F1 | Delusione Verstappen: “Speravo di più, ma ho fatto il massimo che potevo”

Interlagos infelice per Max: "In generale non è una pista che si adatta alla nostra auto e questo, unito al deficit di potenza sui rettilinei, diventa molto difficile per noi"

F1 | Delusione Verstappen: “Speravo di più, ma ho fatto il massimo che potevo”

Nonostante la quarta posizione iniziale, le frasi incoraggianti dichiarate nelle prove libere del venerdì e l’entusiasmo per il risultato della gara del Messico, la gara di Max Verstappen non ha rispettato tutte le attese. L’olandese, infatti, in una domenica difficile a livello di passo gara, temperature e, di conseguenza, gestione delle gomme, ha chiuso in quinta posizione, davanti al suo compagno di squadra che partiva 14esimo e dopo aver fatto due pitstop sempre a causa del degrado degli pneumatici.

“In generale non è una pista che si adatta alla nostra auto e questo, unito al deficit di potenza sui rettilinei, diventa molto difficile per noi. Questo ti porta a spingere di più, a cercare i cordoli, ma chiedi troppo alla macchina e consumi tanto”, ha spiegato Max al sito ufficiale della Red Bull. Delusione per la gara, un po’ silenziosa e senza troppi colpi da parte di Verstappen: “Certamente ho sperato in più per la gara, ma è stata una situazione difficile, anche se credo di aver massimizzato il risultato con il quinto posto. Non volevo guidare gli ultimi dieci o 15 giri con pneumatici difficili e alla fine della giornata non avrei perso la posizione, quindi abbiamo deciso di fare una seconda fermata ai box. Da lì la gara è andata, ma ho spinto per fare il giro più veloce”, ha concluso spiegando la strategia adottata nell’ultimissima parte di gara in Brasile.

Fabiola Granier

F1 | Delusione Verstappen: “Speravo di più, ma ho fatto il massimo che potevo”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. ooJEANoo

    13 novembre 2017 at 00:15

    Oggi hai pianto molto e le prestazioni della Redbull che era entrata in un finale di stagione al top si sono spenta di botto come tutti i commenti fatti dopo il Messico
    Non dico che Redbull non è cresciuta dico solo che un GP non fa una stagione, ha buon intenditor poche parole

  2. Magu

    13 novembre 2017 at 01:21

    Ha fatto la gara che doveva fare con quello che la macchina permetteva….e di nuovo ha messo dietro Ricciardo in prova…quindi ha fatto quello che doveva…

  3. Daytona

    13 novembre 2017 at 08:05

    Dopo che in Messico tutti i team hanno avanzato dubbi sulla regolarità delle RB che..inspiegabilmente davano mezzo secondo al giro a Mercedes e Ferrari, le lattine sono tornate sulla terra, è questa non era certo una pista sfavorevole per loro!

  4. ooJEANoo

    13 novembre 2017 at 11:29

    Sinceramente neanche tanto favorevole il lungo rettilineo penalizzava molto i motori meno potenti
    Però è anche vero che nel tratto misto le Redbull non erano all’altezza degli avversari

  5. voicelap

    13 novembre 2017 at 22:39

    Non voglio pensare a irregolarita di macchina in
    Messico, ma caro Max, questo è il risultato quando non riesci a creare scompiglio in partenza e gli avversari non hanno problemi di affidabilità: fai la tua gara tranquilla senza alcun acuto, ti fai superare da uno che è partito dai box e il tuo compagno partito 15 esimo ti arriva di poco alle spalle. Chissa come mai senza le condizioni giuste e super favorevoli ti dimentichi di essere un fenomeno? Misteri

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati