Raikkonen su Monaco: “Gara eccitante ma complicata”

"Bisogna dare il massimo dal primo al 78esimo giro"

Raikkonen su Monaco: “Gara eccitante ma complicata”

Il weekend del Gran Premio di Monaco è sempre uno dei più attesi per i piloti per tutto quello che questa gara rappresenta: storia, difficoltà e prestigio, ma anche risalto mediatico e mondanità. Kimi Raikkonen, della Scuderia Ferrari, non fa eccezione e attende con molta carica di poter scendere in pista per una delle corse più particolari dell’anno: “Specialmente in questa stagione, con le vetture di nuova generazione, la competizione promette di essere molto eccitante. Queste nuove monoposto tendono a pattinare facilmente e a Monte Carlo non c’è tanto spazio per le sbandate”.

La vettura è fondamentale, ma a Monaco anche il pilota ci deve mettere del suo: “Si tratta di una pista unica in cui bisogna dare il massimo dal primo al 78esimo giro.” – racconta Kimi a www.ferrari.com – “Molto si decide anche in qualifica sulle quali cercheremo di fare il massimo per migliorare. Dopo l’ultima gara siamo rimasti a Barcellona per un test che è stato abbastanza positivo: all’inizio ci sono stati dei problemi, ma alla fine posso dirmi soddisfatto del lavoro che siamo riusciti a fare. La F14 T cresce e, passo dopo passo, sono convinto che i risultati arriveranno, ma ci sarà bisogno di spingere più forte che mai per ottenerli”.

Raikkonen poi torna su Monaco, un Gran Premio dall’atmosfera molto suggestiva: “Quella di Monte Carlo è una gara complicata fin dal giovedì mattina. Sarà fondamentale non perdere tempo nelle prove libere cercando di girare il più possibile per trovare quanto prima le giuste sensazioni tra i muretti. È difficile fare bene qui ma la soddisfazione che si prova quando tutto fila per il meglio è enorme”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

10 commenti
  1. michele

    20 Maggio 2014 at 17:30

    Raikko, il cavallo di ghiaccio!

    Purosangue al 100%.

    Purtroppo è un Bilancia.

    Deve azzeccare la giornata giusta.

    La sensazione è che Raikkonen finisca sul podio a Monaco 2014.

    sarà sbagliata?

  2. max02

    20 Maggio 2014 at 20:13

    è un bilancia come me….se becca la giornata giusta è un animale da corsa.

    • Marcocelli

      20 Maggio 2014 at 23:31

      Il vero campione è sempre animale.
      Uno che va ad intermittenza non è niente di speciale.

      • Marcocelli

        20 Maggio 2014 at 23:32

        …. o meglio!! A fine campionato ha reso il 50% del vero animale.

      • max02

        21 Maggio 2014 at 10:10

        ma lui è distratto anche da altre cose secondo me, ma infondo è spesso animale da corsa…..rapace come lo definisce dennis.

  3. marselito

    20 Maggio 2014 at 23:18

    un pilota di F1 …animale ???? ma che ….. dite ,non sapete quanti animali vedo , tutti contro Ferrari… mah …… forza Ferrrrarissssss …e già siamo ancora qua …. di qualche Km…. ma siamo qua !!!!!!!! e da anni …..

  4. Slauzy

    20 Maggio 2014 at 23:31

    Rosberg ha sempre fatto bene qui, e quest’anno potrebbe fare più bene del solito. Qui la macchina conta meno, e il piede conta di più, e di norma chi è perfetto, l’uomo-macchina per intenderci, ha tutte le chance per vincere. Hamilton è più irruento e potrebbe compiere degli errori. Vedo bene anche Ricciardo a Montecarlo: potrebbe essere lui la sorpresa.

  5. lor

    21 Maggio 2014 at 07:34

    Ancora vi illudete? Ma siete tosti!!! Come può mai fare qualcosa un pilota con quel rottame senza trazione a Montecarlo? Boh!

    • Dariok

      21 Maggio 2014 at 11:06

      anche a SPA aveva un catorcio di Ferrari nel 2009, mai dire mai

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati