Modificata la pista di Singapore

Modificata la pista di Singapore

Piccole modifiche sono state apportare al tracciato di Singapore in seguito ad alcuni suggerimenti dei piloti. Il tracciato di Marina Bay, il primo ad ospitare una gara in notturna del campionato di Formula Uno, è in attività dal 2008 ma alcuni piloti avevano espresso delle perplessità riguardo determinati punti del tracciato.

Per questo motivo la pista è stata riasfaltata tra le curve 3 e 7 e tra quelle 14 e 19 per ridurre gli urti ed i sobbalzi delle monoposto ed è stata abbassata di un centimetro la superficie della pit lane per dare la possibilità ai piloti di effettuare un ingresso ed una uscita più agevoli.

Cambiati anche i cordoli alla chicane numero 10, dove Kimi Raikkonen andò a sbattere nel 2008, per garantire un cambio di direzione più graduale.

Modifiche estetiche sono state fatte infine per rendere le immagini più suggestive ed hanno riguardato la colorazione dei muretti e delle vie di fuga.

Roberto Ferrari

Modificata la pista di Singapore
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

14 commenti
  1. KALEL

    21 settembre 2010 at 13:28

    speriamo… Forza Fernando!!!! Ce la puoi fare!!

  2. beppe

    21 settembre 2010 at 13:34

    Secondo me dovrebbero modificare anche il box di Felipe Massa anche se quest’anno non ci saranno i rifornimenti. Ma il cambio gomme è previsto quindi … …
    Chissà quale tattica di gara dovrà seguire il povero Felipe (chiedere a Nelsinho Piquet).

    Beppe
    Redbull

  3. F1fan

    21 settembre 2010 at 14:01

    dovrebbero ridisegnare il circuito…oppure la cittadina, perchè così non va proprio…

  4. Federico Barone

    21 settembre 2010 at 14:09

    Dovrebbero ridisegnare Ecclestone e Tilke…

  5. D-Lord

    21 settembre 2010 at 14:09

    Dovrebbero toglierlo dal calendario o radere al suolo Singapore fare un circuito come si deve e farci un bosco intorno!

  6. alberto

    21 settembre 2010 at 16:02

    speravo che le modifiche fossero ben altre che non tocchi di colore, il circuito più brutto del mondiale! dopo Valencia naturalmente.. Ridatemi Imola!

  7. simo

    21 settembre 2010 at 16:08

    rimane una pista di merda….

  8. Raikko2007

    21 settembre 2010 at 18:12

    ma perchè non vi piace questa pista, secondo me ha molto fascino, daltronde adelaide non era molto differente e tutti ne parlavano bene.

  9. D-Lord

    21 settembre 2010 at 20:10

    molto fascino si ma viene completamente annullato dalla noia

  10. Denis

    21 settembre 2010 at 22:41

    Beppe, visto che ti piace ricordare un episodio di 2 anni fà…allora io ricordo con piacere un episodio successo alle 2 redbull al gp di Turchia di quest’anno 🙂 speriamo che riaccada 😛

  11. Daniele

    21 settembre 2010 at 22:43

    Beh..Valencia e abu dahbi sono molto peggio…

  12. Tony76

    22 settembre 2010 at 08:06

    Rifate il Team dirigenziale della Formula1 o continueremo a vedere fiorire queste nuove piste che producono solo gare noiosissime ed allontanano i tifosi da queste competizioni. Guarda caso tutte le volte che si gareggia sui vecchi circuiti (vedi Monza, SPA, ed altri datati) tecnici lo spettacolo è sempre alto…. popi vengono i circuiti ricavati da quattro strade ordinarie chiuse al traffico o aree portuali adattate in cui vedi come partono…. ed a parte qualcuno che si autoelimina…. sono pari pari come arrivano! Scandaloso.

  13. GOGOOO

    22 settembre 2010 at 23:11

    Sarò sincero… ma me invece piace molto Singapore; ha fascino, e la pista non è male.. diciamo che ha le sue “trappole”: ricordiamo Barrichello nelle qualifiche del 2009 oppure Raikkonen che è andato a picchiare nel 2008! Ci vogliono più piste come Spa, Monza, Melbourne, Monaco e così via.. Non Valencia o Abu Dhabi!
    Sarò sincero… mi piacciono molto le piste della Indycar! eeeh oh…

  14. kranio

    23 settembre 2010 at 12:43

    I tracciati cittadini sono quanto di peggio si possa vedere con vetture monoposto,
    via per sempre montecarlo, valencia, singapore ed abu dhabi…rimettiamo robe tipo Watkins Glen, Le Castellet, il vecchio Nurbugring,
    poi vediamo su quest’ultimo i distacchi tra piloti dello stesso team!!!
    Ahhh, che bel sogno….ovviamente irrealizzabile.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Alexander Albon ha chiaro il suo futuro

"Ho quattro giorni di test a Barcellona e non ho mai guidato una macchina di Formula 1. Ma voglio arrivare preparato a Melbourne"
Alexander Albon, pilota della Toro Rosso, ha confessato di affrontare la stagione del suo debutto in Formula 1 con l’obiettivo