Vettel: “Non possiamo dare per scontate pole e vittoria ogni weekend”

Vettel: “Non possiamo dare per scontate pole e vittoria ogni weekend”

Sebastian Vettel sembra decisamente il favorito anche per questo weekend in Gran Bretagna, per poter così aumentare la sua leadership in classifica, ma il tedesco insiste di non dare per scontato il suo dominio costante.

Parlando del weekend, Vettel ha detto che la sua mente è concentrata sul fare il proprio lavoro al meglio – piuttosto che lasciarsi trasportare dal pensiero che possa essere un altro weekend semplice.

“Non arrivo con questi pensieri” ha detto, alla domanda se si sente sicuro di ottenere pole e vittoria, quando arriva alle gare.

“Ovviamente, quando arriviamo siamo fiduciosi e crediamo in noi stessi. E crediamo di poter avere un buon weekend. Non posso arrivare e dare per scontate pole e vittoria. Non è mai facile”.

“Cerco di avere lo stesso approccio dell’anno scorso. Penso che l’anno scorso siamo riusciti ad avere un buon inizio, ma molte cose ad un certo punto sono andate storte, errori qua e là. E pure io ho fatto errori”.

“In buona sostanza, non ci ha aiutato essere in una posizione di rilievo per il campionato. Cerchiamo di prendere ogni singola gara. Quest’anno abbiamo avuto un inizio molto buono e ci può aiutare alla fine, questo è certo. Ma è una strada ancora lunga”.

“Solo perché l’anno scorso abbiamo vinto si può dire, ok, sappiamo come si fa. Ma non significa che possiamo dimenticarci di tutti i piccoli passi necessari per arrivare alla vittoria”

Vettel non è nemmeno infastidito dalle critiche dei media e dei fan – relative alla sua posizione nella Red Bull o le critiche al suo gesto tipico, che consiste nel mostrare il dito indice.

“Io sono quello che sono” ha detto “Certo, ad un certo punto mi sono dovuto rendere conto che c’è qualcuno contro di te. Sto cercando di ottenere qualcosa, ho i miei obiettivi. So cosa ci vuole”.

“Al di là di quello, ci sono cose che le persone vorrebbero che tu ottenessi. Ma non puoi fare contenti tutti. Sfortunatamente, ci saranno sempre persone che saranno offese da quello che fai – come il gesto del dito – ma le cose vanno così. Ci sono così tante persone che seguono la F1 ed è grandioso per noi andare in un’arena, o qualcosa del genere, e mostrare quello che possiamo fare di fronte a così tante persone”.

“Ci sono altri sport dove penso che le persone lavorino altrettanto duramente, ma forse non hanno così tanti riconoscimenti”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

40 commenti
  1. Giovanni De pascalis

    7 Luglio 2011 at 15:26

    sicuro che questo week and sia favortita la Redbull.
    Ma la Ferrari spero che li sia alle calacagnie.
    Mentre spero che la Mclaren sia più dietro, anche se lei pure e abbastanza favorita per quello che vedo io.

  2. Beppe (tifoso Redbull)

    7 Luglio 2011 at 15:30

    Concordo pienamente con Sebastian, non si può ottenere sempre pole e vittoria ogni GP.
    Sicuramente con i nuovi regolamenti tecnici qualcuno cerca di ostruire l’ottimo lavoro fatto fino ad oggi.
    Evviva lo sport e la correttezza.

    P.S.
    Lo sport ed il rispetto del lavoro prima di tutto, la politica oscura è sempre stato un danno per tutto e per tutti!!!

    Beppe

    • iorek

      7 Luglio 2011 at 15:37

      concordo pienamente con tutto, ma purtroppo e’ utopistico pensare a uno sport professionistico senza politica

  3. umberto

    7 Luglio 2011 at 15:38

    le solite parole prudenti di vettel che sa di avere già vinto il mondiale ma non lo dice chiaramente.comunque domenica spero vinca qualche altro pilota magari anche un alonso o un massa ma la vedo molto dura comunque sono abbastanza fiducioso e speriamo che piova così vedremo una gara movimentata con strategie differenti da pilota a pilota.

    FORZA FERRARI

    • anonimo

      7 Luglio 2011 at 19:49

      un altro pilota ok, ma in senso generico.. non un altro pilota è poi scrivi Alonso è Massa.. 🙂

  4. Beppe (tifoso Redbull)

    7 Luglio 2011 at 15:40

    Rispondo a tutti colori i quali non reputano più il sottoscritto una persona sportiva e obiettiva:
    come mantenere la sportività quando vengono modificate le regole in corso d’opera e danneggiando l’ottimo lavoro di tecnici, meccanici, piloti a fronte di investimenti milionari.
    Questo è semplicemente una forma di mancanza di RISPETTO!!
    Questo non è sport ma politica!!
    Che sia comparso un nuovo Luciano Moggi anche nella F1?

    Beppe

    • iorek

      7 Luglio 2011 at 16:31

      ecclestone vale 10 moggi

      • Denis

        7 Luglio 2011 at 18:29

        nel 2007. la mclaren è stata accusata per la famosa spy story. però i piloti non sono stati penalizzati. secondo te è giusto questo? era giusto che la mclaren poteva vincere il campionato piloti(+ importante a livello “facciale”) poi il campionato lo ha vinto la ferrari. ma all’ultima gara con un pò di fortuna.
        purtroppo la f1 è questo e tanto altro.
        come l’anno scorso la tua redbull ha vinto colpa della gara di valencia dove la safety car casualmente è uscita davanti alle rosse e non davanti al tuo vettel. anche li regola poi cambiata.
        ti sembrava giusto? i scarichi soffiati dovevano bandirli dopo la prima gara. meglio tardi che mai. stop e punto.
        se vincete vincete.se perdete perdete.non trovate alibi ok?

      • Fernando

        7 Luglio 2011 at 19:50

        Mio caro, gli scarichi soffianti non sono stati definiti illegali, ma contrari allo spirito ecologico della F1.
        Una demenza tirata fuori solo per mantenere vivo un campionato chiuso.
        Son cose completamente diverse e che nessun contatto hanno.
        Anzi, si potrebbe dire che McLaren (bene) e Ferrari (in modo assai mediocre) hanno copiato il sistema rivale, salvo (la Ferrari) farlo bandire perché incapace di metterlo a punto.
        Non confondiamo cavoli e ceci! Quello era un discorso (li la McLaren andava RADIATA o FERMATA come la Juve fu retrocessa in B).

      • anonimo

        7 Luglio 2011 at 19:52

        dopo la prima gara??? ma và, prima che il campionato inizziasse… ma oramai… non è giusto.. si sarebbe dovuto fare una scelta prima o dopo che inizziase il campionato è non dopo… anche se quella scelta è stata fatta e poi si è fatto marcia indietro

      • wr

        7 Luglio 2011 at 20:30

        Quoto pienament Denis. Beppe per favore, leggiti il regolamento tecnico (paragrafo 5.5.3 del regolamento technico della F1).
        Poi ne ridiscutiamo.

        Come spieghi il fatto che che la RBR non abbia obiettato minimamente la decisione della FIA?
        Visto che la RBR non si difende, io ci vedo una chiara amissione di colpa perche sanno di avere violato il regolamento.
        E’ così difficile abbandonarsi a quast’idea?

  5. Roberto

    7 Luglio 2011 at 15:50

    A Vettel voglio rispondere con lo slogan di una pubblicità:

    Ti piace vincere facile!!!

    L’ anno scorso il mondiale l’hi vinto per i “Fenomeni Rossi”

    E quest’ anno quando Button ti è venuto a prendere te la sei fatta sotto e hai sbagliato.

    Se la tua auto comincerà a non andare come prima voglio proprio vedere se sei ormai un campione oppure no.

    • 7

      7 Luglio 2011 at 16:32

      Button girava 9decimi più veloce di Vettel in quel momento, ed oltre la traiettoria ideale era ancora completamente allagato. ora dimmi, cosa deve fare uno in quella situazione? farsi superare “agilmente” grazie al drs nell’ ultimo rettilineo dell’ ultimo giro? o forse provare a spingere al massimo la sua vettura? staccando all’ ultimo (come dice di fare sempre Alonso nella pubblicità della 500) ha trovato l’ acqua. e non mi pare avesse possibilità di fare diversamente.

      fosse stato Alonso primo e Vettel secondo in quella situazione ed Alonso a commettere quell’ errore, Vettel sarebbe stato quello scarso che vince solo grazie alla macchina, mentre Alonso il leggendario campione che cerca sempre il limite con una macchina non competitiva

      • Roberto

        7 Luglio 2011 at 18:11

        Hai detto bene fuori la traiettoria la pista era bagnata, quindi Button per superare sarebbe dovuto andarci lui sulla traiettoria bagnata.
        Ma Button non ha raggiunto Vettel all’ ultimo giro ma già da 2 o tre giri prima e tutti in televisione stavamo aspettando la sua “zampata” finale che però non arrivava.

        Che avrebbe dovuto fare Vettel?

        Niente, proprio niente.

        Doveva solo stare attento.

        Il suo errore è grave perchè, quale ansia poteva avere uno che fino a quel momento aveva vinto tutte le corse meno una?

      • Fernando

        7 Luglio 2011 at 19:51

        Senza le safety car Button il GP del Canada lo vinceva… nei sogni… Prima di dire qualcosa, misuriamo gli avvenimenti ed affrontiamoli con spirito critico, logico e lealtà.

      • 7

        8 Luglio 2011 at 01:38

        @Roberto:

        “quindi Button per superare sarebbe dovuto andarci lui sulla traiettoria bagnata.”
        la traiettoria nel rettilineo prima della chicane (quello del primo drs) era già stata “asciugata” dai precedenti sorpassi con gomme da bagnato ed intermedie, mentre è chiaro che nelle curve è più difficile in quelle situazioni trovare grip fuori dalla traiettoria.

        “Ma Button non ha raggiunto Vettel all’ ultimo giro ma già da 2 o tre giri prima e tutti in televisione stavamo aspettando la sua “zampata” finale che però non arrivava.”
        2-3 giri prima Button si trovava ancora dietro a Webber, ad “agganciarlo” dopo aver passato Schumacher e Webber ci ha messo meno di due giri, massimo due (ora non ricordo di preciso,riguarderò gli ultimi giri del gp…). nel rettilineo prima della chicane lo avrebbe quasi certamente passato, giusto un miracolo lo avrebbe potuto salvare.

        “Che avrebbe dovuto fare Vettel?
        Niente, proprio niente.”
        Questa neanche te la commento

        “Il suo errore è grave perchè, quale ansia poteva avere uno che fino a quel momento aveva vinto tutte le corse meno una?”
        penso che un pilota prima della partenza di un gp si prefissi degli obbiettivi, e penso che quello di Sebastian fosse vincere. nessun pilota dovrebbe “accontentarsi”, in nessun caso. e sicuramente, da suo tifoso, ho preferito vederlo perdere lottando nel tentativo di staccarsi Button piuttosto che vederlo farsi passare con il drs alla fine dell’ ultimo giro (come probabilmente sarebbe successo).

  6. Beppe (tifoso Redbull)

    7 Luglio 2011 at 16:12

    Roberto eri forse tu alla guida di una modesta Toro Rosso durante il GP ITALIA nel 2008 sotto un diluvio torrenziale?

    Credo tu sia un grande intenditore di piloti … …

    E’ inutile ricordarti caro tifoso ferrarista che campioni del mondo non si diventa per caso soprattutto all’età di Sebastian ….

    Beppe

    • Roberto

      7 Luglio 2011 at 17:57

      Naturalmente sei tu il professore, l’intenditore.

      E dimmi quale tipo di pressione psicologica poteva avere Vettel a Monza.

      Io non metto in dubbio che Vettel sia uno dei piloti più veloci in circolazione, ma un campione lo deve diventare.

      L’ anno scorso per buona parte della stagione Vettel le ha prese da Webber, tanto che il favorito per il titolo era Webber.

      La F1 è uno di quei pochi sport (forse l’unico) dove si può vincere facile.

      Nello sport in genere il campione si riconosce nelle vittorie combattute, Rossi – Stoner a Laguna Seca per esempio.

      E dimmi chi è che aveva la moto inferiore?

      Da quella gara in poi, Stoner si è ammalato di un male oscuro. Ha dovuto smettere alcuni mesi.

      Per risorgere è dovuto salire su una Honda dove oggi vince facile.
      perchè anche a lui…….

      Gli piace vincere facile…

      • francesco (tifoso alonso)

        7 Luglio 2011 at 19:08

        stoner sta dimostrando ed ha dimostrato di saper andare, con una ducati ha vinto il mondiale, rossi prende 30 secondi a gara, quindi non puoi dire che casey non è un fenomeno….
        per quanto riguarda vettel sono d’accordo con te.
        @beppe(tifoso red bull)
        stai calmo che il mondiale già è stato vinto, non dirmi che hai paura….

      • Ingenuo (tifoso Ferrari)

        8 Luglio 2011 at 11:00

        Piano, piano con le offese a Rossi, io e lui abbiamo qualcosa in comune: una spalla rotta, quindi se oggi va così piano è per due motivi, la ducati non è così efficente ed il male alla spalla…

    • anonimo

      7 Luglio 2011 at 19:55

      be Vettel quel giorno partiva in pole e il suo compagno bourdais partiva 4.. quindi tanto catorcio quel giorno non lo era stata QUELLA MACCHINA, anche se SEB HA DIMOSTRATO DI AVERE LE POTENZIALITà DEL CAMPIONE..

  7. iorek

    7 Luglio 2011 at 16:38

    Vettel oggi indipendentemente dalla red bull e’ uno dei piloti piu’ veloci e anche costanti.
    Tutti hanno fatto errori, a partire dal grande Senna, a schumacher a vettel.

    La redbull ha sempre avuto un occhio di riguardo per vettel, ma il confronto con il pur sempre bravo webber e’ impietoso, quanto all’epoca schumacher e barrichello

    • alexbellof

      7 Luglio 2011 at 18:45

      paragonare webber a barrichello non mi sembra il caso!!! Quest’anno si è rassegnato a un ruolo di seconda guida, ma l’hanno scorso il filo da torcere gliel’ha a Vettel

    • alexbellof

      7 Luglio 2011 at 18:46

      barrichello è un buon pilota ma webber è migliore

    • Ingenuo (tifoso Ferrari)

      8 Luglio 2011 at 11:07

      @alexbellof1
      Barrichello però nella seconda metà del 2009 ci ha provato, quando poi ha trovato feeling con l’auto, peccato che era troppo tardi e nel 2008 Barrichello battè Button su Honda

  8. Lorenzo

    7 Luglio 2011 at 16:45

    Vettel è bravo ma ha anche la macchina migliore, probabilmente c’è qualcuno più forte di lui, ma questo è un momento particolare e tocca aspettare…è inutile adesso dire se è il più forte o no, aspettiamo un po’ l’evolversi delle cose e vediamo, così ci sarà qualcosa in più sulla quale dibattere.

  9. Richard

    7 Luglio 2011 at 17:48

    Nell’essere bravo Vettel e sicumente bravo nel guidare la Redbull, ma anche la sua macchina con gli scarichi soffiati in rilascio al 100% gli danno una bella mano.
    Forza Ferrari che sia una bella battaglia

  10. Alex. (tifoso WILLIAMS)

    7 Luglio 2011 at 17:57

    Quoto Beppe al 100%

    A tutti quelli che dicono che Vettel ha gia vinto il mondiale e la suo parlare prudente e scandaloso, rispondo….
    Mettetevi d’accordo, se vincono, sono presuntuosi e non sanno vincere, se sono prudenti nelle dichiarazioni sono ridicoli…. signori un pó di coerenza e stile…
    Loro vinceranno anche facile, ma voi non sapete perdere…!
    Sono umili vi piaccia o no, sono vincenti e provano ad essere umili…!

  11. lillo

    7 Luglio 2011 at 18:55

    VETTEL, E COME DICE IL GRANDE LINO BANFI MO SO UCCELLI X DIABETICI….VOGLIO PROPRIO VEDERE SE LA MACCHINA NN VA COSA FAI.

  12. enzo ( Siderno )

    7 Luglio 2011 at 20:46

    ah ………. !! il dito attento a dove te lo possono inf………….
    ciao

  13. strige

    7 Luglio 2011 at 20:57

    Spero vivamente in un bel hattrick di vettel, giusto per “punire” la fia dei suoi atteggiamenti antisportivi. Io odio il cambio di regole a mondiale in corsa, non c’è nulla di più antisportivo.

    • wr

      7 Luglio 2011 at 21:18

      Strige, ma come mai non vui capire che non c’è proprio niente di antisportivo, anzi…

      Per favore leggiti il regolamento tecnico (paragrafo 5.5.3 del regolamento technico della F1).
      Dice: “La posizione di ecursione minima e massima dell’acceleratore deve corrispondere alla posizione della farfalla alla minima e massima apertura”.
      La regola non dice niente per le posizioni intermedie dell acceleratore, ma almeno è chiarissima per le posizioni estreme del acceleratore.

      Sappiamo tutti che gran parte delle squadre tiene le farfalle aperte, mentre il pilota rilascia l’acceleratore. (Pi se lo rilasci completamente io no posso saperlo)
      Spero che anche tu ne concludi, che ciò viola l’articolo. Indipendentemente che la FIA abbia omologato si o no la vattura a inizio campionato

      E poi, come spieghi il fatto che che la RBR non abbia obiettato minimamente la decisione della FIA
      Visto che la RBR non si difende, io ci vedo una chiara amissione di colpa perche sanno di avere violato il regolamento.

      E’ così difficile abbandonare l’idea dell’antisportività?

      • strige

        7 Luglio 2011 at 22:39

        allora se era contro regolamento perchè non hanno squalificato la redbull? perchè non gli hanno dato punti di penalità? perchè non hanno ricevuto un richiamo? se come dici te che avevano violato il regolamento. Seconda cosa, se la FIA inizialmente ha detto che erano idonei (sono passati circa, quasi 2 anni) perchè dopo sono diventati irregolari. Hanno sbagliato prima? Non credo. E’ come se io passasi coll’arancione accelerando a tutta velocità in un incrocio, i vigili mi vedono e mi dicono che posso andare…dopo un anno e mezzo mi arriva la multa perchè coll’arancione si deve rallentare e fermarsi (a meno che non ci è impossibile farlo). Che senso ha? se una cosa viene considerata idonea, viene considerata idonea SEMPRE. Vedesi F-duct oppure il DD….anche quelli erano contro regolamento, di fatto li hanno eliminati A FINE STAGIONE

    • wr

      7 Luglio 2011 at 22:53

      Lo aveva scritto Dekracap nel thread su Newey.

      “Il fatto che finora abbia passato le verifica non vuol dire nulla, solo che chi verifica non ha applicato bene la regola o ignorava l’esatto funzionamento del sistema: se non ti fanno la multa per le cinture vuol dire che d’ora in poi non le devi mettere?”

      In questo caso non si tratta di cambiare regola a metà stagione, bensi fare rispettare la regola almeno a partire da metà stagione. Cio che è già grave.
      Io la vedo così.

      • strige

        8 Luglio 2011 at 00:08

        allora spiegami perchè non le hanno penalizzate? non hai risposta a questa domanda.
        Inoltre il tuo esempio è errato:
        “se non ti fanno la multa per le cinture E PASSATO DEL TEMPO, TI MANDANO UNA MULTA PERCHE’ A SUO TEMPO NON AVEVI INDOSSATO LE CINTURE, è giusto?”

        Non so se l’errore è stato accidentale nell’esempio, se non lo è stato mi sa che abbiamo saltato un pezzo. Ripeto:

        VETTURA REGOLARE –> vince sempre –> CAMBIANO REGOLE –> VETTURA IRREGOLARE.

        Mi vuoi dire che è tutto giusto? quindi secondo te il mass dumper andava tolto (per me no)?

        E’ come dire che fai un compito in classe, la prof ti da 10, tutto contento lo dici ai genitori, dopo un mese la prof “scusami, ma era da 4 e ho sbagliato” che senso ha?

        E’ PALESEMENTE UN CAMBIO REGOLE ANTISPORTIVO. Le regole del gioco non si cambiano in corso. se erano considerati regolari, dovevano finire la stagione e poi cambiavano le regole.

      • wr

        8 Luglio 2011 at 13:58

        Strige, è inutile attaccarmi in questo modo. Io non l’ho fatto allora cerca
        di darti una calmata.

        Ma se proprio insisti e non ci vuoi arrivare dassolo, allora ti spiego perchè la FIA non ha squalificato la RBR ed altre squadre !
        Questa è la mia teoria. Non sara la tua, ma penso sarà condivisa da molti altri.

        Ci sono almeno due motivi:
        1) La FIA non vuole perdere la faccia, non vuole rimangiarsi il casino che ha fatto. Mica vuole ammettere di avere approvato un dispositivo illecito, perche non è stata all’altezza di verificare le vetture come si deve.
        2) Nessuna squadra ha esposto reclamo. La HRT ci è andata vicino, ma ha pensato di barattare il tutto per guadagnarsi l’amissione alla gara di domenica anche nei casi dove non sarebbe rientrata nel 107% del tempo di qualifica. Non hanno avuto il coraggio, basta.

        Prendi la Sauber, con entrambe le vetture squalificate del primo granpremio in Australia per via dell’alettone posteriore a curvatura un pelo troppo accentuata.
        Si presume che la Sauber non avesse avuto il soffiaggio a peddale del gas rilasciato nei primi gran premi. Fossi in loro avrei esposto reclamo ad un certo punto.

        Anche squadre come McLaren o Ferrari hanno sbagliato. Hanno rincorso la RBR, invece di esporre reclamo, che cretini.

  14. Public image ltd

    8 Luglio 2011 at 01:37

    ho provato a cercare un motivo, una ragione per cui un italiano, ma anche un qualsiasi tifoso appassionato f1, tifi redbull ma davvero non son riuscito a trovarlo.

    • strige

      8 Luglio 2011 at 11:27

      Senza offesa, ma si vede proprio che o non ti sei sforzato o non hai fatto funzionare il cervello. Red bull non è solo formula 1, ma molto ma molto di più. Si va dal paracadutismo alla formula 1, dai rally alle MTB, dal surf al tuffo sul macinino che hai costruito, dai voli acrobatici ai motocross freestyler. E se vuoi vado a avanti all’infinito.

      Questa è la redbull. ovviamente non ha nulla a che vedere con mercedes, mclaren e ferrari, ha un altro target.

      Io direi che non hai proprio usato diligentemente il cervello.

      • Public image ltd

        8 Luglio 2011 at 15:42

        ma per favore…ahahaha…Ma hai capito o perlomeno intuito il senso di quello che ho scritto??
        Capisco che volevi fare il brillante, ma quello che hai scritto, oltre ad essere fuori contesto non ha minimamente senso.
        Prova a rileggerti il mio post e prima di offendere le persone prova ha capirlo( magari aiutandoti con il ditino per non saltare le righe).
        Mi stavo riferendo al target Tifosi appassionati di f1 che tifano Scuderia Redbull non sul motivo per cui qualcuno possa simpatizzare per il brand redbull, per la sua brand essence o brand identity ecc( c’è un’ enorme differenza sai???).
        Io tifo Ferrari come appassionato di formula uno e non per fedeltà al marchio ferrari.
        Penso che qualunque appassionato di f1 tifi per un team invece di un altro per la sua storia, per gli uomini che ne hanno fatto parte per l’emozioni che è riuscito a trasmettere…

  15. Public image ltd

    8 Luglio 2011 at 02:04

    @ giovanni de pascalis
    sei il migliore!!!!
    tra tutti i soporiferei commenti, postati da finti perbenisti ed ingegneri ad honorem, i tuoi almeno fanno sorridere e, a loro modo , sono la più genuina dimostrazione di cosa sia la passione sfrenata per questo sport.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati