F1 | Hamilton, l’unico a criticare il nuovo circuito di Barcellona

All'inglese non piace il tracciato riasfaltato. Contrari invece Alonso e Sainz

F1 | Hamilton, l’unico a criticare il nuovo circuito di Barcellona

Lewis Hamilton ritiene che il Circuit de Barcelona-Catalunya abbia perso personalità con il suo ultimo restyling. Il quattro volte campione del mondo, infatti, avrebbe preferito al vecchia superficie irregolare, poichè aveva una sua storia, un suo trascorso nel tempo ed era molto più difficile rispetto a quello più moderno. L’opinione di Hamilton differisce da quella dei suoi compagni

“Penso sia stata solo una perdita di tempo e di denaro. Questo nuovo circuito ha perso qualcosa rispetto a quello vecchio per una pista come Barcellona, è più veloce rispetto al passato, è molto più piatta e ha un sacco di grip”, poi ha spiegato nello specifico le nuove caratteristiche del tracciato: “Quando si acquista una casa nuova, non c’è nessun personaggio rilevante. Ma se si acquista un vecchio appartamento, allora avrà la sua storia, il suo carattere. Con i circuiti è lo stesso. Mi piacciono quelli che hanno già l’asfalto di due anni. I piloti si lamentano per le asperità che ci possono essere, durante le riunioni, ma ma quelle sono le vere caratteristiche del circuito”, ha continuato Hamilton, mettendo in evidenza quanto i piloti suoi colleghi non comprendano la bellezza di un tracciato più vecchio.

“Tutto è più semplice quando lo livellano. Questa pista così è più facile, è la cosa più semplice che sia stata nei dieci anni in cui è stata usata”, ha voluto specificare ancora.

La visione di Hamilton differisce da quella di altri piloti, che credono che il cambiamento sia positivo. Questo è il caso di Fernando Alonso: “Il nuovo asfalto è una grande sorpresa, è fantastico. Non ha buche. Il circuito è in perfette condizioni”. E così anche Sainz: “L’asfalto è nuovo e mi ha dato un buon feeling”, ha concluso.

Fabiola Granier

F1 | Hamilton, l’unico a criticare il nuovo circuito di Barcellona
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati