Button rallentato dalla tonsillite alla London Triathlon

Button rallentato dalla tonsillite alla London Triathlon

Jenson Button ha faticato alla London Triathlon domenica a causa di una tonsillite. Il campione del mondo di F1 è riuscito comunque a chiudere con il terzo posto nella sua categoria, nonostante “abbia sofferto un po'” per gli effetti degli antibiotici.

Il suo tempo di 2 ore e 14 minuti è stato di circa 25 minuti piu’ lento del vincitore, sette minuti piu’ lento rispetto al tempo dell’inglese del 2009.

“Non mi sentivo molto bene ad inizio settimana, questo è il perchè sono stato un po’ piu’ lento rispetto all’anno scorso” ha dichiarato il 30enne.

L’evento consiste di una prova di nuovo di 1,5 Km, 40 Km in bici e 10 Km di corsa.

La F1 è attualmente a metà della sua pausa d’agosto, che include due settimane di chiusura delle fabbriche e di conseguenza gran parte dei rivali di Button sono in vacanza.

Mark Webber è in Costa Azzurra, Robert Kubica ha in programma un viaggio tra il Sud della Francia e la Toscana, Jarno Trulli è a Miami e Tonio Liuzzi è in Grecia. Anche Fernando Alonso è partito per le vacanze dopo aver passato qualche giorno a Maranello, primo di volare in elicottero sulle Dolomiti per un evento di pubbliche relazioni. “Almeno per un giorno, forse per appena 10 minuti, pensero’ inevitabilmente alla prossima gara in Belgio” ha dichiarato lo spagnolo.

Button rallentato dalla tonsillite alla London Triathlon
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. _TheRealJB86_

    10 agosto 2010 at 09:14

    Jenson ti voglia in forma record x Spa!!!:)

  2. ridas22

    10 agosto 2010 at 09:18

    Jenson da l’idea di uno sportivo che non si tira indietro

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Alonso: “Un sogno correre in Ferrari”

Sull'attuale stagione di Formula Uno: "Mercedes ha vinto più del dovuto costruendo un grande vantaggio"
Presente alla nuova edizione della Liberbank Challenge, Fernando Alonso ha ammesso che il suo futuro non sarà in Formula Uno.