F1 | Haas, Guenther Steiner: “Sappiamo qual è il problema, ma non abbiamo una soluzione”

Il team principal Haas ha spiegato quali sono i problemi della VF-19

F1 | Haas, Guenther Steiner: “Sappiamo qual è il problema, ma non abbiamo una soluzione”

Mancano soli quattro Gran Premi al termine della stagione, e per alcuni team è già tempo di tirare le somme.

La Haas si è sempre trovata sulla bocca di tutto il Paddock, quest’anno, per lo scandalo social col suo primo sponsor, la Rich Energy, o per i messaggi radio del suo team principal Guenther Steiner, senza dimenticare il mercato piloti e la conferma della coppia formata da Kevin Magnussen e Romain Grosjean.

Ciò che conta davvero, però, è sempre la performance e i risultati in pista, e sembrava che la Haas fosse partita col piede giusto in Australia, grazie al piazzamento al sesto posto del suo pilota danese.

Il trend positivo non è, però, continuato: il team ha apportato aggiornamenti alla VF-19, che si è trasformata in un’altra monoposto, incapace di portare a casa punti. La squadra americana ha deciso, quindi, di riportare la macchina alla sua configurazione originale a partire dal Gran Premio di Silverstone.

Una situazione precaria di difficile soluzione, quella della Haas, che, come dichiarato da Guenther Steiner, non si aspetta di risolvere il problema entro la fine della stagione.

Sappiamo dove siamo e perché siamo in questa situazione, ma risolverla? E’ un’altra storia, non so se riusciremo a venire a capo del problema quest’anno. Mancano solo quattro gare al termine della stagione e forse potremo avere qualche buona giornata“.

Non è che posso dire che nelle prossime due gare porteremo un aggiornamento che risolverà il problema. Dobbiamo solo assicurarci che ciò non accada l’anno prossimo, perché è piuttosto logorante” ha aggiunto il team principal italiano.

Il problema consiste essenzialmente nella finestra di utilizzo delle gomme Pirelli e di come la monoposto americana non riesca a generare il calore necessario.

Cominciamo la gara con la consapevolezza che, ad un certo punto, avremo un problema, perché non riusciamo a generare il calore che ci serve per far funzionare la gomma. Quindi partiamo, e va tutto bene, ma poi arrivano le bandiere blu e devi rallentare, la gomma si raffredda e non riusciamo a riportarla nella finestra, e perdiamo posizioni”.

Sembra troppo facile dire che, semplicemente, non abbiamo una soluzione, ma è così – ha continuato Steiner – quindi, anche se riusciamo a fare una buona qualifica, ed entrare in Q3 è già un grande risultato per me, non possiamo confermare la posizione in gara per questo motivo. Non riusciamo a tenere le gomme in temperatura“.

Grosjean e Magnussen dovranno fare i conti con questa monoposto per ancora altri quattro weekend, e il prossimo in particolare non sarà affatto facile.

Tra le ultime gare, alcune saranno davvero difficili, come quella del Messico. L’aria è più leggera, sarà un brutto weekend per noi”.

F1 | Haas, Guenther Steiner: “Sappiamo qual è il problema, ma non abbiamo una soluzione”
1 (20%) 3 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati