F1 | McLaren, Norris sul rapporto con Sainz: “C’era una perfetta combinazione tra l’essere compagni di squadra e rivali”

Il pilota inglese ha spiegato come il rapporto con il pilota spagnolo abbia funzionato così bene nelle ultime due stagioni

F1 | McLaren, Norris sul rapporto con Sainz: “C’era una perfetta combinazione tra l’essere compagni di squadra e rivali”

Nel corso delle ultime due stagioni, la McLaren ha fatto grossi passi in avanti, fino ad arrivare al terzo posto nel mondiale costruttori, conquistato nel campionato 2020. Il team di Woking è giunto a tali risultati grazie all’arrivo di nuovo personale, di innesti di qualità, di un’ottima programmazione e di una coppia di piloti di livello, che ha saputo sfruttare al meglio i mezzi a propria disposizione e collaborare in modo da rendere più semplice il lavoro della squadra.

Esternamente il rapporto tra Carlos Sainz e Lando Norris è sembrato immediatamente uno dei migliori all’interno del paddock, tanto che i responsabili del team hanno più volte elogiato questa collaborazione che ha saputo tirare fuori il meglio della squadra. Una perfetta combinazione tra l’essere compagno di casacca e l’essere avversari, come l’ha descritta lo stesso pilota inglese: “Non avevo mai parlato con Carlos prima che arrivasse in McLaren. Non lo conoscevo, non sapevo fosse così. Siamo diventati buoni amici lontano dalla pista, ma anche rivali in pista e buoni compagni di squadra. Volevamo che il team facesse un passo in avanti, volevamo vincere gare e abbiamo lavorato in armonia, ma eravamo competitivi l’uno contro l’altro. Abbiamo solo lavorato bene sotto questi aspetti, come compagno di squadra e come avversari. Penso che avevamo la perfetta combinazione di questi due elementi”, ha spiegato Norris nel corso di un’intervista a Motorsport.com.

Ciò nonostante, tuttavia, non sono mancati anche i momenti difficili, come ha rivelato l’inglese, nonostante alle volte abbia cercato di mascherarli: “C’è sempre tensione tra compagni di squadra, anche quando qualcuno dice che non c’è, in realtà c’è, sempre. Magari alle volte cerchi di nasconderlo, anche tra me e Carlos” – ha raccontato Norris -. “Anche se la maggior parte del tempo è sempre sembrato che fossimo felici e che andassimo d’accordo, ci sono state delle occasioni in cui ci siamo odiati a vicenda. Non vuoi darla vinta al tuo compagno di squadra, l’ultima persona da cui vuoi essere battuto è il tuo compagno di squadra. Anche quando sorridi, a volte dentro di te, scava in profondità, e li odi davvero perché sono veloci o fanno cose che trovi difficili, o a volte non riesci ad eguagliarli”, ha poi aggiunto il pilota della McLaren. A partire dal prossimo anno, tuttavia, il compagno di Lando non sarà più Sainz, come nelle ultime due stagioni, ma Daniel Ricciardo, il pilota australiano di provenienza dalla Renault, che nel corso della sua carriera ha già dimostrato più volte di essere estremamente competitivo.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati