Barrichello: “Sbagliato non vietare il DRS a Monaco”

Barrichello: “Sbagliato non vietare il DRS a Monaco”

Rubens Barrichello ha espresso il suo disappunto per la decisione della FIA di non vietare il DRS nel fine settimana del GP di Montecarlo.

Alcuni team e piloti, tra cui Rubens Barrichello, presidente dell’Associazione piloti, caldeggiavano l’abolizione del dispositivo sul tortuoso tracciato monegasco.
Ma Charlie Whiting ha escluso un cambiamento delle regole, anche se solo per una corsa.
“E’ sbagliato. Mi piacerebbe che chi governa questo sport si sedesse in macchina e provasse a fare il tunnel col DRS attivato. Stanno solo aspettando che succeda qualcosa di brutto. E quando succederà, diranno ‘Ok, il prossimo anno non lo useremo a Monaco”, ha detto Barrichello.

Barrichello: “Sbagliato non vietare il DRS a Monaco”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

68 commenti
  1. jacvil87

    12 maggio 2011 at 16:14

    @ Umberto

    Sì, 295 all’uscita del tunnel. Ma perchè ti sorprendi? E’ pur sempreFormula 1, non gara di tricicli a benzina…

  2. luca

    12 maggio 2011 at 16:23

    @Umberto
    Forse tu ti riferivi a Barrichello lui i 200 non li supera o se la fa sotto

  3. Agisette

    12 maggio 2011 at 16:27

    Umberto: conta che se ricordo bene, le porsche cup raggiungevano i 250.

  4. Walter176

    12 maggio 2011 at 16:50

    Già che ci siamo, visto che Montecarlo e’ pericoloso, proporrei di far rispettare i regolari limiti di velocità previsti dal codice della strada!

  5. themsc

    12 maggio 2011 at 17:11

    il solito piagnone

  6. AlexMah

    12 maggio 2011 at 17:45

    ma che cagasotto!?? un pilota che ha fatto piu di 300 gran premi in formula 1 e nonostante un paio di incidenti pericolosi e ancora lì a giocarsela e a battere i suoi GIOVANI e TALENTUOSI compagni di squadra, e voi lo chiamate anche “cagasotto”!?
    Ma voi siete solo degli ultras, non siete degli appassionati! Cmq ha ragione Barrichello.. è una stronzata il drs a Monaco!

  7. Lollo

    12 maggio 2011 at 17:50

    Il trovo erraro il DRS a monaco.. quel tunnel è pericoloso con l’ala aperta.. ci sono i muri a 2 metri, non vie di fuga larghe centinaia di metri…

    Per umberto:
    A monaco senza drs si toccano i 285
    CON il drs puoi toccare in scia anche i 295-300 km/h

  8. ridas22 (tifoso Barrichello e Heidfeld)

    12 maggio 2011 at 18:17

    Non sono d’accordo, secondo me è giusto il DRS a Monaco. Però in quale rettilineo lo useranno in gara? Sotto al tunnel è pericoloso, è pur sempre una curva.

  9. Alex. (tifoso WILLIAMS)

    12 maggio 2011 at 18:31

    @ AlexMah

    Complimenti per tuo post, perfetto tutto ciò che hai detto…. 😉

    @ Lollo

    Quoto ciò che dici…!

  10. Andrea

    12 maggio 2011 at 18:38

    sono contro il drs, perchè con la sua immissione la FIA non ha fatto altro che agirare il problema! però una volta che la regola è stata messa si deve rispettare per tutte le piste! la deportanza non è ZERO con il drs! diminuisce e basta! se ci fate caso la bandella che si alza e da velocità è una sola, mentre quelle che compongono l’ala sono tre in totale! e comunque le ali non sono le uniche fonti di grip! esistono sospensioni, gomme e il resto dell’aerodinamica! sembra che con il drs stiano mandando i piloti al macello ma dai…

  11. ridas22 (tifoso Barrichello e Heidfeld)

    12 maggio 2011 at 18:39

    Ma in che punto lo useranno? Sul “rettilineo” del traguardo o sotto al Tunnel?

  12. r26

    12 maggio 2011 at 19:51

    ragazzi la curva sottoil tunnel ha quasi 4 g di forza laterale come penzano di affrontare quella curva in pieno senza ala al posteriore quindi saranno costretti a chiudere il gas il che comportera una velocita inferiore di percorrenza chuindi sarebbe inutile e rischioso

  13. r26

    12 maggio 2011 at 19:54

    ma avete mai guidato una macchina di una certa potenza in pista quando si hanno perdite di improvvise di aderenza in velocita la macchina parte a fionda e non la riprendi nemmeno se sbatti la testa contro il muro 100 volte li si tratta di sfidare la sorte che no di avere manicho

  14. Arturo

    12 maggio 2011 at 20:04

    Da qualche giorno su questo blog scrive gente estranea allo sport. Sarebbe il caso che venissero esclusi dai commenti.

    Detto questo, basta che i piloti, d’accordo tra loro, non lo usino.

    Arturo

  15. r26

    12 maggio 2011 at 20:07

    ma sopratutto gente che non sa cosa portare un mezzo al limite c’e gente che confonde il sovrasterzo con il sottosterzo

  16. ridas22 (tifoso Barrichello e Heidfeld)

    12 maggio 2011 at 20:09

  17. Arturo

    12 maggio 2011 at 20:10

    A Monaco, tra l’altro, il problema dei trucioli di gomma sarà ancora più serio. Questa F1 televisiva non mi piace.

    Arturo

  18. Samuele

    13 maggio 2011 at 11:45

    Attenzione, qui casca l’asino:

    Il regolamento NON IMPONE l’uso del DRS. Semplicemente non lo vieta.

    Sta a te, pilota, sceglierlo se usarlo..
    anzi premia l’intuito del pilota

  19. Alex. (tifoso WILLIAMS)

    13 maggio 2011 at 12:17

    @ Samuele

    Se così fosse… Ogniuno fa ciò che di sente…!
    Ottimo chiarimento….! 😉

  20. jacvil87

    13 maggio 2011 at 12:46

    Ongni pilota farà ciò che vuole. Detto questo vorrei fare notare

    @R26
    Guarda che il DRS non significa che stacchi l’ala posteriore completamente! Hai solo un po’ meno deportanza, ma non è poi tutto questo gran dramma. Non creiamo inutili allarmismi. Anche nel tunnel hai comunque la deportanza necessaria per affrontare quella curva. Non è che vai in testacoda, finisci in mare, caramboli su uno yach o chissà quali incredibili cataclismi! XD Daiiiii.

    Io ci guiderei anche gratis a Monaco con il DRS, se mi dessero l’opportunità! Si corre prima di tutto per onore e gloria, per dimostrare di essere quello che frena più tardi, quello che ha più palle di tutti, che non ha paura ma coraggio da vendere. Oggi questi pilotini hanno paura al minimo scroscio di pioggia ed entra la safety car. Adesso la storia del DRS a Monaco… BASTAAAAAAA!
    La F1 si chiama “Circus” perchè è (o era) come un circo e i piloti sono i volontari funamboli di questo gioco bellissimo in cui si danza sul filo dei 300 all’ora ed ognuno si affida al proprio destino. Sai che è pericoloso, ma vai avanti e dimostri di essere un eroe che non teme il rischio ma mette la vittoria al primo posto per importanza, e nient’altro conta. Se non te la senti, se è troppo pericoloso, stai a casa, guida il triciclo nel corridoio di casa non sei adatto alla F1! Io la vedo così. E come me sicuramente anche Jim Clark, Nigel Mansell, Derek Warwick, Gilles Villeneuve, Paul Tracy, Andrea DeCesaris, Juan Pablo Montoya, James Hunt, Jack Brabham, Jacques Villeneuve, Kamui Kobayashi, Alan Jones e tanti altri…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati