F1 | AlphaTauri, Kvyat atteso alla doppia sfida Portimao e Imola

"Sarà un’esperienza completamente nuova per me", ha dichiarato il russo

Kvyat pronto a riscattare il passo falso del Nurburgring
F1 | AlphaTauri, Kvyat atteso alla doppia sfida Portimao e Imola

Dopo il bruto passaggio a vuoto del Nurburgring, Daniil Kvyat è pronto per affrontare i prossimi Gran Premi di Portogallo ed Emilia Romagna, 12° e 13° appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1. Il russo dell’AlphaTauri, forte dell’ottimo potenziale espresso dalla vettura in Germania, cercherà di piazzarsi all’interno della top 10, così da regalare punti importanti alla squadra per la classifica del campionato costruttori.

“Sfortunatamente, la gara del Nurburgring non è andata per me: dopo essere stato colpito da Albon al 12° giro, la mia gara era praticamente compromessa e la vettura danneggiata”, ha affermato il russo del team AlphaTauri. “È stato penalizzato, ma sono cose che nelle corse possono succedere. Fino a quel momento ero in corsa per la zona punti ed ero contento per il giro che avevo fatto in qualifica. La fortuna non è certo stata dalla mia parte quest’anno, ad essere onesti. Niente mi è stato regalato e ho dovuto lavorare sodo per tutto.

“Ma volteremo pagina e andremo avanti”, ha proseguito. “Insieme ai miei ingegneri continuiamo a lavorare duro e sono contento del modo in cui affrontiamo i weekend di gara. La nostra conoscenza della vettura è migliorata e presto ne vedremo i frutti. È andata bene nelle ultime gare, a parte durante l’ultimo fine settimana in cui non siamo riusciti a finire nei punti”.

“Riguardo la prossima gara, non sono mai stato a Portimao, quindi sarà un’esperienza completamente nuova per me, così come per la maggior parte degli altri piloti. Sarà una sfida interessante. Ho fatto alcuni giri del circuito dell’Algarve al simulatore, un po’ di tempo fa, ma non è così fresco nella mia memoria. Penso che dovremo lavorare sodo e imparare quanto più possibile tra venerdì e sabato mattina. È un nuovo inizio! Il layout di questa pista è piuttosto insolito, con diversi saliscendi, qualcosa di diverso dal solito. Il clima dovrebbe essere ideale lì in questo periodo dell’anno, con temperature attorno ai 20 gradi, sicuramente avremo condizioni migliori di quelle insolite che abbiamo avuto al Nurburgring”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati