F1 | McLaren, Carlos Sainz: “Tutto questo ci ricorda quanto il motorsport sia pericoloso”

Lo spagnolo dedica diverse parole a Grosjean, ma parla anche della sua gara: come in Turchia, rimonta dalla quindicesima alla quinta posizione

F1 | McLaren, Carlos Sainz: “Tutto questo ci ricorda quanto il motorsport sia pericoloso”

Risultato fotocopia: anche in Turchia Carlos Sainz era riuscito nell’impresa, recuperando ben dieci posizioni rispetto a quella di partenza, precisamente dalla quindicesima alla quinta. Non sono questi gli unici episodi in cui lo spagnolo si è reso protagonista di grandi rimonte, che sembrano essere uno dei suoi marchi di fabbrica. Sainz è costretto a partire dalla quindicesima piazza in griglia, per via del problema meccanico che ha fermato la sua vettura all’inizio del Q2, impedendogli di segnare un tempo cronometrato. La strategia, come da tanti rimarcato nella giornata di ieri, avrebbe giocato un ruolo fondamentale in gara: Carlos è l’unico, al via, a montare la mescola soft. Dopo la bandiera rossa, purtroppo causata dal bruttissimo incidente che ha visto coinvolto Romain Grosjean, la McLaren opta per una nuova gomma soft, che Sainz riesce a gestire per ben venti tornate. Al primo pit-stop ufficiale monta la media, terminando la sua gara con la hard, in un cambio gomme che fa perdere più del dovuto allo spagnolo, che non riesce quindi a combattere con il compagno di squadra per il quarto posto.

Per quanto riguarda la gara, un’altra rimonta dalla quindicesima alla quinta posizione! Sono riuscito a completare il primo stint con la soft, sorpassando diversi avversari mentre gestivo lo stato delle gomme. Il secondo stint con le medie è stato altrettanto buono, abbiamo superato entrambe le Renault, con un ritmo abbastanza veloce da raggiungere Lando. Una grande gara, abbiamo conquistato parecchi punti per il team, fondamentali per la classifica costruttori“.

Carlos riserva anche diverse parole all’incidente di Romain e a quanto questo abbia significato per la Formula 1.

Prima di tutto, la cosa più importante è che Romain stia bene – ha iniziato lo spagnolo – è stato un enorme sollievo vederlo uscire dalla macchina dopo un incidente così spaventoso. Credo che questo sia il modo più duro di ricordarci quanto il motorsport sia pericoloso. Nonostante le incredibili misure di sicurezza che adottiamo, le nostre viste sono ancora a rischio ogni weekend, ogni volta che guidiamo queste bestie fino al limite. Tutto questo dovrebbe essere degno di rispetto. Guardando il lato positivo, ciò che è accaduto sottolinea il grandioso lavoro della Formula 1 e della FIA, in collaborazione con tutti i team, che continuano a costruire vetture ogni anno più sicure. Credo che nessuno si permetterà più di criticare l’halo dopo stasera. Infine, vorrei sottolineare il grande lavoro dei marshal e delle squadre in pit-lane. Non saranno loro a guidare, ma sono comunque esposti a grandi rischi e sono un fattore chiave per la nostra protezione“.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati