F1 | Mercedes, Lewis Hamilton torna in pista: “La vettura non sembrava la stessa”

"Non è la stessa macchina che ho lasciato in Bahrain, ho duvuto lavorare tanto per ritrovare il feeling" ha ammesso il sette volte campione del mondo

F1 | Mercedes, Lewis Hamilton torna in pista: “La vettura non sembrava la stessa”

Il re nero torna nel suo regno, e sul suo trono, la sua vettura nero lucente, spicca di nuovo il numero 44. Dopo l’infezione da covid-19, Lewis Hamilton torna in pista sulla sua Mercedes. Il poco tempo che ha passato, purtroppo, lontano dalla pista, ha avuto degli effetti non indifferenti sulla W11, che lo scorso weekend è stata affidata a George Russell. Il sette volte campione del mondo ci ha messo un po’ per ritrovare quel feeling con la vettura che lo ha portato ad essere quasi invincibile durante questa stagione, ed un problema all’impianto frenante non ha certamente aiutato. Hamilton, infatti, perde più di metà sessione al mattino, mentre i meccanici nel box riparano ai danni riportati. A fine giornata, Lewis è secondo dietro Valtteri Bottas, di ben due decimi più veloce; la lotta per la pole position, però, è ancora aperta.

Sono grato di essere tornato in macchina e di poter lavorare di nuovo con la squadra. Mi è mancato tutto questo la scorsa settimana, per cui ero molto felice quando sono arrivato al circuito oggi – ha ammesso Hamilton, finalmente negativo dopo aver contratto il coronavirus – ci è voluta più di una sessione per poter tornare nel ritmo, anche se è passato davvero molto poco dall’ultima volta che sono salito in macchina. La vettura non sembrava la stessa, non l’ho trovata nelle stesse condizioni in cui l’ho lasciata dopo il gran premio di Bahrain, quindi sto lavorando per cercare di ritrovare quel feeling con il set-up.

“Un problema con i pedali e i freni nelle FP1 ci è costato quaranta minuti, ma il team ha svolto un lavoro grandioso, cambiando tutto così velocemente; sono sotto pressione da tre settimane e continuano a lavorare sodo. Nonostante questo, le sessioni sono andate bene, meglio la seconda, anche se non siamo riusciti a fare il long run alla fine. Lavoreremo sodo stanotte per essere nella miglior forma possibile, pronti per la qualifica e la gara“.


Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati