F1 | McLaren, Alonso: “Nel Q1 abbiamo dimostrato quanto siamo forti”

Vandoorne: "Le qualifiche non erano una priorità; in gara sarà difficile per noi sorpassare sul rettilineo"

F1 | McLaren, Alonso: “Nel Q1 abbiamo dimostrato quanto siamo forti”

Qualifica “camuffata” in Messico per la McLaren: consapevole di dover scontare delle pesanti penalizzazioni sulla griglia di partenza, le vetture di Woking non hanno completato alcun giro lanciato nel Q2, al fine di preservare gli pneumatici in ottica gara.

Fernando Alonso, sorprendentemente 5° nel Q1, in gara scatterà dalla 18ª piazza a causa di una sanzione di 20 posizioni: “Sono estremamente soddisfatto delle performance della vettura in questo weekend” – ha dichiarato lo spagnolo. “È andata alla grande sia ieri che oggi, con un ottimo grip nelle curve che mi ha dato delle buone sensazioni anche nelle zone ad alta velocità. Nel Q1 abbiamo dimostrato quanto siamo forti su questa pista. Essere a soli due decimi dal tempo più veloce dimostra cosa può fare il un grande lavoro della McLaren. È stato divertente. Ovviamente salvaguardare gli pneumatici nel Q2 è stata la nostra priorità principale. Con il deficit nei rettilinei che abbiamo qui, in gara sarà difficile superare. Partire dal fondo vorrà dire correre con il traffico per tutta la gara, ma cercheremo di essere aggressivi e se succede qualcosa davanti a noi, coglieremo eventuali opportunità”.

Stoffel Vandoorne, invece, dovrà scontare una penalità di 35 posizioni sulla griglia che lo costringerà a partire dalla 19ª posizione: “La nostra attenzione era rivolta alla gara e sicuramente non alla qualifica” – ha spiegato il pilota belga. “Anche nel Q1 ho corso con un alto carico di carburante, in modo da prepararmi alla corsa e migliorare il bilanciamento. Dopo i problemi che ho avuto con il motore ieri nelle FP1 e nelle FP2, sin da subito nelle FP3 mi sono sentito molto più a mio agio in macchina. Il nostro pacchetto è competitivo qui. Sorpassare sul rettilineo sarà difficile per noi, quindi dovremo essere guidare in modo aggressivo, riflessivo e ambizioso, sperando di poter avere una buona corsa. Le qualifiche non erano una priorità per noi oggi, quindi non vedo l’ora di correre in gara”.

Federico Martino

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. idrija

    29 ottobre 2017 at 09:12

    Meglio che secondo….

  2. attilio

    29 ottobre 2017 at 15:42

    Per Favore Fernado. hai fatto il tempo con le ultra soft, mentre Vettel e Verstappen hanno fatto il tempo con le soft. cioè tu avevi gomme che permettevano almeno 1 secondo in meno. che poi tu sia contento
    bene contento tu?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati