F1 GP Bahrain, Prove Libere 1: Ricciardo vola con la sua Red Bull

L'australiano ha preceduto Bottas e Raikkonen. Quarto Vettel davanti a Hamilton

F1 GP Bahrain, Prove Libere 1: Ricciardo vola con la sua Red Bull

Exploit targato Red Bull nella prima uscita in pista in Bahrain. E’ stato infatti Daniel Ricciardo a chiudere al comando la prima sessione di Libere nel deserto, grazie al miglior tempo di 1:31.006, ottenuto con la gomma soft. L’australiano ha preceduto di tre decimi la Mercedes di Bottas, mentre terza è giunta la Ferrari di Raikkonen. Vettel, Hamilton, Grosjean, Gasly, Sainz, Magnussen e Hulkenberg completano le prime dieci posizioni. Malissimo invece per l’altra RB14, quella di Verstappen, tormentata da un problema di natura elettrica nei primi minuti della sessione. Bene invece entrambe le Ferrari per quanto riguarda la prima simulazione del passo gara, con la Rossa di Kimi apparsa più veloce rispetto ai rivali della Mercedes.

Cronaca – Max Verstappen è il primo a lasciare i box. Subito dentro anche Vettel e Raikkonnen. Ma dopo pochissimi minuti l’olandese della Red Bull alza subito bandiera bianca: la RB14 soffre un problema di natura elettrica e viene riportata ai box, per concludere lì la sessione. Il primo crono della giornata è per la Force India di Ocon; con la gomma rossa fa segnare 1:35.687. A due decimi, e con la stessa mescola, gli si accoda Perez. Quindi, il messicano passa in testa. Nel mezzo arriva Ricciardo, con la gomma medium. Stessa mescola per la Ferrari di Kimi, che si mette a dettare il passo in 1:33.770. Vettel è alle sue spalle, a mezzo secondo, anche lui su medium. Con la gomma gialla tocca quindi a Bottas salire in testa: per lui il crono si ferma a 1:33.235. A trenta minuti dal via è però Hamilton a trainare il gruppo: il britannico gira in 1:33.041, su gomma soft, seguito da Bottas, Raikkonen, Vandoorne, Vettel, Grosjean, Ricciardo, Alonso, Gasly, Ocon.

I due della Mercedes innescano una piccola lotta in casa per la conquista della vetta. Intanto Vandoorne ha superato Raikkonen, mentre Gasly si è preso il sesto posto, Hulkenberg è ottavo, seguito da Ricciardo e Magnussen. Tutti sono su gomma soft, tranne Ferrari e Red Bull, con le medium. Dopo una breve pausa ai box e la riconsegna del primo treno di gomme, Alonso è il primo a rilanciarsi per la simulazione di qualifica: con la gomma rossa si prende il terzo posto. A parità di mescola, Magnussen fa suo il secondo posto. Intanto ai box Ferrari i meccanici lavorano sulle monoposto di Kimi e Vettel: entrambi hanno lamentato molto sottosterzo e un bilanciamento ancora da affinare. Con la gomma rossa e il tempo di 1:32.516, Grosjean sale davanti a tutti.

Hamilton e Bottas tornano dentro con le soft. Hamilton torna leader ma poi tocca a Bottas, in 1:31.364. Dietro di lui, Hamilton, Grosjean, Gasly, Sainz, Magnussen, Hulkenberg, Alonso, Leclerc e Stroll. Come le due Mercedes, anche Galsy Leclerc e Stroll sono con le soft, tutti gli altri della top ten, invece, con la supersoft. Con la gomma gialla e il tempo di 1:31.458, Kimi si mette al secondo posto. Vettel, sempre su soft, è terzo, a 1 decimo dal compagno di squadra.

Ma sul finire della sessione è la Red Bull di Ricciardo a sorprendere tutti con la gomma soft: con il miglior tempo di 1:31.006, l”australiano si piazza davanti e non si schioda fino alla bandiera a scacchi, seguito da Raikkonen, Vettel, Hamilton, Grosjean, Gasly, Sainz, Magnussen e Hulkenberg.

F1 GP Bahrain – Tempi, risultati e giri Prove Libere 1

 

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Ferrari

F1 | Vettel: “Ho pensato, non ce la farò mai”

La strategia Ferrari premia il pilota tedesco e la sua maestria nella gestione della mescola soft
Non poteva esserci modo migliore di festeggiare il 200esimo GP della carriera per Sebastian Vettel, che ha trionfato in Bahrain davanti alle