F1 | Ferrari, Camilleri sul regolamento 2021: “Abbiamo fatto dei sacrifici per permettere ai team minori di prendere più soldi”

"Siamo qui per garantire che lo sport conservi il suo DNA e la sua capacità di continuare a innovare", ha detto l'ad di Maranello

F1 | Ferrari, Camilleri sul regolamento 2021: “Abbiamo fatto dei sacrifici per permettere ai team minori di prendere più soldi”

Lo scorso 31 ottobre, mentre il Circus era impegnato ad Austin per il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti, è stato ufficializzato il nuovo regolamento tecnico/sportivo che entrerà in vigore a partire dalla stagione 2021.

Discutendo sulle nuove regole, il CEO della Ferrari Louis Camilleri ha ammesso che la scuderia del Cavallino ha dovuto fare delle rinunce per permettere maggiori benefici economici ai team medio/piccoli. Tra gli aspetti da sistemare resta quello relativo al rinnovo del Patto della Concordia che scade nel 2020.

Abbiamo principalmente fatto alcuni sacrifici in modo che i team più piccoli ottengano più soldi – ha detto Camilleri, citato dall’agenzia Reuters -. E penso che sia abbastanza importante. Non siamo d’accordo su molti dettagli, ma penso che in termini di principi generali lo siamo. Sono sicuro che verrà raggiunto un accordo per gli interessi di tutto”.

L’amministratore delegato di Maranello ha poi aggiunto: “Penso che ci siano stati progressi significativi. Data la nostra credibilità in Formula Uno, siamo qui per garantire che lo sport conservi il suo DNA e la sua capacità di continuare a innovare. Penso che abbiamo raggiunto un compromesso relativamente buono in termini di massimale di spesa. È buono per la sostenibilità economica della categoria”. Ricordiamo che il budget cap per i team sarà di 156 milioni di euro dal 2021. Cifra che però non include gli stipendi di piloti e dirigenti.

Il prossimo anno i team dovranno dividersi tra lo sviluppo della monoposto 2020 e quello riguardante l’auto del 2021. Secondo Business Book, la Ferrari potrebbe addirittura investire 500 milioni di euro (la spesa nel 2019 è stata di 469 mln, ndr) per curare questo doppio progetto parallelo.

Fortunatamente, l’industria automobilistica può sostenere questi investimenti, non solo in termini di personale, ma anche in termini di infrastrutture e denaro”, ha sottolineato Camilleri.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

2 commenti
  1. pepiona

    18 dicembre 2019 at 18:37

    “abbiamo fatto…!!!

  2. Zac

    19 dicembre 2019 at 09:47

    Chi non ha una industria automobilistica alle spalle cosa dovrebbe fare?
    C’è chi investe e chi si fa investire.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Coronavirus, Ferrari dona ambulanza all’AUSL Modena

"Siamo uniti nella lotta contro questa pandemia con l'intera comunità medica”, si legge nel tweet pubblicato da Maranello
La Ferrari, attraverso i propri canali social, ha ufficializzato la donazione di un’ambulanza all’azienda sanitaria locale di Modena. Un bellissimo