Vetture clienti ancora possibili in F1 per il 2013

La FIA sta valutando diverse opzioni per l'anno prossimo

Vetture clienti ancora possibili in F1 per il 2013

Il dibattito sulle vetture clienti in Formula 1 potrebbe non essere chiuso del tutto. Ad una settimana dal Consiglio Mondiale del Motorsport di Parigi, si è appreso di diverse proposte che permetterebbero ai top team di vendere vetture complete alle squadre minori.

La FIA avrebbe discusso la possibilità di introdurre le vetture clienti in Formula 1 nel meeting di venerdì.

La notizia segue la conferma del presidente della FIA, Jean Todt, che aveva ammesso l’esistenza di trattative per ridurre ulteriormente i costi.

Diverse misure per la riduzione dei costi sui telai saranno decise prima della fine di giugno.

Vetture clienti ancora possibili in F1 per il 2013
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

40 commenti
  1. Ancipe

    18 giugno 2012 at 09:35

    Così avremo 20 vincitori diversi per 20 gp… E vincerà il mondiale non più chi vince più gp ma chi arriva più volte secondo/terzo/quarto… Surreale…

    • mirco

      18 giugno 2012 at 09:44

      tranquillo, karthikeyan riuscirebbe ancora a farsi doppiare

      scherzi a parte meglio così che vedere vetture lumache sempre in fondo alla griglia

      senza contare che dovrebbero vendere i telai dell’anno precedente, un modo per cercare di “assicurarsi” che non siano poi più veloci della casa madre..

      • Maria

        18 giugno 2012 at 09:56

        ahahahahah – ti immagini se la Toro Rosso battesse la Red Bull? 😀
        Alguersuari se non erro é stato licenziato per qualcosa di simile, per aver ostacolato Vettel nelle prove libere 😉

      • Mattia

        18 giugno 2012 at 10:35

        @Maria: In passato, quando veniva ancora progettata direttamente dalla Red Bull, la Toro Rosso ha battuto la casa madre. E’ successo molte volte nel 2008.

      • Maria

        18 giugno 2012 at 11:24

        @Mattia: questo lo so, (i ferraristi mi rimproverano sempre che gli cito Monza 20008 ^_^) ma allora c’era Vettel in Toro Rosso e il nostro simpatico Helmut Marko era interessato a promuoverlo da Toro Rosso a Red Bull.
        Adesso si cerca il nuovo Vettel, ma difficilmente consentiranno ad uno dei piloti della squadra minore di battere il loro pilota titolato (cosa che da’ fastidio anche a me, pur essendo una loro fan!).

  2. mario

    18 giugno 2012 at 09:53

    ci sarebbe piu competizione…

  3. Maria

    18 giugno 2012 at 09:54

    IRONIA MODE ON
    beh con tutti i piloti in lista per il posto di Massa almeno così la Ferrari avrà abbastanza vetture per tutti 😉
    IRONIA MODE OFF
    Scherzi a parte, i nuovi team (a parte la Caterham) hanno delle prestazioni spesso imbarazzanti, ed i loro piloti (Glock e Della Rosa per esempio, che sono in F1 da diversi anni) con vetture normali non andavano poi così male.
    Kartykeyan é un caso a parte 😉

  4. Polemiche Blog

    18 giugno 2012 at 10:10

    A Montezemolo gli è saltata in mente l’idea di fare soldi e svendere copie di sue monoposto F1. Non molla… sarà stata parte della trattativa per il rinnovo patto della concordia…

  5. Carmine

    18 giugno 2012 at 10:27

    Beh in questo modo sarà possibile, per i giovani emergenti, mettersi subito in luce…. Almeno penso sarà così

  6. hero

    18 giugno 2012 at 10:28

    Le vetture clienti non mi sembrano una gran furbata,non farebbero altro che arricchire qualquno e aumentare il traffico in pista,e poi quanto piacerebbe ai Ferraristi vedere una vettura ufficiale battuta da una vettura clienti?

    • Mattia

      18 giugno 2012 at 10:41

      Penso che le vetture clienti (a parte la Toro Rosso che ritornerebbe a essere una Red Bull) sarebbero acquistate dagli ex nuovi team e al massimo da un nuovo team (dovrebbe esserci solo spazio per una tredicesima squadra), quindi il traffico in pista non dovrebbe aumentare.

  7. Francesco

    18 giugno 2012 at 10:45

    stile moto gp quindi .. non sarebbe male a patto di togliere hrt, marussia, catheram.. e farle diventare in ferrari, mercedes, mclaren… la red bull già ha la toro rosso..

    • Maria

      18 giugno 2012 at 11:27

      immagina se poi Perez osa battere Alonso con una vettura “clienti”, lo rimandano in Messico a nuoto ahahahaah
      Già dopo il 3° posto del Canada la Ferrari non lo vuol più, 😉

      • Francesco

        18 giugno 2012 at 11:36

        ahah.. ma non lo so .. si parla molto di vettel in ferrari dal 2014 .. quindi non saprei dirti .. alonso sarà in ferrari sino al 2016 ..
        comunque la scelta del secondo da affiancare ad alonso è tra perez e vettel .. potrebbe anche essere perez subito e vettel dal 2017 .. bhoo chi lo sa

      • Mattia

        18 giugno 2012 at 12:22

        @Francesco: Non penso che Vettel andrà alla Ferrari a fare il secondo di Alonso. Se il tedesco andrà veramente in Ferrari, lo farà quando non ci sarà più Alonso.

      • Maria

        18 giugno 2012 at 12:37

        @Francesco e Mattia: si parla di Vettel in Ferrari da anni, nonostante secondo gli spettabili lettori del blog sia un brocco incapace 😉
        Io penso però che alla fine rimarrà in Red Bull, sia perché bene o male é cresciuto con la loro squadra minore, sia perché non ce lo vedo in Ferrari a fare il secondo pilota!
        E poi, non mi pare finora che il vivaio Red Bull abbia sfornato piloti eccezionali a parte Vettel.
        I vari Alguersuari, Buemi, Ricciardo e Vergne finora non hanno fatto nulla di eccezionale.
        (ovvio, questa é una mia opinione!).
        Quindi Marko non lo svincolerà tanto facilmente, sebbene ci sia una clausola nel contratto di Vettel per cui se la Red Bull non lo mette in condizioni di vincere il titolo lui potrebbe andarsene…

      • Francesco

        18 giugno 2012 at 13:34

        @mattia
        non fare il secondo di alonso ma essere colui che affiancherà alonso ..ovvio che si partirà alla pari e poi si vede come va la stagione ..
        @maria
        c’è una clausola come hai detto sul suo contratto.. poi dopo tanti anni potrebbero venire a mancare le motivazioni e vincere anche con la ferrari lo porterebbe di diritto nell’olimpo della formula 1 .. la cosa certa è che prima o poi in ferrari ci andrà ..

      • Marco E. L.

        18 giugno 2012 at 14:47

        La Sauber non è una vettura clienti, usa il motore Sauber. Allora anche la Red Bull è una vettura clienti, usa i motori Renault?

      • Marco E. L.

        18 giugno 2012 at 14:51

        Scusa… il motore Ferrari….

    • Maria

      18 giugno 2012 at 14:01

      @Francesco: ci credi alle favole, se pensi che in Ferrari non ci sia il secondo di Alonso 😉
      Se pure Perez l’hanno segato ancora prima di assumerlo, figurarsi un bicampione del mondo 😀
      Comunque sia Vettel che Alonso se non erro sono sotto contratto fino al 2015, quindi se ne parlerà negli anni a venire (a meno che non licenzino prima Alonso, cosa alquanto improbabile ma non si sa mai ^_^).

      • Francesco

        18 giugno 2012 at 15:14

        alonso sino a fine 2016 .. aspettiamo e vediamo ..l’unica cosa certa è che guadagneranno e pure tanto ..

  8. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    18 giugno 2012 at 11:57

    Uhmmm non so, l’Idea della F1 clienti non mi piace molto, la F1 è e deve restare espressione di ingegno, eccellenza e fantasia. Tutte le ultime regole degli ultimi anni hanno solo sterilizzato e svuotato questo sport che tanto ha dato al mondo dell’automobilismo. Io credo sia cosa buona e giusta la riduzione dei costi (ma perchè quindi non si corre di più in Europa??) ma lo sviluppo e la libertà progettuale dovrebbero essere più ampie, sempre mantenendo alto l’ottimo standard di sicurezza raggiunto.

  9. Albe

    18 giugno 2012 at 12:12

    Ragazzi Kartyk con qualsiasi vettura saprà distinguersi per la sua prodezza e le sua abilità di guida…chi mai è riuscito a fare un testacoda (da solo!) nel tornantino di Monaco e poi al rettilineo iniziale (anche qui da solo!) di Montreal??!! 😀
    Chissà cosa ci combina a Valencia xD

    • Mattia

      18 giugno 2012 at 12:27

      Il testacoda di Karthikeyan durante l’ultimo GP del Canada è stato causato dai problemi ai freni della HRT. Infatti si è ritirato poco dopo ed era molto simile a quello avvenuto a Webber durante un Gran Premio di Singapore (se non sbaglio nel 2009).

      • Maria

        18 giugno 2012 at 12:40

        vabbé Mattia però a Montecarlo ad un certo punto si é buttato fuori tagliando una chicane perché non riusciva a dare strada a quelli che lo dovevano doppiare 😉
        E’ un’ottima persona, ma non credo sia in F1 proprio per le sue capacità di guida 😀

  10. RIccardo

    18 giugno 2012 at 13:14

    Scusate ma dov’è l anovità??? nei decenni passati era la norma vendere telai ad altre scuderie. quello che conta e come li prepari… puoi avere un McLaren sotto il sedile, ma se non hai i tecnici serve a poco…

  11. Giovanni

    18 giugno 2012 at 13:14

    Beh se le vetture clienti potrebbero essere acquistate per un massimo di tot stagioni la cosa avrebbe senso, poi dubito che avremo vetture tutte capaci di lottare per il podio.

    • Ale

      18 giugno 2012 at 14:45

      potessero, non potrebbero! capra

      • Giovanni

        19 giugno 2012 at 10:21

        Io sarò capra perchè ho sbagliato, ma tu resti un cafone.

  12. Giovanni

    18 giugno 2012 at 13:16

    Forza ragazzi, tutti alla LeMans Series… lì si che c’è ingegno, fantasia, durata dei componenti (dalle 12 alle 24 ore in pista)…

  13. Marco E. L.

    18 giugno 2012 at 14:49

    Ma quali sarebbero i team clienti? La Red Bull che usa i motori Reanult? O tutti i team che usano gomme della Pirelli? Con quale criterio si può definire cliente un team di F1 dal momento che nessuno ormai costruisce tutto in casa? Anzi ho sentito dire al massimo il 40% dei pezzi, nel caso della Ferrari e McLaren…?

  14. Rumix

    18 giugno 2012 at 16:01

    la vendita dovrebbe essere libera come l’iscrizione al mondiale, rispettando parametri tecnici e finanziari. Eventualmente si fanno le prequalifiche e si parte in 26. Poi, col tempo, chi è bravo resta nel mondiale e chi no se ne va, come è sempre successo.

    • DavideAlex

      18 giugno 2012 at 23:45

      Secondo me rendere la F1 accessibile a tutti acquistando vetture clienti è come voler vendere all’ingrosso le Montblanc al prezzo delle BIC: semplicemente non ha senso! La F1 è la categoria regina dell’automobilismo: se hai i requisiti tecnici, le competenze e le risorse adatte ben venga la tua partecipazione, sennò ci sono tanti altri campionati a cui partecipare! In F1 deve esserci l’élite dell’automobilismo, non puoi far entrare cani e porci, sennò me la trasformi in un surrogato della Gp2!

  15. gamer99

    18 giugno 2012 at 22:06

    per me le vetture clienti sono un ottima idea. non è giusto che squadre come l’hrt debbano sempre arrivare ultime.

    mischiamo le carte diamo una chance a chi ha la passione per correre ma non i mezzi fantascentifici degli altri.

    Nel gruppo C, una delle categorie più gloriose della intera storia motoristica, le vetture clienti che lottavano ad armi pari con i costruttori erano la prassi.. e ci si divertiva alla grande, bei tempi quelli.

    ad esempio il nome completo di un team clienti potrebbe essere “HRT McLaren” cosi, nel caso dovessero vincere si darebbe importanza anche al costruttore

  16. DavideAlex

    18 giugno 2012 at 23:38

    E fu così che la F1 si trasformò in un surrogato della DTM o, se preferite, della MotoGp, in cui le solite due-tre scuderie ufficiali vincono sempre da vent’anni a questa parte a scapito dei clienti che ricevono materiali e piloti di serie B senza per altro avere alcuna possibilità di miglioramento in quanto sempre e comunque subordinati alla casa madre e perciò condannati ad un ruolo di perenni comprimari! Ora, se voi siete entusiasti della formula “ti piace vincere facile” proposta da Montezemolo per avere 15 Ferrari in pista, che dire, sono contento per voi, ma per i miei standard mi aspetto ben altro da quella che dovrebbe essere la categoria regina dell’automobilismo mondiale e la sua massima espressione di tecnologia e ricerca!

    • luciano

      19 giugno 2012 at 01:18

      perche adesso chi vince??? ferrari, mclaren, williams(quando riesce) mercedes(idem), lotus-renault(idem con patate) l’ unica new entry è la red bull(ti sto dicendo le vetture piu competitive quest’ anno, perche di solito ne sono molte di meno.. e comunque, queste sono le vetture che vincono da 60 anni a questa parte, tranne casi eccezzionali), e con i soldi che spende, farebbe comunque una sua vettura.. son tutte case striche, le altre scuderie fanno solo numero, e difficilmente si trovano a lottare per qulcosa in piu delle unità(come punti)

      • DavideAlex

        19 giugno 2012 at 17:21

        Se le scuderie progettano le proprie monoposto con le proprie risorse (o con collaborazioni a livello di strutture come quella tra Virgin e McLaren) le probabilità di vittoria dipendono esclusivamente dalla capacità dei partecipanti di mettere in pista una monoposto competitiva, mentre se una squadra compra vetture di serie B o della stagione precedente dai top team si è già sicuri al 100% di non avere la minima chance di vittoria ancora prima di cominciare, senza contare il fatto che non hai il minimo margine di miglioramento perchè non sei tu che hai sviluppato la macchina ma qualcun altro per te.

      • DavideAlex

        19 giugno 2012 at 17:39

        Di fatto introducendo le vetture clienti ci si avvicinerebbe molto alla proposte di Mosley di un paio d’anni fa, con la differenza che invece che avere un fornitore unico super partes (Dallara) ci si ritroverebbe nel giro di pochi anni ad avere due, massimo tre fornitori (Ferrari, Mercedes e una tra McLaren e Red Bull) e per di parte perché interni alla F1 stessa!
        Quello che personalmente mi fa sorridere sono le reazioni dei tifosi, che alla proposta di Mosley del telaio unico ne chiedevano la testa, mentre l’idea di Montezemolo (che è ben più pesante e limitativa quanto a sviluppo, in quanto si arriverebbe quasi alla monoposto unica) è stata accolta molto calorosamente! Un minimo di onestà intellettuale non farebbe schifo …

      • gamer99

        19 giugno 2012 at 20:18

        a me fai sorridere te davidealex. dici che sei sicuro che un team clienti ha lo 0% di possibilità di vittoria. Peccato che nel gruppo C i clienti vincevano e non sporadicamente.

        prova a chiedere all’HRT se buttano via una Mclaren clienti, poi mi sai dire.

        Sui forum si fanno tanti discorsi da talebani idiologici, al concreto non si guarda mai.

      • DavideAlex

        19 giugno 2012 at 22:46

        Non sto dicendo che all’HRT non farebbe comodo una McLaren clienti, sto dicendo che così facendo finisci col trasformare la F1 in un monomarca e non è giusto!
        Ribadisco inoltre che secondo me è ipocrita bocciare la proposta di Mosley perchè “limita inesorabilmente lo sviluppo delle monoposto” per poi ritrovarsi per assurdo con 20 Ferrari sulla griglia di partenza per soddisfare gli interessi economici del buon Montezemolo (così come trovo incomprensibile il motivo con cui affermi che quanto detto qui sopra sia imbevuto di “ideologia talebana”, sempre naturalmente che tu sappia di cosa stai parlando).
        E poi per favore, non venire a giustificarmi la cosa con frasi da buon samaritano tipo “non è giusto che squadre come l’HRT debbano sempre arrivare ultime”: in F1 deve correre l’élite dell’automobilismo, chi ha manico ed è capace di ottenere i risultati rimboccandosi le maniche, non chi pensa di correre per capriccio cacciando qualche milione qua e là comprando macchine già fatte … che per altro vorrei che il sig. Sapientone mi spiegasse dove l’HRT reperirebbe il denaro per comprare intere monoposto dalla McLaren, manco le trovassi in vendita all’Eurospin insieme a surgelati e affettati!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati