McLaren, Boullier: “Ad Austin un risultato che rispecchia il nostro reale potenziale”

La McLaren ad Austin s'è lasciata alle spalle l'opaca prestazione di Suzuka

McLaren, Boullier: “Ad Austin un risultato che rispecchia il nostro reale potenziale”

Il GP degli Stati Uniti è stato più che positivo per la McLaren-Honda. Oltre il il sensazionale quinto posto di Fernando Alonso è arrivato infatti anche il nono in gran rimonta di Jenson Button, partito diciannovesimo. La McLaren è uscita dal Circuito delle Americhe con dodici punti “pesanti”, utili a blindare il sesto posto in classifica Costruttori. Moderata soddisfazione per il team principal Eric Boullier, secondo cui la MP4-31 resta una monoposto da zona punti e non la pallida controfigura vista a Suzuka.

“Noi soffriamo molto le curve veloci e andiamo bene in quelle lente. In Giappone non abbiamo trovato il giusto assetto, soffrendo oltremodo – ha dichiarato Boullier ad AutosportAd Austin siamo stati protagonisti di una buona gara e se guardiamo gli ultimi GP ci accorgliamo che la nostra reale posizione è questa, in zona punti, e non quella vista a Suzuka. Il GP del Giappone è stato un episodio sfortunato, in America invece siamo andati oltre le nostre aspettative, perché sappiamo che la nostra reale posizione è intorno all’ottavo posto. Più che pensare adesso a come migliorare questa vettura, vogliamo capire come rendere la prossima veloce in ogni condizione, sfruttando le nuove regole”.

Antonino Rendina

McLaren, Boullier: “Ad Austin un risultato che rispecchia il nostro reale potenziale”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. sgugliacci

    26 ottobre 2016 at 08:51

    rapido calcolo: 56 giri di gara.
    distacco di AlFonso a fine gara dal primo:1 minuto e 33 secondi.
    93 secondi diviso 65 giri= si pigliava di media 1 secondo e 7 decimi al giro.
    c’è da esser contenti in effetti!
    (senza contare i vari ritiri davanti)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati