F1 | Brawn sui regolamenti 2021: “Rivoluzione? Abbiamo preferito consolidare il gruppo già presente”

"Il motore è complicato, forse più della macchina in se stessa, ma non possiamo permetterci l'addio di un motorista", ha aggiunto

Il braccio destro di Chase Carey ha toccato l'argomento 2021, spiegando le scelte portate avanti da Liberty Media per il futuro del Circus
F1 | Brawn sui regolamenti 2021: “Rivoluzione? Abbiamo preferito consolidare il gruppo già presente”

Intervistato da Autosport sui regolamenti attualmente in fase di studio per la stagione 2021, Ross Brawn ha precisato come non sarà attuata una completa rivoluzione per quello che riguarda le power unit, visto che il management della Formula 1 ha preferito non intaccare lo zoccoli duro attualmente impegnato nel Circus.

Una scelta intelligente, richiesta a gran voce da Ferrari, Mercedes, Renault e Honda, che permetterà ai marchi già presenti in F1 di conservare gli enormi investimenti portati avanti negli ultimi anni sul fronte ibrido.

Ross Brawn avrebbe preferito un cambiamento più ambizioso, magari con la rimozione del tanto chiacchierato MGU-H, ma allo stesso tempo ha precisato come la strada tracciata sia quella giusta per il futuro del Circus.

“Avremmo potuto apportare dei cambiamenti più ambiziosi nel regolamento per la stagione 2021”, ha dichiarato il braccio destro di Chase Carey in Bahrain. “In ogni caso gli argomenti sono stati ben presentati e lo stesso discorso vale per i modelli e per gli esempi. Avremo un concept più economico, semplice e forte, ovviamente il tutto diviso per grado”.

Sui regolamenti per il motore ha aggiunto: “C’è una forte argomentazione con i quattro fornitori coinvolti in Formula 1. Alcuni marchi hanno manifestato un interesse verso il Circus, senza però fare un passo concreto, ragion per cui abbiamo preferito consolidare il gruppo già presente. La MGU-H era un grosso argomento, ma ritengo che un produttore non può basare il proprio ingresso sulla permanenza di questo componente. E’ volubile come cosa”.

Conclusione infine sulla stesura dei regolamenti 2021, con Ross Brawn che ha confermato come Liberty Media abbia preferito proseguire sulla strada intrapresa qualche anno fa piuttosto che perdere un motorista impegnato: “Il motore è complicato, forse più della macchina in se stessa, ma non possiamo permettersi l’addio di un motorista”.

“Il punto del discorso è il seguente: non vogliamo perdere una squadra chiaramente, ma semmai dovesse succedere abbiamo l’appeal per trovare un rimpiazzo”, ha proseguito. “Perdere un motorista, invece, toccherebbe due o tre squadre e ci creerebbe un problema. Ci saranno alcuni cambiamenti, i quali verranno ufficializzati nei prossimi mesi, e ritengo che stiamo andando verso la giusta direzione”.

F1 | Brawn sui regolamenti 2021: “Rivoluzione? Abbiamo preferito consolidare il gruppo già presente”
4.5 (90%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Raphael

    28 marzo 2019 at 10:13

    Rendere libero almeno il motore no eh? I costruttori non possono sprecare gli investimenti? Investimenti per avere un ritorno economico diretto con sponsor e diritti televisivi, non di certo, come un tempo, investimenti su ricerca e sviluppo. Questa, ripeto, non è F1, non è nemmeno automobilismo, è sport di pilotaggio e show-business. Sta bene al pubblico? Sta bene anche a me, ma smettetela di prenderci per i fondelli, e non mi rivolgo ai costruttori o a chi organizza questa baracconata, loro devono fare il loro mestiere, fare soldi e spillarne il più possibile alla gente, mi rivolgo ai giornalisti che fanno finta di parlare automobilismo quando sanno che è solo spettacolo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren