad altissima velocità. Tuttavia il primo e il secondo settore sono formati da otto curve a gomito e una carreggiata stretta, caratteristica molto pericolosa e tipica dei tracciati cittadini. Con le nuove monoposto più larghe di 20 cm, già nel 2017 la sfida si era rivelata ancora più impegnativa, non solo per destreggiarsi tra le mura millenarie della città vecchia, ma anche per trovare il miglior assetto possibile che garantisca velocità e massima capacità di carico.

Distanza a giro: 6,003 km

Numero di curve: 20, dodici a sinistra e otto a destra

Senso di marcia: antiorario

Freni:

Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 11
Tempo speso in frenata: 19% del giro
Energia dissipata in frenata durante il Gp: 139 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il Gp: 58 tonnellate
Frenata più impegnativa: curva 3

Caratteristiche del circuito

Il punto più importante del circuito di Baku è sicuramente il lungo rettilineo di partenza; 2,2 km che metteranno a dura prova le Power Unit. In questa pista, non sono ammessi errori in quanto è piuttosto stretta e quest’anno per i piloti sarà ancora più complicato, date le dimensioni maggiori delle monoposto. Indubbiamente, la zona più suggestiva del circuito è quella vicina alle fortificazioni, vale a dire tra le curve 8 e 12. Fondamentale per i team sarà quindi trovare il giusto setup aerodinamico per il rettilineo e successivamente per i tratti guidati della pista.

Dati Tecnici:

Carico aerodinamico: Basso Medio Alto
Apertura del gas: 56% del giro
Consumo di carburante al giro: 2,1 kg
Velocità massima: 378 Km/h
Possibilità di Safety Car: 80%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: circa 22 secondi
Possibilità di sorpasso: Facile Medio Difficile
Vincitori dalla Pole Position: 1 su 2 edizioni in questo tracciato
Peggior posizione di partenza per un vincitore: decimo (Daniel Ricciardo 2017)

Pneumatici

Questo è il set Pirelli scelto per il GP d’Azerbaijan:C2, C3 e C4

https://twitter.com/pirellisport/status/1118067207228014592

Un dato interessante è che i tre top team (Ferrari, Mercedes e Red Bull) hanno fatto delle scelte diverse. Inoltre, va considerato che la gara, non avrà lo stesso orari delle prove e delle qualifiche e che si disputerà con temperature più fredde.

RECORD

Giro prova: 1:40.593 – L Hamilton – Mercedes – 2017
Giro gara: 1:43.441 – S Vettel – Ferrari – 2017
Distanza: 1h32’52″366
Vittorie pilota: 1 – N Rosberg, D Ricciardo, L Hamilton
Vittorie team: 1 – Mercedes, Red Bull
Pole pilota: 1 –N Rosberg, L Hamilton, S Vettel
Pole team: 2 – Mercedes
Migliori giri pilota: 1 – N Rosberg, S Vettel
Migliori giri team: 1 – Mercedes, Ferrari
Podi pilota: 2 – D Ricciardo
Podi team: 2 – Mercedes

Albo d’oro

  1. 2016 N Rosberg – Mercedes
  2. 2017 D Ricciardo – Red Bull Racing
  3. 2018 L Hamilton – Mercedes

F1 | GP Azerbaijan 2019: anteprima e orari del weekend
4 (80%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anteprima

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati