F1 | Grosjean e la visita di Vettel il giorno dopo l’incidente di Sakhir

"Seb è probabilmente il pilota a cui mi sento più vicino", ha scritto il francese nel libro "La morte in faccia"

F1 | Grosjean e la visita di Vettel il giorno dopo l’incidente di Sakhir

La data di domenica 29 novembre 2020 è certamente spartiacque nella carriera di Romain Grosjean con il terribile incidente che lo vide, suo malgrado, protagonista nei primissimi metri del GP del Bahrain. Un crash impressionate, dove il francese se la cavò per fortuna con con qualche giorno di ospedale e delle ustioni sulle mani.

Da allora il francese non ha più militato in Formula 1, passando in IndyCar dove si sta togliendo delle soddisfazioni, ma su quelle incredibili ore ha voluto scrivere un libro dal titolo La morte in faccia. In esso Grosjean ha ricordato anche un episodio con Sebastian Vettel. Il tedesco, all’epoca ancora in Ferrari, era andato a trovare in ospedale l’allora pilota della Haas.

Lunedì 30 novembre mi sono svegliato alle sei del mattino – scrive ne libro Grosjean – Qualcuno è arrivato molto presto e in modo piuttosto inaspettato: Sebastian Vettel. Era preoccupato per me. Seb è probabilmente il pilota a cui mi sento più vicino. Sta vivendo la mia stessa vita con i suoi tre figli e vuole proteggere quella vita il più possibile. Quando gli ho detto che volevo correre l’ultima gara, ha detto: ‘No, devi andare a casa e riposarti!’. Gli ho spiegato che era la fine della mia carriera e che non volevo finire in quel modo”. 

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati