F1 | Ferrari, Binotto sull’episodio Verstappen-Leclerc: “Accettiamo la decisione, ma non crediamo sia giusta”

"Penso che sia il momento per la F1 di girare pagina e guardare avanti", ha detto il team principal della Rossa

F1 | Ferrari, Binotto sull’episodio Verstappen-Leclerc: “Accettiamo la decisione, ma non crediamo sia giusta”

La Ferrari si congeda dal weekend del Gran Premio d’Austria, nona prova stagionale del Mondiale 2019 di Formula Uno, con il secondo posto ottenuto da Charles Leclerc e il quarto di Sebastian Vettel.


Il team principal della Rossa Mattia Binotto, commentando la gara di Spielberg, ha dichiarato: “Ogni corsa ha una storia da raccontare e quella di oggi è stata una bella gara con duelli entusiasmanti. Dal canto nostro abbiamo dato prova che continuiamo a migliorare. Charles ha disputato un Gran Premio eccellente dall’inizio alla fine, come fantastico è stato del resto tutto il suo weekend”.

Anche Seb è stato autore di un’ottima prova: con le gomme dure ha attaccato e spinto al massimo, anche se così facendo le ha usurate velocemente – ha sottolineato l’ingegnere italo-svizzero -. Per questo è chiaro che la sua strategia a due soste non sia stata decisa a tavolino, ma in base a come si è evoluta la sua corsa. Dispiace chiaramente per il problema alla radio che abbiamo avuto al pitstop di Seb. Non tutti i meccanici hanno infatti sentito la chiamata e questo ci ha fatto perdere tempo prezioso”.

Sull’episodio relativo al ruota a ruota tra Max Verstappen e Charles Leclerc, etichettato dagli steward come un normale incidente di gara, Binotto ha detto:  “Accettiamo la decisione anche se non crediamo che sia quella giusta. I giudici sono loro e dobbiamo rispettarli. Però, in quanto primo fan della Ferrari, penso che sia il momento per la F1 di girare pagina e guardare avanti. Come abbiamo già detto, dovremmo lasciare i piloti liberi di combattere per il bene dello sport e della F1Dunque unbravoa Verstappen, che ha disputato una gara fantastica oggi proprio come Charles. Per noi ci saranno nuove opportunità in futuro”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Binotto sull’episodio Verstappen-Leclerc: “Accettiamo la decisione, ma non crediamo sia giusta”
5 (100%) 3 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

11 commenti
  1. rogerrabbo

    30 giugno 2019 at 23:28

    Io non avrei penalizzato nemmeno Vettel in Canada

  2. frankye

    30 giugno 2019 at 23:31

    Ferrari vale come 2 di coppe quando la briscola è a denari

    • stefanoabbadia

      1 luglio 2019 at 07:05

      La Ferrari vale molto di più del 2 di picche, ricordatelo sempre. Nel commentare la decisione dei commissari si è dimostrata un Team serio. il problema vero è che la vettura non è assolutamente competitiva al di la di quello che si vuol dire o vedere, se Verstappen fosse partito bene..beh..se la Mercedes non avesse secondo me volutamente e per ovvie ragioni di spettacolo e di resa per qu8anto accaduto in canada corso in rimessa..beh..mi si vuol far credere che la mercedes ieri prendeva paga? vabbeh…crediamoci vah..nel nome dello spettacolo e dell’audience in crollo crediamoci….

  3. atta4519

    1 luglio 2019 at 07:03

    POVERA FERRARI RUBATO IN CANADA VETTEL, RUBATO IN AUSTRIA LE CLERK, ANNO FATTO LE SCARPE SU MISURA ALLA MERCEDES CON LE GOMME IN QUESTA FORMULA 1 NON CE GIUSTIZIA , BINOTTO RITIRA TUTTE LE VETTURE , ORMAI SONO TUTTI CONTRO LA FERRARI USCIAMO FUORI DA QUWESTA CATEGORIA CORROTTA ,QUESTA FORMULA , NON A PIU CREDIBILITA’

  4. Zac

    1 luglio 2019 at 07:38

    Canada e Austria, due volte secondi.
    Binotto pesca il Due di Bastoni.
    Chi mischia il mazzo?

  5. Susan

    1 luglio 2019 at 08:26

    Binotto mi sa tanto che ti piace prenderlo in quel posto .Adesso bastaaaaa FERRARI ritira le vetture e vai altrove in questa lercia categoria dove i più luridi fanno valere il loro peso

  6. Zac

    1 luglio 2019 at 09:46

    Kowtow!

  7. Roby Bad

    1 luglio 2019 at 10:03

    Ricordo una manovra simile a team invertiti dove Vettel venne però penalizzato… ed era ancora un Vettel che si giocava il mondiale
    Sempre due pesi e due misure…

  8. Roberto

    1 luglio 2019 at 10:41

    Ci sarebbe da chiedere i danni alle paytv per vendere un prodotto truccato e ridicolmente farsa.
    Comico vedere Mateo Bobbi in canada dire di essere pro Commissari perchè le regole sono regole e in Austria dire esattamente il contrario in difesa dello spettacolo! Ma è spettacolo impedire a un pilota di stare in pista durante una lotta?

  9. maxxi60

    1 luglio 2019 at 10:43

    A me quelli della Ferrari sembrano quelli del PD, sempre a 90* con L’UE, loro con la FIA.

  10. Roberto

    1 luglio 2019 at 10:44

    I grandi duelli del passato che gli ipocriti commentatori dei Gp vanno millantando, sono rimasti celebri perchè erano condotti con estremo rispetto dell’avversario, senza furbate tipo accompagnarlo all’esterno per impedirgli di curvare. Questo non è F1 e non è spettacolo ma un videogioco in cui te ne freghi perchè tanto è il computer contro cui stai gareggiando.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati