F1 | GP Messico: Pirelli aumenta le pressioni delle gomme posteriori

Le gomme slick passano da 20 a 21psi

F1 | GP Messico: Pirelli aumenta le pressioni delle gomme posteriori

Dopo i problemi di gestione gomme riscontrati durante le prove libere del venerdì, Pirelli ha deciso di aumentare le pressioni delle gomme posteriori anche per il Gran Premio del Messico. Una situazione simile si era verificata già la settimana scorsa, quando ad Austin, a causa della carenza di dati e riferimenti per la pioggia al venerdì, il gommista italiano aveva deciso di aumentare la pressione minima delle gomme posteriori da asciutto di 1,5psi tra qualifica e gara, senza dare la possibilità ai team di modificare i set-up delle vetture.

A Città del Messico Pirelli è intervenuta in anticipo, aumentando le pressioni minime delle gomme posteriori di 1psi per tutte le tipologie di coperture. Quelle da asciutto passano quindi da 20 a 21psi, quelle intermedie da 19 a 20psi e quelle da bagnato estremo da 18 a 19psi. Il costruttore milanese ha giustificato la decisione dichiarando di aver leggermente sottostimato le condizioni e l’usura che si sarebbe potuta verificare sulle comme posteriori, correndo quindi al riparo per una pista che per ora si è dimostrata molto sporca, fornendo poco grip. Considerando l’aumento delle pressioni minime delle coperture al retrotreno, le squadra interverranno anche su quelle delle gomme anteriori, in modo da ribilanciare la monoposto.

F1 | GP Messico: Pirelli aumenta le pressioni delle gomme posteriori
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati