Red Bull: “Il flusso di carburante era legale”

Secondo il team il sensore FIA era difettoso

Red Bull: “Il flusso di carburante era legale”

La Red Bull non ha dubbi sulla legalità del flusso di carburante della vettura di Daniel Ricciardo durante il GP Australia di F1. La FIA dopo la gara ha escluso l’australiano dall’ordine di arrivo in quanto avrebbe corso con un flusso di carburante significativamente più alto del limite di 100 Kg/ora imposto quest’anno dal regolamento.

Christian Horner, team boss della Red Bull, ha dichiarato che non c’è stata variazione tra i 100 Kg/ora misurati dal sensore utilizzato dalla Red Bull dopo i malfunzionamenti rilevati in quello fornito dalla FIA.

“Questi sensori del flusso di carburante sono forniti dalla FIA ma si sono rivelati problematici per tutti i team sin dalla loro introduzione nei test” ha dichiarato Horner dopo la squalifica di Ricciardo, oggi secondo al traguardo.

“C’erano discrepanze e sono stati inaffidabili, alcune vetture avrebbero potuto girare senza sensori oppure potrebbero aver subito un guasto in gara. Ci è capitato un sensore che abbiamo ritenuto fosse affetto da errore. Sulla base dei nostri calcoli sul carburante che gli iniettori forniscono al motore, un pezzo calibrato e piuttosto standard per tutti i team, non c’è stata variazione nel flusso di carburante”.

Horner ha confermato l’avviso da parte della FIA durante la gara: “Ci hanno informato di diminuirlo ma avevamo seri dubbi sui loro sensori. Credevamo nelle nostre rilevazioni, altrimenti si crea una situazione dove si va a ridurre la potenza in modo significativo quando invece si è perfettamente nelle regole. Siamo in una situazione in cui, a seconda della calibrazione di un sensore, più alta o più bassa, si va a dettare chi sarà competitivo e chi no”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

34 commenti
  1. cpJack

    16 Marzo 2014 at 16:51

    solite scuse solite furbate , gli altri ci hanno corso e sono arrivati , se cera un problema causato dal pezzo della FIA non sarebbero stati puniti invece ne hanno voluto usare uno che gli dava un vantaggio…..ben gli sta 😛

    • Venom

      16 Marzo 2014 at 21:56

      Rimbambiti/Rimpampiti e viziati questi.

      Per ora, ma solo pper ora, le regole fai da te
      sono terminate.

      Ladri!

  2. il mago della f1

    16 Marzo 2014 at 16:53

    Spudorati e in malafede

  3. Dany_M

    16 Marzo 2014 at 17:12

    Cominciamo con regole cervellotiche e sospetti vari…
    Così la gente si stuferà in fretta di questa nuova F1 e giù gli ascolti!
    Già c’è la Mercedes in condizione di ammazzare il campionato quindi c’è poco da stare allegri!

    Cmq ste regole son decisamente da rivedere. Ricciardo che colpa ne ha se la squadra ha sbagliato qualche calcolo? A 6 giri dalla fine gli hanno detto che col consumo benzina era OK e poteva spingere!
    Poi se consideriamo i giri dietro la safety car viene il dubbio che qualcuno possa aver sforato il flusso di carburante/ora.

    Cmq i commenti che si leggono sono infantili oltre ogni limite, aspettiamo la decisione definitiva al riguardo, non sarebbe la prima volta che la FIA squalifica una vettura per poi essere sbugiardata in tribunale(Chi si ricorda del GP Malesia 99 con le Ferrari squalificate?)

    • mingo57

      16 Marzo 2014 at 17:46

      In tribunale????
      Chi chiamerà la Red bull, Parry Mason?
      Ricciardo non ha colpa, ne ha il suo Team.
      Sembrava inverosimile che andasse cosi forte, ora si è capito perché.
      La cosa strana è capitano tutte a loro, lo scorso anno erano le gomme e costrinsero la Fia a modifidarle, ora vorrebbero puntare il dito sui sensori.

      • Dany_M

        16 Marzo 2014 at 20:15

        Vedo che la tua cultura del motorsport è molto profonda… Mai sentito nominare il Tribunale Internazionale della FIA?

        La storia delle gomme è pura fantasia dei cechi tifosi da BAR Italiani.
        L’anno scorso c’era un serio problema di sicurezza, che ha colpito praticamente tutti i team, per questo motivo le gomme sono state cambiate.
        Ci sono state squadre che hanno reagito bene, altre meno bene. Ci sono anche state squadre che andavano forte sia prima che dopo il cambio e soprattutto ci sono stati degli sviluppi alle monoposto.
        Se la Ferrari ha sviluppato male la F138 e ha perso competitività è solo colpa della Ferrari.
        Voi date pure la colpa alle gomme se volete, ma la realtà non cambia. Ha vinto la squadra che ha fatto il lavoro migliore col pilota che ha svolto il lavoro migliore!

    • AlbertoWITA

      16 Marzo 2014 at 17:51

      Rivedere le regole perchè non si è capace di rispettarla? ma stiamo scherzando!!
      Tutte le macchie hanno rispettato questa regola ,per la redbull non deve valere?
      chiedete un’altra DEROGA, sapete vincere solo così.

      • Emanuele

        16 Marzo 2014 at 19:58

        Allora così come sono andate le cose ha sbagliato la red bull giusto?
        Ora pensiamo per un attimo che la red bull avesse ragione ed il sensore fosse mal tarato ed il flusso che entrava era giusto ma ascolta la fia e lo riduce, questo porta ad un danneggiamento del motore che ricordo deve durare per altre 3 gare cosa succedeva quando si accorgevano che avevano ragione loro?
        Dicevano alla fia che dovevano avere un altro motore per compensare quello rotto non a causa loro?
        Voi cosa avreste detto in questo caso?
        Horner ha preso una decisione in auel momento per lui i dati dei loro calcoli erano corretti quelli del sensore no e se ne assume le responsabilità, ma per voi in ogni caso la red bull ha o imbrogliato o corrotto la fia nel secondo caso da me ipotizzato.

      • Dany_M

        16 Marzo 2014 at 20:09

        Voi proprio non sapete leggere, oppure non volete capire.
        Vivete nella cultura del sospetto e ogni commento diverso dal vostro pensiero lo etichettato Pro RedBull.

        La reatà purtroppo per voi poveretti è differente. Io non ho mai scritto che siccome hanno squalificato una redbull devono rivedere le regole. Per quanto mi riguarda le devono rivedere a prescindere perché la FIA è ipocrita oltre ogni limite. Nel 2007 c’erano i due piloti McLaren che con una macchina palesemente copiata dalla Ferrari si sono giocati il mondiale fino al Brasile. Ebbene quanti punti hanno perso i piloti McLaren di quell’anno per aver vinto delle corse ILLEGALMENTE? ZERO! Ecco quanti.
        Eppure sapevano e hanno taciuto!

        Ora per delle sciocchezze appioppano squalifiche, tolgono punti sulla patente, danno penalità… Che colpa ne ha Bottas se hanno dovuto cambiare il cambio della sua Williams?
        A me piacerebbe che venissero sanzionate le squadre, con multe e punti nel costruttori, quando la colpa è la loro.
        In questo caso Ricciardo si è fatto il mazzo per 3 giorni, è finito sul podio e ora gli hanno tolto tutto il suo lavoro e la sua fatica per colpa di un sensore!
        E’ questo che io vorrei che rivedessero!

        PS: Poi io personalmente ritengo questa della benzina una stupidata colossale! I piloti devono guidare al limite e gestire loro la monoposto, invece ad oggi tutto quello che devono fare glie lo dicono dai box! Che guidino gli ingegneri allora!

  4. Walter76

    16 Marzo 2014 at 17:15

    Eh beh…. del resto…si va a ridurre la potenza in modo significativo!
    Che vi aspettavate?

  5. Capitan red

    16 Marzo 2014 at 18:22

    Horner ha confermato l’avviso da parte della FIA durante la gara: “Ci hanno informato di diminuirlo ma avevamo seri dubbi sui loro sensori. Credevamo nelle nostre rilevazioni”

    Quando la federazione ,per 4 anni, controllava e diceva che la vostra macchina era regolare andava tutto bene….adesso che vi dice che non è regolare avete dubbi sui metodi di controllo??

    Horner troppo comodo così.

    • antonio6840

      17 Marzo 2014 at 10:43

      Capitan Sintesi,
      non potevi trovare risposta migliore!
      ciao
      Antonio

  6. ASOT

    16 Marzo 2014 at 18:27

    Soliti ladroni…. una bastonata sonora per questo pseudoteam di maldestri imitatori di Lupin?

  7. panis96

    16 Marzo 2014 at 19:00

    Aspettiamo con serena pazienza che la FIA esamini con calma il reclamo.
    Queste squalifiche potrebbero essere una costante dei primi GP, finchè tutto il sistema avrà raggiunto una buona affidabilità.
    Quindi aspettiamo a sbilanciarci.
    Potrebbe capitare anche ad altri…
    Comunque si dimostra che non ci sono preferenze verso RB. Altrimenti non sarebbero stati squalificati.
    E i delegati tecnici FIA (Jo Bauer in testa) sono gli stessi degli altri anni…

    • Emanuele

      16 Marzo 2014 at 19:43

      Ma non li vedi che sembrano dei cani quando gli lanci un osso 🙂
      Non si ricordano quando la fia aveva fornito i sensori difettati ad alonso l’anno scorso e apriva il drs prima del dovuto?
      A volte capitano queste cose, se ricciardo ha tratto vantaggio da questo è giusto squalificarlo, se invece è la fia ad essere in torto lo rimettono secondo, chi vivrà vedrà, ma pensare che hanno fatto di proposito questa cosa per avvantaggiarsi non ha senso visto che è un parametro che la fia vede in telemetria in real time, sarebbe come non rispettare i 15000rpm o sforare col peso ti beccano sicuro e subito, è chiaro che avessereo le loro ragioni.

    • grippato

      16 Marzo 2014 at 19:51

      Anche Mastella era sempre la stessa persona degli anni precedenti.

      • Capitan red

        16 Marzo 2014 at 19:55

        ??? eh ???

        ahaha

        dai è in sito di sport lasciamo fuori certe cose….brutte.

  8. Ronnie

    16 Marzo 2014 at 20:11

    Ste storie mi sembrano una caxxata dicevano che hanno 100kg di benzina per tutta la gara in tv, come si fa a superare i 100kg/h se la gara dura più di 90 minuti questa penalità è insensata di base.

    Se ci sono davvero 100kg per GP di bezina chiunque venga punito, viene punito in modo poco credibile, è semplice matematica.

    • Dany_M

      16 Marzo 2014 at 20:22

      I chili sono 100, ma il flusso di carburante verso il motore non può superare i 100 LITRI l’ora.
      100 Kg di benzina sono 140 Litri.
      Più chiaro così?
      Lo so non è colpa tua, è chi scrive i regolamenti che dovrebbe pensare a renderli comprensibili anche a chi guarda la corsa dal divano di casa.

    • Emanuele

      16 Marzo 2014 at 21:31

      La tua matematica è da rivedere, i 100kg/h sono il flusso max consentito, e non è una costante, se la macchina è accesa non consuma 100kg/h, magari in rettilineo con l’acceleratore a fondo corsa si ma in una gara di f1 ci sono le frenate, le curve in appoggio l’acceleratore non è sempre spalancato al massimo, quindi il tuo calcolo non ha nessun senso.
      Inoltre si usano i kg visto che è più preciso, quando usavano i lt quei furbi degli ing. congelavano il carburante per farlo ridurre di volume, così 100lt di carburante freddissimo a temperatura ambiente diventavano 120/130 lt, con i kg questo non succede.

      • Ronnie

        16 Marzo 2014 at 23:53

        Ok la tua spiegazione è più sensata dany non ha ancora capito l’unità di misura invece 🙂

        Ma 100kg/h resta una media, o intendono il consumo istantaneo cioe’ 27.7 periodico g/secondo

        Anche se il gas non resta spalancato tutto il tempo la media deve fare 1.1 perdiodico kg/minuto
        se per esempio una gara ne dura 90.

        Lo so anche io che se danno pieno gas in accelerazione il consumo aumenta di brutto ma è controbilanciato dal rilascio, frenata e percorrenza, secondo me è molto sospetto il fatto che Mercedes sia andata così forte come del resto tutti gli altri e che hanno comunque rispettato i 100kg/h. Che facevano gli altri arrivavano al traguardo con 20 litri nel serbatoio?

      • Emanuele

        17 Marzo 2014 at 07:08

        No non è una media è un limite ossia un valore da non superare, un pò come i 15000rpm.
        La cosa che il comunicato parla di sensibile superamento del limite, quindi come sono arrivati alla fine senza avere problemi di carburante quando tutti erano al limite?
        O hanno imbarcato più carburante oppure hanno ragione i tecnici red bull ed il sensore leggeva un pò quello che voleva e non corrisponde ai loro calcoli perchè cmq se conosci la dimensione degli ugelli e la pressione a cui lavorano la portata si calcola in un attimo, basta guardare i dati sulle mappature del motore.

      • Ronnie

        17 Marzo 2014 at 13:48

        E’ quello che mi chiedevo anche io, devi avere più carburante, e se avessero serbatoi ausiliari come mi pare avesse fatto la Mclaren sarebbero già stati scoperti. Secondo me è una penalizzazione che non sta in piedi, ma la F1 è piena da anni di sanzioni senza senso. Tipo il drive through inflitto a Grojean mi pare, per essersi messo all’uscita della corsia dei box qualche minuti troppo in anticipo, che poi alla fine si è dovuto ritirare comunque.

  9. cpJack

    16 Marzo 2014 at 20:20

    sono 100klg/h per totale di litri 140 , in pratica devono fare 90 min con la benzina per 60 quindi l’unico modo e’ rallentare. se non rallenti non rispetti i 100 litri orari , secondo me alla red truff ne avevano di piu’

    • Emanuele

      16 Marzo 2014 at 21:33

      Un altro che non ha capito un tubo, leggi sopra va 🙂

  10. Phyl

    16 Marzo 2014 at 21:14

    interessante sta storia…..
    forse stavolta la rb è andata oltre il regolamento anche in modo formale….
    sono curioso di vedere come va a finire e soprattutto, se dalla prox gara, se costretta a rispettare le indicazioni fia, perderà di competitività…..

  11. PaoloF

    16 Marzo 2014 at 21:23

    Che buffoni, ‘sti sensori solo a loro danno dei problemi. La prima furbata dell’anno vi è andata male, ora sotto con il lavoro, per l’Europa c’è il tempo di inventare qualche altro trucchetto, ma attenti, ora la Fia vuole far vincere gli altri per cui non chiuderà più gli occhi.

  12. ale

    16 Marzo 2014 at 22:44

    quindi…ormai…è deciso che la FIA ha sempre ragione…che non sbaglia mai…che quel sensore non era difettoso…che la RdBull voleva truffare…e che tutti gli altri erano in regola…e come fa la RdBull a essere sicura che i dati delle altre monoposto fossero ok???

  13. Phyl

    16 Marzo 2014 at 23:07

    in ogni caso sta cosa puzza assai….
    ma con tutto lo scostamento possibile e immaginabile….. è mai possibile che un dispositivo omologato abbia oscillazioni tali da macchinaq a macchina da alterare l’equilibrio delle prestazioni?
    x me è inpensabile….

  14. 27rosso

    17 Marzo 2014 at 10:34

    Premesso che la RedBull ha sbagliato a non considerare il richiamo della Fia (e quindi, giusta la squalifica), premesso che di casi come questo ne vedremo molti altri (e non solo in RedBull) mi chiedo: ma come si fa ad essere cosi’ svalvolati nel partotire una regola così inutile? Non sarebbe stato piu’ semplice imporre un serbatoio unico di 100 kg e lasciare al pilota e alla squadra di decidere se arrivare a fine gara o rimanere a secco in mezzo alla pista? A mio parere è una delle cagate peggiori viste in F1. Mi sembra strano che le scuderie abbiano accettato di buon grado questa schifezza (che ora dovranno tenersi perchè…le regole sono regole): mi viene un sospetto: vuoi vedere che questi motori sono mooolto esigenti dal punto di vista del consumo e che 100 kg di benzina non bastano per coprire la durata di un gp se non…rallentando fingendo che sia per regolamento? Lo so, è assurdo ma è ancora piu’ assurda la regola.

    • Phyl

      17 Marzo 2014 at 12:38

      se non sbaglio nel passato recente, quando hanno imposto serbatoi dalla capienza predefinita, qualcuno ha barato con serbatoi supplementari nascosti….
      misurare il flusso in ingresso del motore dovrebbe essere + sicuro ….

  15. maury

    17 Marzo 2014 at 10:53

    Quando tocchera’ alla ferrari (perchè tocchera’) allora voglio vedere cosa scriverete!!!

    • 27rosso

      17 Marzo 2014 at 11:18

      Non so se ti riferisci al mio commento: se si, ti dico che era generico, non riferito alla RedBull (se non nel fatto della sanzione). Quando parlo di motori esigenti mi riferisco a tutti i motori.
      P.s. non sono io che ho spollicato.

  16. anonimotifosoKIMI

    17 Marzo 2014 at 17:16

    Hahahaaha si certo Horner..siete solo dei ladri..grannnde red truff..cento ne fanno e mille ne pensano..ci risentiamo alla prossima puntata della truffa..hahahaha

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati