McLaren a due facce in India

Sergio Perez ha chiuso il GP d'India in 5° posizione, Jenson Button 14°

McLaren a due facce in India

“Finalmente una gara pulita e senza alcun sfortuna”.

Sono parole di liberazione quelle di Sergio Perez al termine del GP d’India, chiuso in quinta posizione. Liberazione dopo un periodo in cui aveva inanellato performance certamente poco soddisfacenti e sempre a inseguire il compagno di team Jenson Button che oggi, invece, chide 14esimo.

“Il quinto posto è un grande risultato per me. Senza dubbio ho avuto e ho un sacco di pressione, ma è sempre più bello quando ottieni buoni risultati sotto pressione e sono molto soddisfatto”
, commenta Perez.

“Negli ultimi giri è stato fantastico aver superato Kimi (Raikkonen, ndr) e Lewis (Hamilton, ndr) in una sola mossa. Ho frenato in ritardo, quanto ho potuto alla curva quattro per cercare di tenere dietro Lewis e ce l’ho fatta – prosegue -. E’ stata una stagione difficile, ma il risultato di oggi è un segnale promettente e motiva tutto il team in vista delle ultime tre gare dove faremo del nostro meglio”.

“Infine, vorrei fare i miei complimenti a Sebastian. Ha dimostrato nel corso degli ultimi anni che è un vero grande campione. Ha avuto una grande stagione e quello che ha ottenuto è incredibile. Spero davvero che potremo combattere contro di lui la prossima stagione”, conclude.

Le congratulazione a Vettel per il Mondiale vinto arrivano anche da Button, amareggiato per il 14esimo posto. “Congratulazioni a Seb per aver vinto il suo quarto campionato del mondo. E’ impressionante, soprattutto riuscire a vincerne quattro di fila – commenta il pilota britannico -. La sua squadra ha svolto un ottimo lavoro, Adrian Newey ha dimostrato quant’è bravo e Seb ha concluso con una vittoria”.

“Per quanto riguarda la mia gara, invece, è un peccato per la giornata. Non so bene come sia successo ma al primo giro, alla curva quattro, sono stato colpito molto duramente da Alonso e la vettura è uscita danneggiata dal contatto – spiega -. Ho forato e l’incidente ha rovinato la mia strategia. Senza questi problemi penso che sarebbe potuta andare meglio anche perché la nostra vettura era veloce qui, come ha dimostrato Sergio (Perez, ndr)“.

Lorenza Teti

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

3 commenti
  1. golfsei

    27 Ottobre 2013 at 22:55

    ARRIVARE A 43 SECONDI DAL PRIMO E DIRE CHE ERAVAMO VELOCI !!!!!!!!!!!!!!!!! COMPLIMENTI DA TIFOSO DICO FACCIAMO PIETA’

  2. Ele (mclaren)

    28 Ottobre 2013 at 11:54

    ..bè visto che quest’anno abbiamo fatto sempre fatica a classificarci tra i primi 10, questo 5° posto del Gp dell’India ci può fare solo contenti..anche Button senza quella foratura poteva arrivare nei pressi di Perez..

    L’inglese aveva detto che in India la Mclaren aveva stravolto l’aerodinamica per fare qualche esperimento in ottica 2014 e i risultati si sono visti..anche in qualifica non era andata male 😉

  3. eiskalt

    28 Ottobre 2013 at 15:52

    finalmente si vede il vero perez 🙂 mi fa piacere per lui sono sicuro che e un talento ne ero sicuro in sauber e ne sono anche adesso…. vai bello fai vedere chi sei 😉

    PS: sono ferrarista…. e sono comvinto ancora che perez in ferrari avrebbe fatto meglio…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati