F1 | Alonso: “Hamilton campione? Troppo facile senza avversari”

F1 | Alonso: “Hamilton campione? Troppo facile senza avversari”

Dopo essersi resi protagonisti di un agguerrito testa a testa nelle ultime battute del Gran Premio del Messico, Fernando Alonso e Lewis Hamilton si sono presi la scena anche lontano dalla pista. Il pilota spagnolo, difatti, nel post-gara ha lanciato una frecciatina all’ex compagno di squadra, minimizzandone i meriti per il Mondiale appena vinto con la Mercedes“È stato molto facile per lui” – ha chiosato l’ex ferrarista. Non aveva avversari: nel 2016 ha dovuto inseguire Nico (Rosberg) fino all’ultima gara, ma quest’anno la Mercedes si è assicurata il campionato costruttori con quattro gare d’anticipo e lui è diventato campiono alla terzultima gara“.

Alonso, infine, si è augurato di poter rompere già dal 2018 il dominio delle Frecce d’Argento: “È stato troppo facile, speriamo di poter cambiare le cose con la McLaren-Renault.

Federico Martino

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. idrija

    30 Ottobre 2017 at 16:19

    Alo qualche volta e meglio restare zitto…

  2. ooJEANoo

    30 Ottobre 2017 at 17:05

    Me lo auguro anch’io di vedere 4 team in lotta per il mondiale
    Hamilton è sicuramente forte ma se avesse più avversari (ne è bastato uno lo scorso anno) sorriderebbe meno
    Quindi forza Alonso torna protagonista
    (Poi perdi però io tifo Ferrari )

  3. Ringo

    30 Ottobre 2017 at 17:42

    Hamilton è bravissimo quando parte davanti ma se in mezzo al gruppo si ridimensiona.., poi se tu guidi un missile e gli altri no è più facile vincerli i titoli che perderli

  4. ooJEANoo

    30 Ottobre 2017 at 20:09

    Hamilton è molto forte
    Ma non è certo un alieno
    L’anno scorso ha perso contro il compagno di team
    Se era un alieno se lo mangiava…..

  5. MSC Crociere

    30 Ottobre 2017 at 21:10

    Parole sante, si è anche potuto permettere di lasciar sfogare la ferrari, spero veramente di rivedere Alonso competitivo l’anno prox

  6. walterc

    30 Ottobre 2017 at 21:31

    Ad Alonso ancora gli rosica… in merito al mondiale di anno scorso semplicemente perso per una rottura quando era comodamente primo. I numeri danno ragione a Hamilton. Tutto il resto sono illazioni gratuite.

  7. f1erally

    31 Ottobre 2017 at 08:36

    Ha vinto senza avversari ed è la sacrosanta verità quella di Alonso, solo uno con la sua stessa macchina può essere un suo avversario e Bottas non fa testo ovviamente…

    e diciamolo che viste anche queste ultime 4 gare “quindi senza tenere presente delle gare con gli incidenti e le rotture” la Ferrari sotto l’ aspetto delle prestazioni le sta continuando a prendere e dalla Mercedes ed ora anche dalla Red Bull quindi la Ferrari non merita il mondiale 2017, ne il costruttori e neanche il piloti…

    Per il 2018 si prepara e ne sono sicuro un Campionato molto più combattuto, la Red Bull quando sviluppa lo fa bene eccome e se stampa già in partenza una macchina forte sarà un bello spettacolo con Verstappen e Ricciardo,
    la Mclaren finalmente cambia motore ed ha pienamente dimostrato che le macchine le sanno fare e se domenica il Renault di Verstappen in una pista dove il motore conta tanto è andato anche a vincere io vedo Alonso finalmente frequentare le posizioni che gli competono, ed anche il suo compagno Vandorme qualche volta è stato estremamente veloce…

    E la Ferrari l’ anno prossimo??

    Non lo so esattamente, spero che continuino nella via tecnica intrapresa,
    il progetto è molto competitivo, ma farsi prendere dalla Red Bull quando stai sviluppando anche tu la cosa non mi porta tranquillità,
    sull’ aspetto piloti io Vettel onestamente non ce lo vedo a battagliare in pista con tutti questi cani… Hamilton, Bottas, Ricciardo, Verstappen, Alonso, il povero Vettel si sogna la notte di ritornare ad essere competitivo tipo gli anni in Red Bull, quando il missile l’ aveva solo lui però,
    purtroppo così non sarà più e quando gli capita di vincere una gara non è che Raikkonen gli arriva subito dietro, anzi: con le premesse che ci sono lo vedo dietro a tanti altri piloti, quindi o fa il missile la rossa l’ anno prossimo o Vettel è spacciato in partenza per il piloti, per il costruttori la penso esattamente come Briatore, con Raikkonen è impossibile…

  8. Kevinli

    31 Ottobre 2017 at 11:36

    Su vettel qualche dubbio sta sorgendo anche a me, si è fatto passare come un pivello un po’ troppo spesso ultimamente, sembra mancare un po’ in freddezza, però diciamo anche che la pressione in questi ultimi gp, a seguito del titolo che sfumava inesorabilmente, è stata altissima per lui

  9. max02

    31 Ottobre 2017 at 12:16

    Se la Red bull avesse iniziato così l avrebbe avuto l avversario e molto peggio di rosberg

  10. ooJEANoo

    31 Ottobre 2017 at 13:50

    Non sono del tutto d’accordo con voi
    Le sfortune/disavventure/errori del team Ferrari ha partire da Singapore hanno fatto finire il campionato in anticipo
    Escludendo kimi che purtroppo non fa testo (il più delle volte)
    Vettel è sempre stato competitivo
    Parlate di Redbull che ha superato la Ferrari……. Ma la pole la fatta Vettel……
    Poi si Vettel ha buttato via la gara in 3 curve (ma ci sta sono umani anche loro (per fortuna))
    La Ferrari ha buttato via tanti punti negli ultimi GP
    Sicuramente ha fine campionato avrebbe vinto sempre Hamilton più freddo più astuto più costante, ma non in Messico magari all’ultima gara
    Prossimo anno?
    Presto per fare commenti……

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati