F1 | Mercedes, Toto Wolff: “Gara sottotono, ma contento dei nostri piloti”

Il team principal riflette sull'ultima gara dell'anno, ma il mistero si infittisce sul futuro di Lewis Hamilton e dello stesso Toto Wolff

F1 | Mercedes, Toto Wolff: “Gara sottotono, ma contento dei nostri piloti”

La stagione della Mercedes si conclude con un doppio podio, ma senza vittoria: il team di Brackley, infatti, ha consegnato il weekend nelle mani di Max Verstappen e la Red Bull, troppo veloci sul circuito di Abu Dhabi in confronto a delle W11 un po’ sottotono rispetto al resto della stagione. Valtteri Bottas e Lewis Hamilton non sono riusciti davvero ad impensierire il pilota olandese, ma fanno il minimo indispensabile.

Prima di tutto, congratulazioni a Max e alla Red Bull; si meritavano la vittoria, erano i più veloci – ha detto il team principal Toto Wolff – i nostri piloti hanno sofferto di sottosterzo per tutta la gara, perdendo molto tempo in curva 5, 6 e 7, ma anche nell’ultimo settore. Le performance di venerdì sembravano promettenti, ma non siamo riusciti a replicarle nel resto del weekend; ma come sempre, consideriamo questi errori come insegnamenti che ci rendono più forti per il futuro. La cosa positiva è la performance dei nostri piloti. Valtteri ha avuto dei weekend complicati, ma è stato bravo qui, massimizzando il potenziale della vettura; credo anche che abbiamo sbloccato qualcosa per il futuro durante questo weekend. Per quanto riguarda Lewis, abbiamo visto il suo coraggio e tenacia: tornare in macchina dopo meno di due settimane dopo essere risultato positivo al covid-19 prova il suo impegno nei confronti del team e la sua grande voglia di competere”.

L’attenzione, ora, si sposta dalla pista e si concentra sui contratti di Toto Wolff e Lewis Hamilton: entrambi confermano ai media di voler continuare a scrivere la storia con Mercedes, ma ad oggi nessuna firma è stata ancora apposta su alcun contratto e si infittisce il mistero sul futuro della Mercedes.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati