F1 | McLaren, Seidl: “Stiamo lavorando per riprendere la costruzione della nuova galleria del vento il più velocemente possibile”

Il team principal della McLaren analizza i motivi che hanno spinto a mettere in pausa l'aggiornamento delle infrastrutture

F1 | McLaren, Seidl: “Stiamo lavorando per riprendere la costruzione della nuova galleria del vento il più velocemente possibile”

Nel corso degli ultimi anni, McLaren ha intrapreso un progetto di ristrutturazione del proprio team, sia in termini di management e ingegneri, che infrastrutture. Infatti, a metà del 2019 la squadra inglese aveva annunciato un piano per il rinnovamento della propria galleria del vento che, nonostante a suo tempo fosse un progetto estremamente innovativo, con il passare del tempo è diventata un’infrastruttura datata rispetto a quelle dei competitor. Naturalmente, avere infrastrutture all’avanguardia è un aspetto fondamentale in uno sport così competivo come la Formula 1, per questo Andreas Seidl ha subito spinto per aggiornare il più in fretta possibile determinati strumenti in cui la McLaren aveva un gap dai top team.

Tuttavia, a causa del coronavirus e dall’incertezza economica, molti di questi progetti sono stati messi in pausa, in attesa di avere una maggior sicurezza in merito a quali saranno gli introiti per questa stagione. Da questo punto di vista, il team principal della McLaren spera che si possa trovare al più presto una soluzione al fine di ridurre il gap dai team di vertice con i nuovi regolamenti: “All’inizio di questa crisi semplicemente abbiamo dovuto mettere in pausa tutti i progetti in termini di infrastrutture su cui stavamo lavorando. Anche ora, non sapendo esattamente quali saranno gli introiti durante quest’anno, siamo ancora prudenti, e semplicemente dobbiamo attendere ancora che il semaforo diventi verde nuovamente. Come si può immaginare, sto lavorando duramente per riprendere la costruzione di queste nuove infrastrutture il più velocemente possibile. Sappiamo bene che questa sarà la chiave nel nostro viaggio per tornare nuovamente al top in Formula 1, in quanto abbiamo un deficit in quell’erea in confronto agli altri top team. Sono abbastanza ottimista che una volta passata questa crisi, torneremo in pista con le nostre nuove infrastrutture”, ha spiegato Seidl.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati