F1 | Ferrari, Binotto non sorpreso dalla velocità del motore Honda vista ad Interlagos

"Abbiamo del lavoro da fare, ma abbiamo ridotto un grande divario dall'inizio della stagione", ha ammesso il team principal della Rossa

F1 | Ferrari, Binotto non sorpreso dalla velocità del motore Honda vista ad Interlagos

Quella andata in scena domenica sulla pista di Interlagos è stata una domenica da incorniciare per la Honda.

Il motorista giapponese ha infatti occupato i gradini più alti del podio del Gran Premio del Brasile grazie alla vittoria ottenuta dalla Red Bull di Max Verstappen e dalla piazza d’onore centrata dalla Toro Rosso di Pierre Gasly, con il francese che ha avuto al meglio al fotofinish sulla Mercedes di Lewis Hamilton.

Mattia Binotto, interpellato dalla stampa sulle ottime prestazioni mostrate in Brasile dalle monoposto motorizzate Honda, Mattia Binotto ha detto: “Non sono in grado di spiegare cosa fanno, so solo come lavoriamo noi. La loro velocità era alta, ma dire che sarebbe sorprendente è ingiusto. Max (Verstappen, ndr) è stato un paio di decimi di secondo più veloce, quindi abbiamo del lavoro da fare, ma abbiamo ridotto un grande divario dall’inizio della stagione”.

 Il team principal della Ferrari, completando la propria disamina, ha poi aggiunto: “Abbiamo vinto quando avevamo l’auto più veloce e affidabile, stiamo andando avanti. Abbiamo identificato i nostri punti deboli e questo ci dà speranza per il prossimo anno. Se guardiamo l’anno nel suo insieme abbiamo perso perché abbiamo ancora bisogno di un paio di decimi”.

F1 | Ferrari, Binotto non sorpreso dalla velocità del motore Honda vista ad Interlagos
1 (20%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren