F1 | Ferrari, Binotto contro la standardizzazione delle componenti: “Non siamo favorevoli”

Sul budget cap ha aggiunto: "E' un accordo che abbiamo sottoscritto tutti"

Binotto: "Non c'è bisogno di creare parti standard per risparmiare denaro"
F1 | Ferrari, Binotto contro la standardizzazione delle componenti: “Non siamo favorevoli”

Intervistato sulle discussioni per il 2021, Mattia Binotto si è schierato contro l’idea della standardizzazione, sottolineando come una soluzione di questo tipo non permetterebbe alle piccole squadre di risparmiare denaro sullo sviluppo.

Secondo il Team Principal, infatti, l’idea di rendere uguali alcune componenti non farebbe altro che aumentare le spese, vista l’esigenza di riprogettare le parti in questione. Per quanto riguarda il budget cap, invece, Binotto ha sposato l’idea degli altri team principal, precisando come una soluzione di questo tipo aiuterebbe le piccole squadre a chiudere il gap con i top team.

“Non sono ancora felice”, ha affermato Mattia Binotto. “Non sono felice come Ferrari. Fin dal principio abbiamo sempre detto che siamo contrari alla standardizzazione e riteniamo che la strada intrapresa prenda proprio questa direzione. Non siamo favorevoli perché nel DNA di questo sport esiste la competizione e la standardizzazione delle componenti va contro questo spirito”.

“In secondo luogo, invece, perché standardizzare non significa risparmiare, visto che porta le squadre a riprogettare l’intera monoposto”, ha proseguito. “Seguire una strada di questo tipo, quindi, comporta un certo impegno anche dal punto di vista economico. Onestamente non penso che il bilancio sia positivo. La sostenibilità è un fattore chiave”.

Sul possibile budget cap ha aggiunto: “Siamo a favore del tetto spese. E’ un accordo che abbiamo sottoscritto tutti, dato che lo riteniamo fondamentale per colmare il divario che esiste tra i top team e le piccole squadre. Forse il tetto è ancora troppo alto per i team, ma almeno c’è uno spazio di manovra”.

“Non abbiamo bisogno della standardizzazione”, ha concluso il team principal. “Non c’è bisogno di creare parti standard per risparmiare denaro, visto che i costi sarebbero comunque alti. I top team spenderebbero comunque il massimo del tetto previsto. Ritengo che dobbiamo valutare i rischi e i benefici, tenendo sempre sott’occhio l’obiettivo finale”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    22 Agosto 2019 at 08:00

    Ipse dixit:”Standardizzare non significa risparmiare”.
    L’apologia maldestra del ricco epulone (Luca 16,19-31).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati