Formula 1 | Mazepin su Schumacher: “Non siamo amici e il suo nome non mi importa”

“Ci sono alcuni motivi estranei al mondo delle corse per i quali, forse, vengo trattato in modo un pò diverso", ha aggiunto il russo

Mazepin è pronto a sfidare Schumacher in Haas
Formula 1 | Mazepin su Schumacher: “Non siamo amici e il suo nome non mi importa”

In una chiacchierata concessa ai microfoni di MatchTV, Nikita Mazepin ha parlato del rapporto di collaborazione che si instaurerà con Mick Schumacher all’interno del team Haas, sottolineando come il pesante nome del tedesco non giocherà alcun ruolo nello svolgimento dei lavori all’interno della scuderia statunitense.

Nonostante le critiche ricevute alla fine del 2020 e l’attenzione che la stampa sta dedicando al Campione di Formula 2, Mazepin intende portare avanti il proprio lavoro in Haas senza “influenze” esterne. L’obiettivo è infatti quello di rispondere solamente in pista alle tante “chiacchiere” che si sono susseguite nelle ultime settimane.

“Mick Schumacher? Ad essere onesti il suo nome non mi importa”, ha affermato il pilota della Haas. “Non siamo amici, ma posso chiamarci vecchi rivali, visto che abbiamo fatto le categorie kart insieme. Il cognome, ovviamente, aggiunge forza e problemi in termini di pressione e attenzione, ma quando chiudo la visiera del casco penso solamente alla mia performance. Non ho il tempo per pensare a queste cose esterne alla pista”.

Sulle carriera ha invece aggiunto: “Ci sono alcuni motivi estranei al mondo delle corse per i quali, forse, vengo trattato in modo un pò diverso. Ci sono abituato e ne sono assolutamente indifferente. Dopo il mio fallimento assoluto e completo del 2019 abbiamo deciso di riorganizzarci. Ho ridotto il mio entourage, passando dall’avere due allenatori a uno, ovvero un fisioterapista/allenatore italiano che è responsabile della mia preparazione fisica. Lavoro con lui da tre anni e spesso di trova a collaborare anche con i ragazzi della Ferrari”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati